Passa ai contenuti principali

“MISTERO BUFFO”, UGO DIGHERO OMAGGIA DARIO FO, AL DUSE DAL 9 GENNAIO


Martedì 9 gennaio, ore 20.30 al Teatro Duse, va in scena “MISTERO BUFFO”, un omaggio al teatro di Dario Fo, il drammaturgo italiano più rappresentato nel mondo, in uno spettacolo prodotto dal Teatro dell’Archivolto. 

Regista e protagonista è Ugo Dighero che interpreta tutti i personaggi de “Il primo miracolo di Gesù bambino” e “La parpàja topola”, due tra i brani più famosi del repertorio del premio Nobel, in cui si uniscono un grande divertimento ed un forte contenuto. “Il primo miracolo di Gesù Bambino” è tratto dallo spettacolo “Storia della tigre e altre storie” (1977) che Fo scrisse prendendo spunto dai “Vangeli apocrifi”, in particolare da quello detto “protovangelo”, in cui si narra della vita di Gesù Cristo dalla fuga in Egitto fino al momento in cui torna nel deserto. Durante la fuga, Gesù, Giuseppe e Maria si fermano a Jaffa dove vagano per la città cercando lavoro: Gesù tenta di fare amicizia con i ragazzini del posto ma viene deriso in quanto “foresto”, figlio di emigranti che parla un dialetto incomprensibile. Gesù cerca di vincere il rifiuto dei ragazzini e, pur di farseli amici, decide di compiere un piccolo miracolo. Subito i bimbi entusiasti lo eleggono “capo dei giochi “, ma quel divertimento assurdo e fantastico viene distrutto dall’antipatico figlio del padrone della città. 

“La parpàja topola”, tratto da “Il fabulazzo osceno” (1982), narra di un giovane capraio, Giavan Pietro, divenuto improvvisamente ricco per l’inattesa eredità del suo padrone. La notizia della sua ricchezza si diffonde velocemente e il poveretto si trova circondato da aspiranti spose, fra cui Alessia che con la sua bellezza vince le sue ritrosie. La splendida ragazza non disdegna i favori di Don Faina sotto lo sguardo compiacente della madre. Quest’ultima obbliga il prete a trovare un marito alla ragazza ed ecco entrare in gioco l’ingenuo e ricco pastore: la prima notte di nozze tutto viene combinato perché il povero Giavan Pietro rimanga a bocca asciutta e faccia posto al prelato, ma la purezza del capraio saprà toccare il cuore di Alessia.

“MISTERO BUFFO” è divenuto, ormai da qualche anno, un cavallo di battaglia di Ugo Dighero che con un ritmo incalzante e l’interpretazione simultanea di tutti i personaggi delle due storie, sfodera tutte le sue capacità attoriali dando vita ad una galoppata teatrale che lascia senza fiato.

“MISTERO BUFFO” è in scena al Teatro Duse dal 9 al 14 gennaio, dal martedì al sabato alle ore 20.30, domenica alle ore 16. La recita del giovedì inizia alle 19.30.

------------------------------------------------

Venerdì 12 gennaio ore 17.30, Ugo Dighero incontra il pubblico nel foyer del Teatro della Corte.

Conduce Umberto Basevi.

L’ingresso è libero.

Per ulteriori informazioni: www.teatrostabilegenova.it o www.archivolto.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol