"Signori si nasce... e noi? Lo nacquimo!" - Visto per voi.

12:17




Con l'arrivo del nuovo anno, arrivano sempre anche loro a deliziarci con un nuovo spettacolo. Sto parlando de I Legnanesi che dal 5 gennaio al 4 marzo saranno in scena al Teatro della Luna con SIGNORI SI NASCE... E NOI?

Dopo tanti anni al Teatro Nazionale, una nuova casa per la famiglia Colombo e, il Teatro della Luna, li accoglie già dall'esterno e nel foyer dove potete ammirare una galleria fotografica con le immagini dei loro spettacoli.

Una nuova storia che si articola tra il nostro amatissimo cortile e Napoli. Avete capito bene... Napoli!

Durante la festa per il suo compleanno, la Teresa scopre un messaggio vocale sul telefonino del Giovanni, un messaggio inequivocabile del tradimento del marito.

Giovanni si è "invaghito" della marchesa, proprietaria del loro cortile, e decide di andare con lei a Napoli. Ma sarà vero amore? La Teresa lo lascerà andare così facilmente? Ovviamente no... e con il supporto della Mabilia e della Pinetta, le tre donne vanno a Napoli per... "Dio perdona, la Teresa no!"



Scene esilaranti, momenti di comicità semplice e diretta, e non mancano di certo le bellissime esibizioni della Mabilia e i suoi boys, con costumi meravigliosi e omaggi musicali alla canzone napoletana e al grande Totò.

Come sempre non ci sono solo risate e momenti di varietà, ma le riflessioni finali che la famiglia Colombo ci porta alla nostra attenzione. Riflessioni vere e costruttive che arrivano dritte al cuore.



Antonio Provasio (la Teresa), Enrico Dalceri (la Mabilia) e Luigi Campisi (il Giovanni) sono diventati parte di una famiglia per tutti gli appassionati che ogni anno riempiono i teatri per vederli in scena. E ogni anno il loro successo continua e attira nuovo pubblico a teatro. Perchè? Se non avete mai visto i Legnanesi in scena, andate a vederli e poi scrivetemi.

Complimenti a tutto il cast artistico e tecnico che ci regalano una nuova perla nella storia dei Legnanesi. 

Signori si nasce... e noi? Lo nacquimo!!!










You Might Also Like

0 commenti