Passa ai contenuti principali

Ultimi appuntamenti al salotto di Pulcinella


I nuovi appuntamenti al Piccolo Teatro Il Salotto di Pulcinella
Cantata di Natale, Napolimalia e un omaggio a Massimo Troisi
dal 14 al 17 dicembre

Prima della pausa natalizia il Piccolo Teatro Il salotto di Pulcinella regala al suo pubblico altre quattro imperdibili serate. Nando Citarella, Giulia Maglione e un omaggio al grande Massimo Troisi saranno gli ultimi spettacoli di questo 2017, anno che ha consolidato il teatro come polo centrale della tradizione napoletana.

Il 14 dicembre alle ore 20.30 subito dopo la cena tipica napoletana, è in scena La Cantata di Natale, un viaggio nell’Italia popolare attraverso le canzoni della tradizione legata alla festa più attesa dell'anno. Ad accompagnarci sarà al il gruppo La paranza del bravissimo Nando Citarella. Un percorso che riguarda l’intera penisola, dalla Sicilia al Friuli, dal Piemonte alla Sardegna, passando per Campania e Calabria. Il tutto però visto e raccontato da un gruppo di musicanti, zampognari e non solo. Un gruppo di suonatori e cantanti, che per tutto lo spettacolo non si limiteranno a proporci una serie di brani natalizi, spesso tanto belli e suggestivi quanto poco conosciuti, ma ci racconteranno anche il loro rapporto con il Natale, con la tradizione, la devozione e soprattutto con la musica popolare che a questa straordinaria Festa fa riferimento. Una serata ricca melodie consacrate dalla tradizione, ma anche una festa di dialetti, di suoni e ritmi diversi, di riti e tradizioni che si mescolano, ma ognuno con la sua forza e la sua bellezza. Un’ora e mezza di concerto, accompagnato da un narratore che man mano guiderà il pubblico attraverso i canti e le musiche che ogni anno, a Natale, accompagnano i giorni del Bambino e della stella. Le canzoni in programma sono state scelte da Giandomenico Curi e Nando Citarella, così come i testi dello spettacolo.

Il 15 e 16 dicembre torna in scena Giulia Maglione con Napoliamalia. Napoli e altre storie con la bravissima cantante accompagnata al contrabasso e chitarra dal M° Bruno Pantalone. Mentre la voce narrante è di Maurizio Yorck. Le note e le melodie della musica napoletana si fondono, come in un incanto, con le meravigliose atmosfere jazz, swing e bossanova. L’obiettivo del progetto è di far conoscere la musica napoletana e Napoli anche a chi, per poca conoscenza o per i motivi diversi, non l’amasse particolarmente. L’incontro con Bruno Pantalone, musicista e arrangiatore, anche lui napoletano, è decisivo per trasformare i concerti in un racconto in musica di storie, aneddoti e curiosità.Lavori che hanno accompagnato la nascita di brani classici napoletani dal ‘500 fino ai tempi più recenti, in una chiave davvero particolare, con arrangiamenti assolutamente inaspettati che, nel rispetto delle melodie originali, trasportano l’ascoltatore in emozioni senza età e senza tempo.

Il 17 dicembre alle ore 18.00 Il Salotto del quartiere Monti rende omaggio a Massimo Troisi, all’ultimo Pulcinella. L’ultima evoluzione di quella maschera che fu prima di Petito, poi di Scarpetta, del grande Eduardo, poi dell’indimenticabile Totò fino a Troisi. “Il Massimo che possiamo fare” spiega il direttore artistico Vincenzo de Vivo “è che Stasera pazziamme ‘cu ‘e Stelle”. Questo è il titolo dello spettacolo che vede sul palco Giuseppe Gifuni.

Lo spettacolo racconta l’incontro e l’amicizia con Massimo Troisi. Il tutto è accompagnato da musica e canzoni dal vivo, portando il pubblico nel mondo di Troisi, con le prove di scena, e con le gag indimenticabili del trio (Arena, De Caro, Troisi) fino alla sua ultima interpretazione poetica “Il Postino”.

“Troisi è ormai nella nostra memoria collettiva, ma i significati più profondi delle sue sceneggiature sono ancora da scoprire” racconta l'attore Gifuni. Grazie al suo talento, Massimo ha costruito la sua anticonformistica comicità.

La lente attraverso la quale si vedrà il suo lavoro, metterà a fuoco i suoi aspetti morali più inconsueti.

Massimo Troisi è autore di un insieme di messaggi nascosti, lanciati attraverso la risata.

Ha un codice interiore composto dal mestiere di far ridere e dalla capacità di comunicare una coscienza che va al di là della scena. Sarà interessante scoprire il Massimo Troisi più nascosto, più discreto, il più umile, ma anche il più profondo
-----------------------------------------

IL SALOTTO DI PULCINELLA

via Urbana, 11 - 00184 Roma

14/15/16 dicembre ore 20.30

tel. 06 48.23.339 - cell. 347.7327033 - email: info@ilsalottodipulcinella.com

Spettacoli con degustazione menù completo:

h. 20.30 – Euro 25

17 dicembre ore 17.00

Spettacolo 20€

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol