Passa ai contenuti principali

Buon compleanno, Hystrio!


Una giornata per i 30 anni della rivista di teatro Hystrio
26 febbraio 2018, dalle 10:30 alle 20:30
Chiostro Nina Vinchi, Piccolo Teatro di Milano, via Rovello 2

La rivista trimestrale di teatro e spettacolo Hystrio compie trent’anni. Fondata nel 1988 da Ugo Ronfani, dal 1998 è pubblicata dall’Associazione Culturale Hystrio e diretta da Claudia Cannella. Hystrio negli anni è cresciuta, si è rinnovata, si arricchita di contenuti e collaborazioni. Ai 30 anni di vita di Hystrio, dunque, è dedicata questa giornata.

Hystrio 1988-2018, trent’anni tra la scena e la platea, ore 10:30.


Grazie all’intervento dei collaboratori storici di Hystrio, di storici e studiosi delle discipline dello spettacolo, cercheremo di evidenziare l’importanza dell’editoria teatrale e periodica come strumento di diffusione della cultura teatrale e di formazione dello sguardo degli spettatori. Interventi di: Claudia Cannella, Andrea Bisicchia, Fausto Malcovati, Giuseppe Liotta, Francesco Tei, Laura Caretti, Sara Chiappori, Fabrizio Sebastian Caleffi, Stefania Maraucci, Roberto Rizzente, Diego Vincenti e altri in via di definizione. Moderatrice: Ira Rubini.

Buon compleanno, Hystrio!, presentazione del Dossier di Hystrio n. 1.2018, ore 15:00.

Interverranno i collaboratori di Hystrio che hanno contribuito alla realizzazione del Dossier. Moderatore: Fausto Malcovati.

La memoria di Hystrio, presentazione del nuovo archivio digitale della rivista, ore 16:00. A cura di Claudia Cannella e Ilaria Angelone

Hystrio 1988-2018, mostra dedicata alle copertine di Hystrio, presentazione ore 17:00 e inaugurazione ore 18:00. La mostra, curata dalla scenografa Maria Spazzi e da Marta Vianello, Erika Giuliano, Clara Chiesa, Marina Conti, raccoglie le copertine dei 120 numeri di Hystrio pubblicati dal 1988.

Festa con brindisi finale, Soti’s Bar, Chiostro Nina Vinchi, Piccolo Teatro di Milano, dalle ore 18:30 alle 20:30. Un momento conviviale offerto da Hystrio a tutti gli amici e gli ospiti.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero su prenotazione.
Prenotazioni e informazioni: redazione di Hystrio: tel. 0240073256, segreteria@hystrio.it, www.hystrio.it, fb hystrio trimestrale
--------------------------------

Breve storia di Hystrio!
Fondata nel 1988 da Ugo Ronfani, dal 1998 è pubblicata dall’Associazione Culturale Hystrio, diretta da Claudia Cannella. Rinnovata nella veste grafica e nei contenuti, Hystrio è negli anni cresciuta, si è rinnovata, si è arricchita di contributi e collaborazioni. Ogni pubblicazione è caratterizzata da un dossier a tema, dagli “speciali” su argomenti d’attualità, da un ricco notiziario, da testi di drammaturgia contemporanea e rubriche fisse che riguardano il teatrodanza, il teatro di figura e per ragazzi, i nuovi gruppi, con reportage dall’estero, novità editoriali e l’ampia sezione di recensioni di spettacoli di prosa, danza e lirica. Hystrio organizza ogni anno, dal 1989, il Premio Hystrio dedicato sia agli artisti giovani sia a quelli già affermati della scena italiana. Partecipa attivamente, dal 2006, ai Premi dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro, assegnando il Premio Hystrio-Anct. Dal 2014, inoltre, propone seminari di formazione e aggiornamento rivolti agli operatori teatrali.


Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide