Passa ai contenuti principali

ITALIA 70 in concerto


VITALA FESTIVAL 6° edizione

Eventi filantropici in sostegno di artisti in musica e arti visive
Presenta

ITALIA 70 in concerto

Lunedì 22 Gennaio 2018

ore 21.00
Teatro San Genesio, Via Podgora,1

Il rock italiano degli anni 70 e la magia della tradizione sinfonica ed etnico-mediterranea

Concerto a cura di Guido Bellachioma
direzione artistica, tastiere, voce Davide Pistoni
Luca Velletri,voce
Fabio Servilio, chitarre
Carlo Micheli, sassofono, flauto
Lorenzo Trincia, basso
Francesco Isola, batteria

Lunedì 22 gennaio 2018 torna la musica sul palcoscenico del Teatro San Genesio per il Vitala Festival. 

A partire dalle 21,00 il teatro risuonerà delle più famose sonorità della musica italiana degli anni Settanta nel concerto degli Italia 70 formazione composta da Davide Pistoni, Luca Velletri, Fabio Servilio, Carlo Micheli, Lorenzo Trincia e Francesco Isola. Una serata dedicata al racconto di una storia di profonde emozioni tra le grandi canzoni del rock italiano degli anni 70 e la magia della tradizione sinfonica ed etnico-mediterranea. Quello che gli Italia 70 si prefiggono per la serata è portare nel rock quello che generalmente si fa nel jazz e nella musica classica: la lezione del passato per rendere credibile il presente e pensare al futuro della nostra musica.

Il repertorio del concerto sarà costituito da composizioni leggendarie, che raccontano la storia del rock italiano degli anni 70, quello più vicino al versante sinfonico e mediterraneo, considerato all’estero tra le poche cose italiane rilevanti in settore rock. Pezzi tra i più famosi di formazioni che sono in parte ancora ben presenti sui palcoscenici italiani e di tutto il mondo come Area, Premiata Forneria Marconi, Banco del Mutuo Soccorso, Le Orme, Il Rovescio della Medaglia, Osanna. Un concerto – evento da non perdere, tra live e cultura Seventies.

Il Vitala Festival, organizzato da Fabiana De Rose in collaborazione con il Teatro San Genesio, è una rassegna di natura filantropica, alla sesta edizione, con lo scopo di promuovere e sostenere musicisti, cantanti, artisti del settore musicale e delle arti visive, che presenta un calendario articolato e variegato per genere e composizione dei gruppi musicali che verranno ospitati. Ringraziamo il pubblico che segue la rassegna per il gentile sostegno e rinnovato interesse per questa nuova edizione del festival.

http://www.teatrosangenesio.it/concerti.html

https://www.facebook.com/vitalafestival/


INGRESSO CONCERTO:
Intero 15€ (include primo drink al bar del foyer); Ridotto 13€ (studenti/bambini).

Info/prenotazioni: 347-8248661; wonderwallenter@gmail.com

Si consiglia la prenotazione.


DALLE 20.00 sarà disponibile un SERVIZIO BUFFET pre-concerto.



Con il gentile sostegno di:

Verde Bistrot - via Ermete Zacconi 37; info@verdebistrot.it; www.verdebistrot.it

Nanna Papera - catering per feste, cene, pranzi ed Eventi; nanna.papera.ab@gmail.com

Noi Salon - www.noisalon.com



Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Tartassati dalle tasse - Biagio Izzo alla Sala Umberto

Produzione Tradizione e Turismo - Ente Teatro Cronaca Produzione esecutiva A.G. Spettacoli BIAGIO IZZO in TARTASSATI DALLE TASSE Scritto e diretto da EDUARDO TARTAGLIA Sala Umberto – dal 5 al 17 aprile 2022 Giulio Andreotti soleva dire che l’Umiltà, che di per sé costituisce una grande virtù, si trasforma in una vera iattura quando gli Italiani la praticano in occasione della loro dichiarazione dei debiti. “Io le tasse le pagherei. Ed anche volentieri! Se solo però poi le cose funzionassero veramente!” Quante volte abbiamo ascoltato simili confidenze? E quante volte anche la nostra coscienza di pur buoni ed onesti cittadini ha segretamente partorito concetti del genere? Il problema, però, è che se poi davvero ragionassimo tutti quanti sempre così, come e perché mai le cose potrebbero veramente funzionare? Sarà costretto improvvisamente a domandarselo anche Innocenzo Tarallo, 54 anni ben portati, napoletano, imprenditore nel settore della ristorazione: il classico “self made man”, che d