Passa ai contenuti principali

‘PROCESSO A PINOCCHIO’ TORNA A SAN BENEDETTO DEL TRONTO


In scena al Palariviera il 25 gennaio con Luca Giacomelli Ferrarini e Cristian Ruiz per aprire la stagione del “Mindie”, la prima rassegna del teatro musicale indipendente

LA VERITA’ COMINCIA CON UNA BUGIA
Dai creatori de “L’ultima strega”, “Lady Oscar” e “Boom” il musical rivelazione della scorsa stagione, la Freezer Dance Studios è lieta di presentare la prestigiosa commedia musicale psico-noir “Processo a Pinocchio” di Andrea Palotto e Marco Spatuzzi, con Luca Giacomelli Ferririni e Cristian Ruiz.

Chi ha ucciso il povero Salvatore Grillo? L’inguaribile bugiardo Pino, colto con l’arma del delitto ancora in mano, sembra il sospettato principale: la presenza sul luogo del misfatto di alcune persone, tutte in qualche modo legate alla vittima o all’indiziato, e tutte convinte della sua colpevolezza, sembra togliere ogni dubbio... oppure no? Solo un viaggio nella mente di Pino svelerà eventi e situazioni che sembrerà imprigionare ognuno nella propria psicosi: un percorso di psicanalisi delirante, una seduta analitica sui generis, alla ricerca del movente e dell’incredibile epilogo della vicenda. Tutti vissero felici e contenti… o forse no?

Scritto e diretto da Andrea Palotto, con le musiche di Marco Spatuzzi, le coreografie di Debora Boccuni, costumi di Bianca Borriello ,“Processo a Pinocchio” vede un cast d’eccezione, capitanato da Cristian Ruiz e Luca Giacomelli Ferrarini, due dei performer più apprezzati nel panorama del teatro musicale italiano, e con la partecipazione di: Alessandro Arcodia, Elena Nieri, Angela Pascucci, Nadia Straccia e al pianoforte Carlo Valente .

Lo spettacolo vanta prestigiosi premi vinti, tra cui quello delle Migliori Musiche agli Oscar del Musical 2015 e candidato finalista come Miglior Musical Off.

Inoltre, Processo a Pinocchio inaugura la stagione del Mindie (www.mindie.it), la prima rassegna del teatro musicale indipendente, che dopo Roma e Firenze, farà tappa anche a San Benedetto del Tronto, grazie a Renato Di Francesco, Magda Malatesta e Lorenza Virgili per Freezer Dance Studios, col patrocinio del Comune di San Benedetto del Tronto che destinerà 50 biglietti omaggio ad uno dei Comuni del Cratere colpito dal terremoto.

La rassegna del Mindie, nata dall’idea di Andrea Palotto, vedrà sul palco del PalaRiviera, oltre a Processo a Pinocchio il 25 gennaio 2018, anche due produzioni nazionali che stanno conquistando il pubblico e la critica: Disincantate - Le più Str0nze del reame l’11 marzo 2018 e Ti amo, sei perfetto, ora cambia il 25 marzo 2018.
--------------------------------

giovedì 25 gennaio 2018

PROCESSO A PINOCCHIO

PALARIVIERA - SAN BENEDETTO DEL TRONTO

INFO BIGLIETTI

Prezzi

€ 22 I settore

€ 19 II settore

€ 11 III settore


Under 12 € 10
Gruppi minimo 10 persone sconto 10%

Biglietti online su: liveticket.it

Info, prenotazioni e prevendite: 339 2961013 - 335 6269281


Orari biglietteria Palariviera

San Benedetto del Tronto (Piazza Aldo Moro n.1)

nei giorni 6-7-13-14-20-21 gennaio dalle ore 16:30 alle 18:00 e dalle 19:00 alle 21:00




Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Tartassati dalle tasse - Biagio Izzo alla Sala Umberto

Produzione Tradizione e Turismo - Ente Teatro Cronaca Produzione esecutiva A.G. Spettacoli BIAGIO IZZO in TARTASSATI DALLE TASSE Scritto e diretto da EDUARDO TARTAGLIA Sala Umberto – dal 5 al 17 aprile 2022 Giulio Andreotti soleva dire che l’Umiltà, che di per sé costituisce una grande virtù, si trasforma in una vera iattura quando gli Italiani la praticano in occasione della loro dichiarazione dei debiti. “Io le tasse le pagherei. Ed anche volentieri! Se solo però poi le cose funzionassero veramente!” Quante volte abbiamo ascoltato simili confidenze? E quante volte anche la nostra coscienza di pur buoni ed onesti cittadini ha segretamente partorito concetti del genere? Il problema, però, è che se poi davvero ragionassimo tutti quanti sempre così, come e perché mai le cose potrebbero veramente funzionare? Sarà costretto improvvisamente a domandarselo anche Innocenzo Tarallo, 54 anni ben portati, napoletano, imprenditore nel settore della ristorazione: il classico “self made man”, che d