Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

ASTANA BALLET GALA al Teatro Nuovo di Milano


ASTANA BALLET GALA

9 e 10 settembre

IL KAZAKISTAN SI RACCONTA IN TEATRO A MILANO

L'ottantunesima stagione del Teatro Nuovo di Milano viene inaugurata dal corpo di ballo di Astana Ballet Theatre. Il 9 e 10 settembre la storica sala di Piazza San Babila ospiterà per la prima volta in Italia la compagnia teatrale più giovane del Kazakistan, già reduce da una tournée mondiale che l’ha vista raccogliere ampi consensi sui palcoscenici di Mosca, San Pietroburgo, Pechino, Parigi, Vienna, Seoul, Budapest, Baku, New York, Tokyo e Varsavia.

L’Astana Ballet Theatre è uno spettacolo multidisciplinare in cui danza tradizionale kazaka, balletto classico e innovazione artistica si fondono per narrare la storia e la cultura di questo popolo attraverso il linguaggio universale dell’amore. Coreografie folkloristiche e classiche, versatilità e forte espressività della musica e contaminazioni da tutto il mondo sono gli elementi di forza di questa straordinaria performance.

In scena oltre 60 elementi tra artisti kazaki, ballerini e coreografi provenienti da diverse parti del mondo. Sul palco The Heritage of the Great Steppe (L’eredità della Grande Steppa), performance in cui tradizione, idee coreografiche moderne e differenti tecniche artistiche si fondono in modo armonioso e dove il carattere e l’originalità della danza nazionale kazaka sono magnificamente espressi e rappresentati.

Si continua con il balletto Love fear loss, la cui coreografia è curata da Ricardo Amarante, ispirato a Edith Piaf e diviso in tre duetti, ciascuno dei quali cattura una sensazione indissolubilmente legata alla vita della cantautrice francese: prima il sentimento dell’amore, la paura dell’indifferenza e, infine, la tragedia della perdita. Il suono del pianoforte e la purezza dei movimenti di danza classica riempiono tutto il palcoscenico ed è come se riecheggiassero le parole della Piaf: «Il pubblico non deve essere distratto da nulla».

La performance dell’Astana Ballet Theatre si conclude con il balletto in un atto ‘A Fuego lento, la cui Coreografia è curata sempre da Ricardo Amarante e le musiche da Astor Piazzolla. Una danza sensuale, che mutua dai virtuosismi e dall’essenza del tango, dove l’emozione gareggia con lo sfoggio della tecnica e le sequenze spettacolari di movimenti e figure.

Il tour dell’Astana Ballet Theatre è patrocinato dal Ministero della Cultura e dello Sport della Repubblica del Kazakistan –www.astanaballet.com.
--------------------

Teatro Nuovo

piazza San Babila

Info www.teatronuovo.it – Tel 02.794026 - Biglietti da 30€

Commenti