Passa ai contenuti principali

MI RICORDO DI TE



Compagnia della Farsa – Produzioni Capsa Service
presenta

MI RICORDO DI TE

di Stefano Terrabuoni
diretto da Luca Pennacchioni

Con Claudia Spedaliere, Gabriele Marconi, Gianni Mirizzi, Laura Mannino, Valentina Mauro

alla fisarmonica Gianni Mirizzi

Ar.Ma Teatro – Roma
dal 12 al 14 e dal 19 al 21 gennaio
ore 21. domenica ore 18

Mi ricordo di te, è con questo spettacolo che Daria Veronese direttrice dell' Ar.Ma Teatro inaugura il 2018. In scena, dal 12 al 21 gennaio, solo dal venerdì alla domenica, la Compagnia della Farsa e Capsa Service producono il testo di Stefano Terrabuoni diretto da Luca Pennacchioni con Claudia Spedaliere, Gabriele Marconi, Gianni Mirizzi, Laura Mannino,Valentina Mauro e il M°Gianni Mirizzi alla fisarmonica.

Si sta per festeggiare la promozione di Filippo e la sua casa quanto la sua splendida moglie Erminia, sono pronti per l’occasione. La tavola è imbandita e gli amici più cari stanno arrivando, nulla sembra poter turbare o scalfire il clima di serenità che pervade la casa. All’improvviso l’amnesia, Filippo non riconosce più i suoi amici, non li ricorda, come non ricorda gli aneddoti che gli vengono raccontati, si ritrova a piangere della perdita di persone di cui non ricorda nemmeno di aver partecipato al funerale. Come se non bastasse emergono particolari della sua vita imbarazzanti e molto pericolosi, che rischiano di compromettere il suo matrimonio. Gabriele Marconi si calerà nel ruolo del protagonista, accompagnato da Valentina Mauro che interpreterà la moglie Erminia. Claudia Spedaliere, Laura Mannino e Gianni Mirizzi vestiranno rispettivamente i panni di Margherita, Adele e Claudio, gli amici invitati alla festa.

Questa commedia, scritta da Stefano Terrabuoni è tratta dal suo romanzo “Mi ricordo di Te”. L’opera dai ritmi già molto serrati e dagli innumerevoli spunti comici, nella regia di Luca Pennacchioni, viene arricchita dalle atmosfere create dalla fisarmonica del maestro Gianni Mirizzi , questa volta nella doppia veste di attore e musicista, e da una precisa volontà registica di adattare il testo in base alle caratteristiche e peculiarità della compagnia. Questo ha dato vita ad uno spettacolo fresco, veloce ed estremamente divertente con la brillantezza ed il giusto ritmo che solo una compagnia eterogenea ed estremamente affiatata riesce a dare.

---------------------

Mi ricordo di te

Scritto da: Stefano Terrabuoni

Regia di: Luca Pennacchioni

Con: Claudia Spedaliere, Gabriele Marconi, Gianni Mirizzi, Laura Mannino,Valentina Mauro

Scenografia: Luca Pennacchioni

Fisarmonica: Gianni Mirizzi

Disegno luci: Massimo Sugoni

Costumi: Fjorilda Dyli

Tecnico audio-luci Giampaolo Amico

Fotografie di scena: Agnese Ruggeri

Organizzazione: Daria Veronese

Produzione: Compagnia della Farsa e Capsa Service




Ar.Ma Teatro

via Ruggero di Lauria, 22 Roma

Dal 12 al 14 e dal 19 al 21 Gennaio 2018

ore 21.00, domenica ore 18.00.

Biglietto: Intero 15 €, Ridotto su prenotazione 12 €,

Info e prenotazioni: 06 3974 4093

mail : info@capsaservice.it

www.compagniadellafarsa.com

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol