Passa ai contenuti principali

WELCOME TO THE 60's - HAIRSPRAY! VISTO PER VOI


Baltimore. Siamo nel 1962. Tracy è una sedicenne allegra, piena di vita con un grande sogno: diventare famosa ballando nel programma televisivo più seguito del momento il "Corny Collins Show"

Certamente tutti gli appassionati di musical sapranno che sto parlando di HAIRSPRAY - Grasso è bello, reso famoso dall'adattamento cinematografico del 2007 che vede protagonista John Travolta, Zac Efron, Michelle Pfeiffer e Christopher Walken.



Il musical, che ha debuttato a Broadway nel 2002, con musiche di Marc Shaiman, parole di Scott Wittman e libretto di Mark O'Donnell e Thomas Meehan, vanta più di 2500 repliche ed è vincitore di 8 Tony Awards.

Hairspray è ritornato in Italia con una nuova produzione firmata Teatro Nuovo di Milano, con la regia di Claudio Insegno, coreografie di Valeriano Longoni, direzione musicale e orchestra dal vivo affidati al Maestro Angelo Racz, costumi di Alessia Donnini, riadattamento scene di Roberto e Andrea Comotti e un cast di performer strepitosi.

Uno spettacolo pieno di ritmo e colore, unico aspetto un pò sotto tono riguarda le scenografie, che sono in stile con l'epoca, ma un pò troppo semplici. 



Per la seconda volta Giampiero Ingrassia veste i panni di John Travolta (la prima era Grease ovviamente)... panni abbastanza ingombranti direi, quelli di Edna Turnblad, la mamma "in sovrappeso" di Tracy. Un personaggio meraviglioso, dolce, tenero e combattivo. Per niente facile cantare, ballare e muoversi con un "impalcatura" di gomma piuma addosso, e solo Giampiero Ingrassia poteva riuscirci così bene, di questo non avevo dubbi, ma a vederlo in scena ne ho avuto la conferma.

Per la prima volta in un ruolo... e che ruolo... Mary La Targia, la spumeggiante Tracy. Giovane e fresca ha padronanza del palco come una veterana della scena. Davvero brava!




E poi che dire della fantastica Helen Tesfazghi, che molti hanno visto in The Bodyguard nel ruolo di Whitney Houston. Motormouth Maybelle è affascinante, bella, elegante, con un bel caratterino e una voce... sublime! 

Simpaticissime Floriana Monici e Beatrice Baldaccini nei ruoli di Velma e Amber Von Tussle, le due "cattivelle" del Corny Collins Show. Affiatate e scintillanti! 😁
E chi è Corny Collins? Ma chi poteva essere se non Gianluca Sticotti! Ciuffo e talento sempre al top!




Tutti meritano una menzione speciale: la poliedrica Claudia Campolongo; ormai colaudatissimo performer di talento Riccardo Sinisi nel ruolo dell'affascinante Link; Roberto Colombo che interpreta Wilbur Turnblad, padre di Tracy e marito di Edna; Elder Dias volto e voce di Seewed, piacevole rivelazione Giulia Sol nel ruolo di Penny, Luca Spadaro, le Dynamites (Cristina Benedetti, Francesca Piersante e Stephanie Dansou) e il favoloso ensemble maschile e femminile (Fabio Gentile, Max Francese, Robert Ediogu, Giuseppe Brancato, Martina Lunghi, Monica Ruggeri, Federica Nicolò)

Una storia meravigliosa raccontata in musical con brani davvero eccezionali, tutti suonati e cantati dal vivo con l'orchestra diretta dal Maestro Angelo Racz
Tastiera 2 Stefano Damiano - Chitarre Luca Bettolini e Marco Tersigni - Basso Daniele Catalucci - Batteria Marco Campagna – Reed 1 Ezio Allevi – Reed 2 Alessio Zanovello - Tromba Marcello Ronchi – Trombone Pietro Spina – Violini Carmelo Emanuele Patti e Chiara Tofani


Le liriche italiane tradotte e adattate da Emiliano Dominici, sono molto orecchiabili e già qualche ritornello si canta alla fine del primo atto.



Quello che mi è sempre piaciuto di questa storia, che nel musical trovo ancora più accentuata rispetto al film, è la lotta di questa ragazza verso un mondo migliore, dove bianchi e neri possano ballare insieme, dove non ci sia diversità di nessun tipo. Tracy rincorre il suo sogno e, nonostante non sia il prototipo di ragazza fisicamente giusta per apparire in televisione, lei non si arrende... va avanti! E riuscirà a ballare nel popolarissimo Corny Collins Show, a trovare l'amore, e aiutare i suoi amici di colore.
E non dimentichiamoci poi l'accettazione di noi stessi. A Tracy non importa di di essere "grossa", a lei interessano i suoi obbiettivi e sarà proprio lei a spronare la madre Edna, che non esce di casa da molti anni perchè si vergogna del suo aspetto, facendole capire quanto tutto posssa essere meraviglioso là fuori!
Trovo che Hairspray debba essere visto dai giovani, dalle scolaresche, perchè sono argomenti che non smetteranno mai di essere attuali e, la musica, è il linguaggio più adatto e che arriva diretto e schietto. 

E questa è la chiave giusta per vivere: non arrendersi mai!

Secondo musical della stagione per Claudio Insegno che, nel giro di pochi mesi, ci ha regalato due storie meravigliose e diverse tra loro, Spamalot e Hairspray, e il pubblico ne aveva veramente bisogno. Quando si ha la passione per il proprio lavoro, i risultati si vedono!

Rifornitevi di lacca e andate a conoscere gli abitanti di Baltimore! Attenzione: stare fermi in poltrona senza ballare sarà impossibile!
#youcantstopthebeat

Al Teatro Nuovo di Milano fino al 18 febbario e al Teatro Brancaccio di Roma dal 20 febbraio al 4 marzo. Biglietti su www.ticketone.it

Fotografie di Luca Vantusso http://www.lkv.photo/web/



HAIRSPRAY

Libretto: Mark O'Donnel, Thomas Meehan

Musiche: Marc Shaiman

Testi: Scott Whittman, Marc Shaiman


GIAMPIERO INGRASSIA - Edna Turnblad

MARY LA TARGIA - Tracy Turnblad

FLORIANA MONICI - Velma Von Tussle

GIANLUCA STICOTTI - Corny Collins

BEATRICE BALDACCINI - Amber Von Tussle

RICCARDO SINISI - Link Larkin

CLAUDIA CAMPOLONGO - Prudy Pingleton

GIULIA SOL - Penny Pingleton

ROBERTO COLOMBO - Wilbur Turnblad

ELDER DIAS - Seaweed J. Stubbs

LUCA SPADARO - Mr. Pinky/Harriman F.Spritzer

CRISTINA BENEDETTI -Little Insez/Dynamites

FRANCESCA PIERSANTE - The Dynamites

STEPHANIE DANSOU - The Dynamites

HELEN TESFAZGHI - Motormouth Maybelle

E con FABIO GENTILE – FEDERICA NICOLO' – MONICA RUGGERI - MARTINA LUNGHI – GIUSEPPE BRANCATO – MAX FRANCESE -ROBERT EDIOGU


L'Orchestra

Tastiera 2 Stefano Damiano - Chitarre Luca Bettolini e Marco Tersigni - Basso Daniele Catalucci - Batteria Marco Campagna – Reed 1 Ezio Allevi – Reed 2 Alessio Zanovello - Tromba Marcello Ronchi – Trombone Pietro Spina – Violini Carmelo Emanuele Patti e Chiara Tofani


Disegno Luci - Alin Teodor Pop

Disegno Audio - Simone Della Scala

Riadattamento Scene - Roberto e Andrea Comotti

Costumi ripresi da Alessia Donnini

Trucco – Chiara Mastellaro

Foto - Luca Vantusso/ Angela Bartolo LKV Photo Agency 

Direzione Musicale/Tastiera 1 – M° Angelo Racz

Coreografie - Valeriano Longoni


REGIA CLAUDIO INSEGNO

Pagina Facebook HAIRSPRAY - Il musical




Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol