Passa ai contenuti principali

Tre attori in affitto: Ben tornata commedia degli equivoci. - VISTO PER VOI.


C'era una volta un Iraniano, un Romano ed un Napoletano. Può sembrare l'inizio di una barzelletta ed invece sono i 3 protagonisti della nostra storia, 3 attori che si trovano a vivere sotto lo stesso tetto. 

3 Attori squattrinati in cerca di Autore, Nando (Danilo Brugia), Ciro (Pio Stellaccio) e Amir (
Vittorio Hamarz Vasfi) che si trovano costretti a vivere insieme e condividere un appartamento come fanno tantissimi attori oggi, sempre in attesa di un provino o di quella telefonata che stenta ad arrivare.

Anche se apparentemente i 3 sono molto diversi tra loro, nel linguaggio e nella gestualità, una cosa decisamente li accomuna tutti: l'essere bugiardi e cercare di apparire per quello che non sono, attori super impegnati e sempre sul set sia di giorno che di notte. Si scoprirà infatti che per "tirare a campare", Ciro di notte fa il gigolò, Nando accompagna gli anziani al parco mentre Amir fa le letture dei contatori. Insomma come sempre accade in questo tipo di commedie, si portano all'eccesso delle situazioni per raccontare la realtà di oggi, uno spaccato di società dove il regista racconta la difficoltà di attori e attrici di arrivare a fine mese e pagare le bollette ma che non rappresentano altro che le paure e difficoltà di ognuno di noi.
L'importante è apparire e quindi anche se non si fa un provino da anni, fondamentale è essere visibile sui Social Network, postare foto e dirette Facebook per un like in più e qualche visualizzazione che ti da la sensazione di essere ancora "vivo" ed amato.


L'arrivo dell' Acting Coach Andrea (Noemi Giangrande), preparatrice bravissima e bellissima, porterà un pò di scompiglio in casa. Chiamata per preparare i 3 ad eventuali nuovi provini, Nando, "coatto" romano e Ciro, "provolone partenopeo", cercheranno più che di cogliere le capacità artistiche di Andrea, di cogliere quelle più fisiche ed appariscenti, trascinando il pubblico in risate ed applausi scroscianti, fino ad un lieto fine, dove, per "merito" di una diretta Facebook lasciata per sbaglio accesa, le situazioni da suite comedy famigliari, verranno notate in rete da un "produttore teatrale" che finalmente li ingaggerà per un contratto.

Ben tornata commedia degli equivoci. 4 bravi attori che con la loro simpatia e capacità trascinano il pubblico in quasi 2 ore di risate e spensieratezza. Regia ben curata da Alessia Izzo ed una scenografia essenziale e giusta per la storia, l'interno dell'appartamento dei 3 protagonisti.

Un applauso va fatto al Teatro Cyrano, da poco ristrutturato e riaperto al pubblico che presenta già una stagione di tutto rispetto. Luogo ideale per questo tipo di commedie, rappresenta una nuova realtà nel cuore di Roma, un piccolo gioiello che siamo sicuro diverrà una realtà Off di grande importanza per questa città.

Claudio Crocetti

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Tartassati dalle tasse - Biagio Izzo alla Sala Umberto

Produzione Tradizione e Turismo - Ente Teatro Cronaca Produzione esecutiva A.G. Spettacoli BIAGIO IZZO in TARTASSATI DALLE TASSE Scritto e diretto da EDUARDO TARTAGLIA Sala Umberto – dal 5 al 17 aprile 2022 Giulio Andreotti soleva dire che l’Umiltà, che di per sé costituisce una grande virtù, si trasforma in una vera iattura quando gli Italiani la praticano in occasione della loro dichiarazione dei debiti. “Io le tasse le pagherei. Ed anche volentieri! Se solo però poi le cose funzionassero veramente!” Quante volte abbiamo ascoltato simili confidenze? E quante volte anche la nostra coscienza di pur buoni ed onesti cittadini ha segretamente partorito concetti del genere? Il problema, però, è che se poi davvero ragionassimo tutti quanti sempre così, come e perché mai le cose potrebbero veramente funzionare? Sarà costretto improvvisamente a domandarselo anche Innocenzo Tarallo, 54 anni ben portati, napoletano, imprenditore nel settore della ristorazione: il classico “self made man”, che d