Passa ai contenuti principali

In primo piano

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Lucilla Galeazzi inaugura la Settima Edizione di Agorà Teatro e Musica alle Radici


15 e 16 settembre 2018

Anfiteatro di via Bombicci

(Pietralata)

INGRESSO LIBERO

Sarà il concerto di Lucilla Galeazzi ad inaugurare la settima edizione di Agorà – Teatro e Musica alle radici” la manifestazione culturale organizzata da Il NaufragarMèDolce che anche quest'anno si svolgerà a Pietralata, nell'Anfiteatro di via Luigi Bombicci, a Roma.

La rassegna ha lo scopo di far diventare il teatro strumento conoscenza, impegno sociale e integrazione, l’arte come finestra su un mondo lontano attraverso le realtà di casa nostra. Un insieme di spettacoli, eventi e proposte artistiche all’insegna dell’esplorazione e della ricerca che si inserisce nel territorio e lo fa parte integrante dello spettacolo stesso.

Grande attesa per Il fronte delle donne il concerto di Lucilla Galeazzi in scena il 15 settembre con Susanna Buffa, Chiara Casarico, Sara Marchesi, Stefania Placidi, Marti Ricci, Susanna Ruffini, Nora Tigges.

Un emozionante e commovente percorso di riflessione sulla Grande Guerra vista e vissuta dalle donne di allora. “Dove erano e dove sono le donne che hanno partecipato al farsi della storia? Perché scompaiono così facilmente dalla memoria collettiva? Si tratta di una censura consapevole, voluta oppure, cosa ancora peggiore, di una incapacità di riconoscere autonomia attiva al corpo e alla mente delle donne? Propendo per quest’ultimo comportamento, tanta è la naturalezza con cui i nomi femminili vengono dimenticati e trascurati, persi nella preziosa ricostruzione della tela narrativa di un popolo, di un paese. Purtroppo spesso sono proprio le donne a tapparsi gli occhi e la bocca di fronte alla storia scritta dai vincitori, preferendo riconoscersi nelle splendenti e rappresentative figure maschili, piuttosto che chiedersi il perché del silenzio sui nomi femminili. “Raccontare, dare riconoscibilità e parole ai fatti accaduti, sono attività fondamentali per la costruzione di un’identità di genere”.

Il 16 settembre alle 19.00 si spalanca il sipario sullo spettacolo Figlie di Sherazade con Chiara Casarico e Tiziana Scrocca. La storia vera di due giovani donne che raccontano affinché altre donne possano un giorno vivere in condizioni migliori.

Il progetto nasce dal bisogno di capire e raccontare, al di là di giudizi e pregiudizi, situazioni di disagio dovute alla diversità di genere nel mondo. L’idea è quella di portare una testimonianza attraverso uno spettacolo di narrazione, agile ed improntato all’essenzialità, trasferibile in diversi contesti culturali: una colonna sonora originale, una scenografia fatta di proiezioni, un gruppo di donne che raccontano di donne. L’obiettivo è quello di mettere l’accento sulla condizione del genere femminile e le sue ineguaglianze in diverse parti del mondo, sui diritti negati delle donne, e allo stesso tempo rivelare l’importanza dei percorsi di solidarietà e di presa di coscienza.

Non mancano altre attività come Roma Popolare Itinerari di altro turismo, a cura di Tiziana Scrocca con la collaborazione di Jessica Bertagni, Francesco De Miranda, Maria Chiara Russo, Danilo Turnaturi. Il 15 settembre con questi percorsi si dà spazio alle storie narrate e testimonianze di vita, passeggiando per una Roma, quella popolare, tra i cortili dove si racconta agli spettatori, tra passato e presente, tra memoria letteraria e spaccati di vita. Spazio ai laboratori domenica 16 settembre alle ore 17.00 con Canti di Lotta e Passione e alle 18.00Il Museo delle storie fragili a cura di Tiziana Scrocca. Un laboratorio a cielo aperto che si basa sull’improvvisazione di narrazioni brevi legate dal filo rosso della fragilità. Storie fragili, perché la materia è la fragilità, ma anche perché la loro narrazione è leggera, sottile e quindi fragile. Come un segreto rivelato ad un passante, come un incontro su un treno.
L'iniziativa è parte del programma dell'Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e realizzata in collaborazione con SIAE e promosso da Regione Lazio.
-------------------

Agorà – Teatro e Musica alle Radici

15 e 16 settembre 2019

Anfiteatro di via Bombicci (Pietralata)

Per info e prenotazioni:

telefono: 328 0677440– email: info@ilnaufragarmedolce.it

Ingresso Libero

www.ilnaufragarmedolce.it

Facebook: www.facebook.com/ilnaufragarmedolce/

Instagram:www.instagram.com/ilnaufragarmedolce/?hl=it

Twitter: https://mobile.twitter.com/NaufragarMe

Commenti

Post più popolari