Passa ai contenuti principali

Disincantate: Le principesse indifese di una volta, scordatevele! - VISTO PER VOI



Diciamoci la verità. Ogni qual volta andiamo a teatro a vedere un adattamento in italiano di uno spettacolo in scena a Broadway oppure Off Broadway, storciamo il naso. Siamo sempre un pochino scettici soprattutto per le traduzioni e gli adattamenti dei brani nella nostra lingua e pensiamo che la comicità di oltre oceano sia decisamente diversa per i nostri gusti.


E allora come spiegare le quasi 2 ore di un Teatro (il Nuovo Teatro Orione di Roma) piegato in 2 dalle risate? E' stato un continuo applaudire e ridere... ridere tanto!

Il motivo è semplice... la straordinaria bravura di un gruppo di ragazze che fanno la differenza, abbinata ad un adattamento dei dialoghi e dei testi dei brani cantati che convincono, esattamente come gli originali.
Un bravo lo voglio dedicare a "I perFORMErs - Produzioni Artistiche" che ha vinto la sfida portando in Italia il musical scritto da Dennis T.Giacino che vede l'adattamento e la regia di Matteo Borghi e la traduzione delle liriche di Nino Pratticò. 
Condivido le parole del Presidente de "I perFORMErs" Edoardo Scalzini, che per fare uno spettacolo di qualità prima di tutto serve un bravo attore e qui di bravissime attrici, cantanti e ballerine ne abbiamo veramente tante.

Disincantate lo sappiamo tutti, vuole rompere in chiave satirica, gli schemi e gli stereotipi delle principesse indifese così come ce le ha volute raccontare Walt Disney fin dal 1937 con la sua versione di Biancaneve.

Ed ecco quindi apparire sul palco, tante principesse come non le avete mai viste prima, stufe dei propri principi azzurri e di quel lieto fine, dove "tutti vissero felici e contenti"... insomma delle principesse più "attuali" con una Cenerentola svampita, una Biancaneve decisamente "sboccacciata", una Principessa Mulan lesbica fino ad arrivare ad una Ariel con le calze a rete.

Esilarante è dire poco.



Dobbiamo considerare che tutto era Live e con una orchestra che suonava dal vivo... come dite? C'era solo la bravissima Eleonora Beddini al pianoforte!? Beh a me è sembrata una orchestra sinfonica per la bravura e capacità di accompagnare nel canto e sottolineare la recitazione delle bravissime principesse.

E allora come non citare una ad una queste straordinarie performers del teatro musicale italiano, vere e proprie star di una bravura indescrivibile: Claudia Cecchini, Claudia Belluomini, Simona Distefano, Maria Dolores Diaz, Giulia Mattarucco e Angela Pascucci.

La rassegna MINDIE - Festival del musical indipendente portata al Nuovo Teatro Orione da Andrea Palotto, sta dando al pubblico, e agli appassionati, grandi soddisfazioni.
Seguite le Principesse "incazzate" in Tour in tutta Italia, non ve ne pentirete... al limite vi verranno a cercare loro e vi trascineranno per i capelli in Teatro!

Claudio Crocetti
----------------------

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Tartassati dalle tasse - Biagio Izzo alla Sala Umberto

Produzione Tradizione e Turismo - Ente Teatro Cronaca Produzione esecutiva A.G. Spettacoli BIAGIO IZZO in TARTASSATI DALLE TASSE Scritto e diretto da EDUARDO TARTAGLIA Sala Umberto – dal 5 al 17 aprile 2022 Giulio Andreotti soleva dire che l’Umiltà, che di per sé costituisce una grande virtù, si trasforma in una vera iattura quando gli Italiani la praticano in occasione della loro dichiarazione dei debiti. “Io le tasse le pagherei. Ed anche volentieri! Se solo però poi le cose funzionassero veramente!” Quante volte abbiamo ascoltato simili confidenze? E quante volte anche la nostra coscienza di pur buoni ed onesti cittadini ha segretamente partorito concetti del genere? Il problema, però, è che se poi davvero ragionassimo tutti quanti sempre così, come e perché mai le cose potrebbero veramente funzionare? Sarà costretto improvvisamente a domandarselo anche Innocenzo Tarallo, 54 anni ben portati, napoletano, imprenditore nel settore della ristorazione: il classico “self made man”, che d