Passa ai contenuti principali

Bicentenario de "L'infinito" di Leopardi: attori e attrici a Roma



L’Infinito Presente

29 poeti e 29 artisti per il bicentenario de L’Infinito di Leopardi

La XIII edizione della Festa del Cinema di Roma e La Nuova Pesa centro per l’arte contemporanea, grazie all’impegno della Regione Lazio, promuovono un particolare omaggio ai 200 anni dalla stesura de L’Infinito di Giacomo Leopardi.

Già lo scorso anno la consonanza tra il Direttore Antonio Monda e Simona Marchini circa la necessità di un incontro tra i diversi linguaggi artistici aveva portato alla produzione di sei corti cinematografici, “Trame d’Autore”.

Quest’anno 29 poeti e 29 artisti visivi, ciascuno attraverso la propria poetica, sono stati chiamati a pronunciarsi sul tema dell’infinito. E’ stato così realizzato un Libro di grande formato che si dispiega linearmente per oltre 17 metri attraverso la giustapposizione di un testo poetico e un’immagine.

Stasera, lunedì 22 ottobre alle ore 19.30 presso la WeGil, Largo Ascianghi 5, Giulio Scarpati, Olivia Magnani, Giorgio Marchesi, Ludovico Fremont, Teresa Romagnoli (attesi, tra gli altri, anche Paolo Virzì, Gigi Proietti, Mario Martone, Roberto Andò', Anna Bonaiuto) insieme a giovani promesse dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico, leggeranno i testi poetici presenti nel “Libro–Opera” che rimarrà esposto per l’intera settimana alla WEGIL, lo storico palazzo di Trastevere che la Regione Lazio riapre al pubblico.

Questi i nomi dei poeti e degli artisti coinvolti:

Claudio Adami, Domenico Adriano, Sveva Angeletti, Annelisa Alleva, Andrea Aquilanti, Antonella Anedda, Leonardo Aquilino, Daniela Attanasio, Giuseppe Capitano, Daniele Bollea, Elvio Chiricozzi, Silvia Bre, Christophe Constantin, Franco Buffoni, Daniela De Lorenzo, Nicola Bultrini, Gianni Dessì, Ennio Cavalli, Marilù Eustachio, Valentina Colonna, Andrea Fogli, Claudio Damiani, Roberta Folliero, Paolo Del Colle, Pietro Fortuna, Simone Di Biasio, Alberto Garutti, Pietro Federico, Giuliano Giuliani, Sonia Gentile, Felice Levini, Valerio Grutt, H.H.Lim, Gianfranco Lauretano, Flavio Micheli, Valerio Magrelli, Leila Mirzakhani, Vincenzo Mascolo, Giulia Napoleone, Daniele Mencarelli, Innocenzo Odescalchi, Renato Minore, Roberto Pietrosanti, Massimo Morasso, Carlo Rea, Renzo Paris, Marina Sagona, Vanni Pierini, Giuseppe Salvatori, Davide Rondoni, Andrea Santarlasci, Irene Santori, Sacha Turchi, Beppe Sebaste, Guendalina Urbani, Yari Selvetella, Qinggang Xiang, Zingonia Zingone.













RispondiRispondi a tuttiInoltra

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol