Passa ai contenuti principali

Will & Grace dalla tv a teatro - Visto per voi.



Visto per voi da Roberta Palozzi

Al Teatro Marconi di Roma ho assistito allo pièce “Una serata con Will & Grace” ispirata ai personaggi della serie tv "Will & Grace", tra le più amate e premiate al mondo.

Non nascondo che ero curiosa di come una serie tv potesse essere addattata per il teatro  e quindi... mi sono avventurata. Che dire! Le aspettative sono state confermate in pieno e anche di più... Bella la scenografia che crea l'ambiente dove si svolge la storia e, gli attori uno più bravo dell’altro. Ma andiamo per ordine... Ognuno di loro ha saputo cogliere le varie sfumature caratteriali e gestuali del personaggio che interpretava.

Will Truman: una persona paziente con le persone accanto e che spesso “gli invadono“ casa, sempre accanto alla sua amica Grace per “sopportarla” e supportarla, e anche “maniaco” della pulizia, arredamento e dell’abbigliamento. Marco Stabile ha saputo riportare tutto ciò in maniera perfetta con il carisma che lo contraddistingue. 



Grace: arredatrice d' interni, con un carattere un po’ particolare a tratti “isterico” sempre alle prese con la “turbolenta” storia con il suo Den. Sara Greco ha saputo riproporre il carattere del personaggio perfettamente .

Karen: il personaggio che amavo di più nella serie. La segretaria di Grace (che fa tutto tranne che lavorare 😂) dedita all’alcool, pasticche e shopping e .. ruolo complesso ma che Teresa Battaglia ha saputo interpretare in tutte le sue sfaccettature riuscendo anche ad imitare il tono di voce quasi “stridulo “che aveva il personaggio nella serie, nulla da dire nella sua interpretazione se non brava!

Jack: fantastico! io l’ho amato dal primo all’ultimo minuto (non me ne vogliano gli altri). Matteo Bocciarelli, ha interpretato in maniera perfetta quello che era il personaggio della serie tv .

Complimenti anche a Pamela Losacco nel ruolo della cameriera di Karen, Flavio Gismondi e Sebastian Gimelli Morosini nel ruolo di Larry e Joe che hanno danno un tocco particolare ai loro personaggi.

Avevo sempre visto gli spettacoli “diretti da” e mai “con” Claudio Insegno. Il ruolo di Mr. Stein, capo eccentrico è un po’ pazzo di Will è personaggio è esilarante e particolarissimo, e Claudio Insegno è stata una bellissima sorpresa, un attore straordinario, divertente e simpaticissimo. Ma non dimentichiamo che Claudio è anche regista e autore dell'adattamento, e quindi complimenti tripli 
per lui tutti meritati!

Concludendo, lo spettacolo è un mix di battute e frasi talmente esilaranti che a tratti nemmeno i ragazzi sul palco riuscivano a trattenersi dallo scoppiare a ridere. Ho sempre pensato che uno spettacolo deve il suo merito alla bravura di chi interpreta la storia ma anche da ciò che trasmettono al pubblico, ovvero essere un gruppo unito o meno, e loro lo sono eccome! Questo è quello che mi è arrivato e credo sia il top per uno spettacolo teatrale. Se ti arrivano tutte queste cose, hai fatto centro!

Per chi non lo ha ancora visto, non faccia l’errore di non andare !

Al Teatro Marconi di Roma fino al 20 maggio. 

Roberta Palozzi
-------------------


Commenti

Post popolari in questo blog

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

BROADWAY CELEBRATION - I GRANDI SUCCESSI DEL MUSICAL IN CONCERTO SPETTACOLO

                                                                  Tour 2021/22 BROADWAY CELEBRATION I GRANDI SUCCESSI DEL MUSICAL IN CONCERTO SPETTACOLO Rocky Horror Show, Jesus Christ Superstar, Rent, Mamma Mia! Sister Act, Les Misérables, Cats, Hairspray, Hair, Grease, Evita, The Phantom of the Opera… PRESENTA UMBERTO SCIDA Una produzione Marco Caselle, Alex Negro per Palco5. I due fondatori uniscono la loro ventennale esperienza nel settore del Musical il primo, e nel Gospel internazionale il secondo, per dar vita ad una serata imperdibile con un cast di 24 performer e musicisti per i grandi successi del Musical. 10 sono i performer di fama nazionale che compongono la sezione dei solisti, accompagnati da una band d’eccezione e supportati da altrettanti coristi. Non sarà un semplice concerto, ma una esperienza di storytelling attraverso parole e canzoni, come insegna il teatro di Broadway. La serata, infatti, verrà raccontata da Umberto Scida, già noto in tutto il Paese

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio