Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

WAR - We Are Refused



TeatroSenzaTempo Produzione Spettacoli Teatrali
Presenta

WAR

We Are Refused

Testo di Chiara Alivernini
Adattamento e Regia di Mary Ferrara

DAL 13 AL 18 FEBBRAIO 2018

Ore 20,30 – Domenica pomeridiana ore 17
TEATRO LO SPAZIO – Via Locri, 44 – Roma

Infoline e Prenotazioni: Teatro Lo Spazio 06 7720 4149 - TeatroSenzaTempo 3664538808 info@teatrosenzatempo.com

con
Andrea Famà (Ulisse), Daniel De Rossi (Achille), Silvia Magazzù (Cassandra), Matteo Maria Dragoni (Pat), Virginia Menendez (Polluce), Martina Milani (Briseide), Stefano Di Giulio (Castore), Daniela Anzellini (Andromaca), Valerio Villa (Laoconte), Giulia Capuzzimato (Penelope)

Ulisse, stanco e invecchiato, inizia a raccontare la storia della sua vita. Ma nulla è come potrebbe sembrare. In un viaggio nello spazio e nel tempo, tra ricordi e deliri mentali, alle basi di un nuovo Olimpo il suo aspetto cambia, sembra ringiovanire mentre prendono vita i miti generati dal suo immaginario. Il mito come metafora dell’uomo e la sua propensione all’autodistruzione. 

Solo una luce si accende di speranza: Cassandra. Troppo vigile e immersa in questa umanità senza sentimento, in un dialogo rivelatore con Ulisse torna alle sue origini, ritrovando il contatto con la sua anima, anche se questo vuol dire diventare cieca di fronte all’orrore del mondo. E’ ancora poco affinché ci sia un cambiamento.. L’Amore è l’unica via e Penelope lo ricorda. Ulisse ha concluso ormai il suo viaggio e chiaro è il suo fallimento. Ormai consapevole, lascerà come testamento agli uomini le sue gesta, la possibilità di scelta di riappropriarsi di nuovo di vitalità e curiosità o quella di arrendersi ad una vita che è mera sopravvivenza. Un boato assordante e Ulisse non c’è più. Così come i suoi fantasmi. Cosa è stato? Ulisse tornerà di nuovo?


Info Biglietti (Esclusa tessera del teatro di € 3): € 12 (Intero) - € 9 (Ridotto)

Cast Tecnico Aiuto Regia: Chiara Alivernini – Assistente alla Regia: Francesca Romana Ciucci – Scenografia: Marco Maradei - Costumi e Trucco: Virginia Menendez – Luci: Giulia Di Savino - Supporto Produzione: Antonio Nobili - Promozione Web: Sharon Orlandini - Ufficio Stampa: MF Press - Foto: Lorenzo Pifferi










Commenti

Post più popolari