Passa ai contenuti principali

RITORNA IN SCENA "LO SGUARDO OLTRE IL FANGO"


LO SGUARDO OLTRE IL FANGO - LA RAGAZZA N°65738

Lo sguardo oltre il fango, liberamente ispirato a “Il bambino con il pigiama a righe” di John Boyne, dopo il grande successo di pubblico, critica e media dello scorso gennaio al Teatro di Villa Torlonia, torna in scena a Roma, per la terza stagione consecutiva, presso il prestigioso Teatro India, Teatro Nazionale direttore Antonio Calbi, il 15 ottobre 2018 per una data unica.

L’iniziativa, inserita nella programmazione del Teatro di Roma come evento speciale nella sezione “Il dovere della memoria”, nasce nel segno del ricordo del 16 ottobre 1943, giorno dell’efferato rastrellamento del ghetto capitolino effettuato dalle truppe tedesche della Gestapo, ricordato come il Sabato Nero.

Rinnovato il Patrocinio non oneroso dell’Assessorato alla Crescita Culturale di Roma Capitale, l’evento vede la collaborazione del nuovo partner Intesa Sanpaolo e il sostegno dell’accademia di Musical MTDA, diretta da Manuela Mazzini.

Il musical, nato da un'idea del Maestro Simone Martino e del poeta Lorenzo Cioce e affidato alla giovane brillante regia di Giovanni Deanna, si sviluppa in due atti, attraverso testi tratti da documenti storici, con dialoghi dalla forte presa emotiva e con la trama di un'intensa colonna sonora.

Tra gli scopi dello spettacolo ci sono sia la sensibilizzazione sulla vicenda dell’Olocausto sia la riflessione sempre attuale sull'integrazione possibile fra mondi apparentemente divisi da un muro invalicabile.

Il cast formato da 12 artisti che si esibiranno live accompagnati da un violino solo.

MUSICHE: SIMONE MARTINO

LIBRETTO: LORENZO CIOCE - SIMONE MARTINO

REGIA: GIOVANNI DEANNA

TRAMA

Ziva è una ragazza ebrea polacca di undici anni, deportata con la sua famiglia in un campo di concentramento durante la seconda guerra mondiale. Incontra il coetaneo tedesco Peter, figlio del comandante SS del lager. Tra i due nasce una forte sintonia che si trasforma in amore e annienta ogni differenza e lascia spazio solo al sogno di una vita condivisa fra disperazione e uno sguardo verso il futuro.

CONTATTI:


PAGINA FACEBOOK: https://www.faceLo sguardo oltre il fango

PAGINA INSTAGRAM: https://www.instagram.com/losguardooltreilfango/

SITO UFFICIALE: www.teatrodiroma.net


INFO:

DATA UNICA: 15 OTTOBRE 2018

ORARIO: 21:00

BOTTEGHINO TEATRO di roma INDIA-ARGENTINA

tEL: 06.68.40.00.346



CAST:

ZIVA Żeleński: Margherita Rebeggiani

PETER KÖLLER: Gabriele Trucchi

ADA KÖLLER: Stefania Fratepietro

COLONNELLO HANS KÖLLER: Paolo Gatti

ILDE KÖLLER: Sharon Alessandri

KRAMER: Giovanni De Filippi

TENENTE SCHWARZ: Danilo Giannini

GABRIEL Żeleński: Michelangelo Nari

AGNESE: Giulia Di Turi

ANNA: Julie Ciccarelli

Elsa: Giulietta Rebeggiani

Bastian: Lorenzo Bernardini

SARA: Angela Pascucci

BAMBINI DEPORTATI: 
FLAVIA BUONCRISTIANI, lORENZO ARMIENTO, FEDERICA ARMIENTO




ARCHI DAL VIVO

Violino: MONICA CANFORA

STAFF:

ASSISTENTE DI PRODUZIONE: ANGELA PASCUCCI

SCENE: FABRIZIO DEL PRETE

COSTUMI: RITA PAGANO

TECNICO DEL SUONO: SIMONE SAMO MAMMUCARI

TECNICO LUCI: PIETRO FRASCARO

GRAFICA: LETIZIA GALLI

FOTOGRAFA: BENEDETTA RESCIGNO

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol