Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

Lezioni di vita in musical - Next to normal. Visto per voi al "MINDIE".


Ultimo appuntamento di MINDIE - Festival del musical Indipendente al Nuovo Teatro Orione di Roma, e non poteva concludersi meglio di così. Uno spettacolo unico, un cast strepitoso, una storia forte e delicata allo stesso tempo. Sto parlando di Next to Normal.


Prodotto da STM - Scuola del Teatro Musicale, Next to Normal arriva a Roma con una nuova regia, quella della diplomata Costanza Filaroni. Pochi gli elementi scenografici ma essenziali alla storia. Sei artisti di talento in scena.

DIANA : una Francesca Taverni magistrale. In quelle 2 ore sul palco non c’era lei ma c’era realmente Diana!!! Ha dato vita ad una madre distrutta, quasi annullata da quello che è il dolore più grande di una donna: la morte di un figlio. Una donna che non riesce a vedere un’uscita da questo brutto tunnel a volte dimenticandosi di farsi forza per se stessa, per suo marito e sua figlia che sono vicino a lei.
Una donna che alla fine con grande coraggio prende la scelta più difficile: lasciare la sua famiglia per dargli una vita più tranquilla.

DAN: straordinaria interpretazione di Antonello Angiolillo. Un marito che dimostra un amore talmente forte rimanendo accanto alla donna che ha sposato nel bene e nel male. Un uomo tanto forte quanto fragile... che alla fine dimostra a cuore aperto la sua sofferenza per la scomparsa del figlio e che ha sempre tenuto nascosta dentro di lui, mettendo in secondo piano il suo dolore per aiutare la donna che ama.

NATALIE: stupenda Laura Adriani! Dopo averla ammirata nelle sue esperienze televisive e cinematografiche, vederla dal vivo e stata una scoperta. Una giovane Natalie che si ritrova in una realtà particolare con una madre quasi assente ed un padre che per stare vicino alla moglie a volte non si accorge di mettere da parte anche lei... una figlia ribelle, arrabbiata... il suo comportamento è il suo grido di aiuto, di bisogno d’amore quel grido che vuole dire "hey mamma, papà ci sono anche io ed ho bisogno di voi". Una figlia che alla fine riesce a recuperare qualcosa di quel rapporto genitori/figli di cui tanto aveva bisogno e ristabilire un pò di serenità dentro di sè.




HENRY: Un ragazzo come tanti, che si approccia a Natalie in un momento molto delicato per lei, dimostra una grande maturità e rispettando i tempi della ragazza, riuscendo a far breccia nel suo cuore confuso. Bella interpretazione di Massimiliano Perticari.

GABE : è la prima volta che vedo in scena Renato Crudo, viso pulito, presenza scenica e le sue caratteristiche di attore e cantante sono davvero notevoli e intense. E' lui Il figlio scomparso. Il figlio mai dimenticato e ricordato con emozioni diverse dalla madre, dal padre e dalla sorella. Il suo "Sono vivo" è un grido d'amore, di voglia di esserci ancora, un grido verso il quale non si può rimanere indifferenti.

Seppur non presenti spesso i ruoli del Dottor Madden e Dottor Fine sono fondamentali nel loro spazio: due medici diversi tra loro e che, entrambi, incideranno sul percorso di Diana. Bravo 
Matteo Morigi che riesce ad esprimere al meglio questi due personaggi.

Uno spettacolo che sicuramente non può lasciare indiferrente il pubblico perchè dentro ad ognuno di noi c'è qualcosa del passato o del presente, che ha lasciato un segno. Next to normal parla d'amore in ogni direzione, del bisogno disperato di dare e ricevere amore, di essere e di esistere.


Un vero gioiello del teatro musicale che merita di essere visto in tutta Italia.

Roberta Palozzi
-------------------

Foto di Alessandro Morino

Commenti

Post più popolari