Passa ai contenuti principali

IL PRIMO COACHING-SPETTACOLO ITALIANO CHE AIUTA A REALIZZARE L'IMPOSSIBILE



ARRIVA IL TOUR DELLA FELICITA': IL PRIMO COACHING-SPETTACOLO ITALIANO CHE AIUTA A REALIZZARE L'IMPOSSIBILE

1 NOVEMBRE TEATRO MANZONI DI MILANO ORE 20.45

Si può scegliere di essere felici! Questo lo scopo del “Tour della felicità”, il primo ed unico

Coaching/Show, uno spettacolo formativo per imparare a realizzare l’impossibile in ogni giorno della nostra vita, privata e professionale. Un appuntamento da non perdere l’1 novembre al celebre Teatro Manzoni di Milano, ore 20.45, al quale seguiranno numerose altre tappe che vedranno protagonista Walter Rolfo, coach ed esperto in processi percettivi e autore del libro "L'arte di realizzare l'impossibile", pronto a coinvolgere il pubblico in un viaggio straordinario tra le risorse della nostra mente. La maggior parte delle difficoltà sono superabili e frasi del tipo: “Non ce la farò mai” potrebbero essere trasformate.

Quante volte abbiamo rinunciato a qualcosa convinti che fosse impossibile? Un sogno, un amore, un progetto, un cambiamento nel lavoro o nella vita. E poi ci siamo ritrovati a rimpiangere un’occasione persa, una felicità che ci siamo lasciati sfuggire. Quando tutti vedono una sola strada in realtà ne esiste almeno un’altra altrettanto valida e spesso migliore. Rolfo, da anni impegnato come consulente di grandi aziende e docente del Master “Influenzamento, Emozioni e Arte dell’Impossibile”, si propone di illuminare quella via alternativa che i neuroscienziati chiamano pensiero laterale illusionistico. Un metodo fatto di aneddoti, tecniche mentali, esercizi, che consente di moltiplicare il proprio tempo, essere più creativi, entrare in empatia con gli altri per capire ciò che pensano, gestire l’ansia e affrontare al massimo delle nostre capacità esami, colloqui, incontri importanti. Perché la felicità è molto più a portata di mano di quanto pensiamo. Spesso decidiamo di non provare o tentare ma la consapevolezza di poter scegliere è un passo fondamentale verso la felicità. Come fare? Scopritelo in una delle prossime attesissime tappe: 8 gennaio Teatro Giuditta Pasta di Saronno, 2 febbraio Teatro Dehon di Bologna, 8 maggio Teatro l’Agorà di Carate Brianza. Scegliete di essere felici!

BIO

Walter ROLFO, coach ed esperto in processi percettivi, keynote speaker, unisce creatività e innovazione, legate alle sue radici nel pensiero filosofico illusionistico, alla razionalità del pensiero costruttivo, derivante dalla sua formazione ingegneristica. Autore, conduttore e produttore televisivo per Rai, Mediaset e Sky, con più di 1.000 programmi all’attivo, è fondatore e presidente di Masters of Magic, una società di consulenza nel campo del management e della comunicazione. È consulente di grandi aziende quali Coca-Cola, Ferrero, Juventus, Lavazza, Philip Morris, FCA, Bayer, CNH Industrial, GoodYear, MAW, Pomellato, HP, Elior, Robe di Kappa, BNL, Wind. È coordinatore didattico e docente del Master «Influenzamento, Emozioni e Arte dell’Impossibile”: come guidare i comportamenti e motivare all’azione» alla Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM di Milano.

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Tartassati dalle tasse - Biagio Izzo alla Sala Umberto

Produzione Tradizione e Turismo - Ente Teatro Cronaca Produzione esecutiva A.G. Spettacoli BIAGIO IZZO in TARTASSATI DALLE TASSE Scritto e diretto da EDUARDO TARTAGLIA Sala Umberto – dal 5 al 17 aprile 2022 Giulio Andreotti soleva dire che l’Umiltà, che di per sé costituisce una grande virtù, si trasforma in una vera iattura quando gli Italiani la praticano in occasione della loro dichiarazione dei debiti. “Io le tasse le pagherei. Ed anche volentieri! Se solo però poi le cose funzionassero veramente!” Quante volte abbiamo ascoltato simili confidenze? E quante volte anche la nostra coscienza di pur buoni ed onesti cittadini ha segretamente partorito concetti del genere? Il problema, però, è che se poi davvero ragionassimo tutti quanti sempre così, come e perché mai le cose potrebbero veramente funzionare? Sarà costretto improvvisamente a domandarselo anche Innocenzo Tarallo, 54 anni ben portati, napoletano, imprenditore nel settore della ristorazione: il classico “self made man”, che d