Passa ai contenuti principali

VIAGGIO SUL FILO - la storia di Philippe Petit


VIAGGIO SUL FILO

la storia di Philippe Petit

ANDREA PAGANI pianoforte LORENZO RICHELMY voce narrante

musiche originali di Andrea Pagani

tratte dal disco Petit(e) suite puor Philippe

regia di Andrea Anconetani

Giovedì 21 dicembre alle 21.00 sarà in scena lo splendido spettacolo per piano e voce narrante dedicato al grande funambolo francese Philippe Petit. Andrea Pagani, pianista e compositore romano, è l'autore delle musiche ispirate alle imprese eccezionali del grande Petit, mentre a dare voce al racconto è il talentuoso Lorenzo Richelmy.

Lo spettacolo narra l’incredibile storia di Petit grande artista francese i suoi sogni, le sue passioni, le infinite difficoltà che dovrà affrontare per realizzare la sua più celebre impresa: la traversata clandestina tra le due torri gemelle del World Trade Center a New York, il 7 Agosto 1974.

Petit, infatti, ha realizzato grandiose attraversate clandestine camminando sul cavo ad altezze pazzesche come quella che ha unito i campanili Notre Dame a Parigi, nel 1971, o quella a Sydney tra i piloni dell'Harbour Bridge, o quelle realizzate sulle cascate di Peterson e sulle cascate del Niagara.

E’ il racconto di una sfida alla vita, in musica, immagini e parole. Una serie di quadri sonori che trascinano la mente dello spettatore nell’esperienza straordinaria del protagonista.

Un coinvolgente viaggio emotivo sul confine tra sogni e realtà.

ANDREA PAGANI

Nato a Roma, pianista, tastierista, compositore, arrangiatore. Vanta numerose collaborazioni con artisti italiani ed internazionali come Roberto Ciotti, Enrico Montesano, Acustimantico, Frank Catalano, Enzo Scoppa, Massimo Moriconi, Francesca De Fazi, Randy Roberts, Claudia Marss, U.S.Z., Blue Joshua Band, José Martillotta, Joe De Vecchis, con i quali ha inciso dischi e partecipato ai più importanti Festival italiani ed internazionali, tra cui: "Pistoia Blues" (2000), "Jazz & Image" a Villa Celimontana, Roma (4 edizioni, 2000/2003), "Umbria Jazz Winter"(2001/02), "Philips Dubai Jazz Festival"(Emirati Arabi-2003), "Jazz Tage Lichtensteig" (Svizzera-2003), "Isola Liri Blues"(2004), "Nokia Abu Dhabi Jazz Festival" (Emirati Arabi-2006), "Roma incontra il mondo-Villa Ada (Roma 2006/2007), "Out of the Blue's Festival" (Samedan, Svizzera - 2007), "Stadio della Pallacorda" (Roma, 2008) “FestambienteSud” (2008), “Notti d’estate a Castel S.Angelo, “Auditorium Ara Pacis”( Roma 2012), Settimana della Cultura italiana, Uganda (2015).

Ha al suo attivo cinque dischi da solista, “FOR THE SEA”(2007), “LE STORIE D’AMORE”(Pony Canyon, 2007) con il quale ha vinto il “Gold Disc Award” della rivista giapponese “Swing Journal”, "ANDREA PAGANI PLAYS PUCCINI" (Mojo Records, 2008), prodotto come il precedente da Makoto Kimata (già produttore di McCoy Tyner, Kenny Drew, Chet Baker e altri musicisti di fama internazionale),“BRAVI BRAVI, MA CE L’AVETE UNA CANTANTE?”(Zone di Musica,2012) e “PETIT(e) SUITE POUR PHILIPPE” (Filibusta Records, 2015), da cui nasce anche la rappresentazione teatrale con lo spettacolo ‘VIAGGIO SUL FILO’ La storia di Philippe Petit. Debutto a Roma, 8 Dicembre 2016 Auditorium Parco della Musica. E’ presente inotre, nel cd “OTOKO NO KAKUREGA JAZZ COMPILATION:LOVE” (2008) accanto a jazzisti come Pharoah Sanders, Hank Jones, Gary Burton,Lew Soloff, Mal Waldron. Il suo brano “A tear on my chest” è stato inciso dal pianista americano Cyrus Chestnut, nel cd “BLACK NILE”(M&I, 2008) con Buster Williams al contrabbasso e Al Foster alla batteria.
-----------------------------

Spettacolo ore 21.00

Prezzi € 17,00 intero € 15,00 ridotti

TEATRO GOLDEN

Via Taranto 36

tel. 06.70493826 www.teatrogolden.it info@teatrogolden.it


Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol