Passa ai contenuti principali

"La Traviata" di Giuseppe Verdi al Teatro di Milano


L’Associazione culturale Musica in scena
presenta

LA TRAVIATA

di Giuseppe Verdi

Opera Lirica in tre atti
Libretto di Francesco Maria Piave
Orchestra “Testori”
Coro, scene e costumi Associazione Musicale Calaluce
Maestro del coro Massimiliano Di Fino
Maestro concertatore e direttore d’orchestra Paolo Marchese
Regia di Marco Daverio

TEATRO DI MILANO
Via Fezzan 11
Domenica 25 febbraio ore 16

Il Teatro di Milano ospiterà domenica 25 febbraio alle 16 "La Traviata", terzo capitolo della celeberrima trilogia popolare di Giuseppe Verdi ("Rigoletto" e "Il Trovatore", le altre due). A mettere in scena l’opera lirica sarà L’Orchestra “Testori” diretta dal Maestro Paolo Marchese, mentre il coro sarà diretto dal Maestro Massimiliano Di Fino. Il Coro, le scene e i costumi saranno invece affidati all’Associazione Musicale Calaluce e la regia è affidata a Marco Daverio.

L’opera in tre atti di Giuseppe Verdi, su libretto di Francesco Maria Piave, è basata su La signora delle camelie, pièce teatrale di Alexandre Dumas (figlio). Fu rappresentata per la prima volta al teatro La Fenice di Venezia nel 1853 e risulta essere l’opera più rappresentata al mondo.

Nella recita di domenica 25 al Teatro di Milano Violetta sarà interpretata dal soprano Clara Byun e Joon ho Pak vestirà i panni di Alfredo.

La Trama:

Violetta Valéry, giovane donna di mondo, vive nella Parigi del XIX secolo. Vive nel lusso e nelle feste, poiché è consapevole di essere gravemente malata di tisi e che la sua vita sarà breve.

A una delle feste conosce Alfredo Germont, da tempo è innamorato di lei, che in quell’occasione si dichiara. Violetta è colpita dalla sua passione e, quando lui le chiede di rivederla, gli dona una camelia, che lui dovrà riportarle quando sarà appassita.

Dopo il successivo incontro, Violetta e Alfredo vivono il loro idillio d'amore vero, in campagna. La fedele domestica di Violetta, Annina, rivela però ad Alfredo essere stata a Parigi per vendere tutti i beni della sua padrona coi quali poter pagare le spese di mantenimento della casa. Intanto, Violetta riceve la visita del padre di Alfredo, Giorgio Germont, che l'accusa duramente di voler spogliare Alfredo delle sue ricchezze e le chiede di lasciare il proprio figlio, visti anche i suoi trascorsi. Violetta, disperata, per amore di Alfredo parte lasciandogli una lettera di addio in cui gli spiega che sta tornando da un precedente amante, il barone Douphol.

Durante una festa Alfredo, sconvolto dopo il rifiuto di Violetta di tornare con lui, le getta addosso il denaro con cui voleva ripagarla per aver dilapidato i suoi beni. Violetta sviene e il barone Douphol sfida a duello Alfredo. Dopo alcuni giorni, sul letto di morte, Violetta riceve una lettera da Giorgio Germont, nella quale l'uomo le dice di essersi pentito di aver causato con il suo gesto tanto dolore e di aver rivelato ad Alfredo tutta la verità e che questi sta andando a ricongiungersi con lei. Quando Alfredo finalmente arriva i due si promettono amore e felicità, ma Violetta muore tra le braccia di Alfredo.
--------------------------

LA TRAVIATA

Opera Lirica in tre atti

di Giuseppe Verdi

Libretto di Francesco Maria Piave



Orchestra “Testori”

Coro, scene e costumi Associazione Musicale Calaluce

Maestro del coro Massimiliano Di Fino

Maestro concertatore e direttore d’orchestra Paolo Marchese

Regia di Marco Daverio

Direzione artistica Alessandra Floresta





TEATRO DI MILANO

Via Fezzan 11 - Milano

Domenica 25 febbraio ore 16

Info e prenotazioni: 02/42297313 – teatrodimilano@outlook.it

www.teatrodimilano.com

Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide