Passa ai contenuti principali

Sua eccellenza è servita


Le ombre di Platone
presentano

Sua eccellenza è servita

un testo di Patrizio Pacioni e Salvatore Buccafusca

con Antonio Conte, Guenda Goria, Salvatore Buccafusca, Francesco Sala, Mimmo Lovoi, Marco Blanchi

regia Giancarlo Fares

Teatro Cyrano
Via Santa Maria Mediatrice 22 - Roma
dal 7 al 10 dicembre
ore 21.00

Arriva al Teatro Cyrano dal 7 al 10 dicembre “Sue eccellenza è Servita” il testo di Patrizio Pacioni e Salvatore Buccafusa diretto da Giancarlo Fares.

In scena Antonio Conte, Guenda Goria, Salvatore Buccafusca, Francesco Sala, Mimmo Lovoi, Marco Bla

Un ristorante, chiuso per lavori di ristrutturazione dei locali, viene eccezionalmente riaperto per ospitare una cena tra pochi intimi: si festeggia il compleanno di un sorprendente Vescovo sposato, istrionico e ispirato, che attorno a sé coagula, in una allucinata “ultima cena”, lo stralunato oste e gli altri commensali: un attore privo di autentico talento, una fin troppo esuberante cantante melodica, una ragazza (apparentemente) ingenua e sprovveduta e uno scontroso geometra. Esseri strani, ammantati della più piatta normalità ma, al tempo stesso, figurine da collezione da “galleria dei nuovi mostri”; grotteschi bipedi mutanti che dimostrano uno spirito di adattamento paragonabile a quello di animali e piante costrette a sopravvivere nelle più estreme condizioni ambientali.

Note di Regia: 

“Sappiamo quello che siamo ma non sappiamo quello che potremmo essere”. Amleto, Atto IV, scena III. Di queste parole è ricamata la veste che “Sua Eccellenza è Servita” indossa davanti al pubblico. Una veste che cerca di (s)mascherare il gioco del teatro, quello che si spinge ai limiti del surreale per poi trovare compimento in un epilogo drammaticamente odierno.

Le atmosfere, tanto divertenti quanto sinistre, supportano con un equilibrio perfetto l'interpretazione degli attori che, scena dopo scena, con ironia e leggerezza, creano e posizionano tanti pezzi di un puzzle che solo alla fine assumerà la sua forma completa e leggibile.

La falsità, l’arrivismo, l’amore strumentalizzato, i rapporti virtuali, sono i fili che muovono sulla scena i personaggi di questa pièce, fino a ridurli allo stremo delle loro capacità di azione.

Ed è qui che in loro soccorso giunge il gioco del metateatro, è qui che il sottile confine tra attore e personaggio viene valicato con l’intento di ricordarci che dietro ogni maschera c’è sempre un uomo che la indossa, che dietro l’apparenza c’è sempre una sostanza (spesso diversa) che possiamo scegliere di scoprire e far vivere.


(Giancarlo Fares)
---------------------
Sua eccellenza è servita

scritto da Patrizio Pacioni e Salvatore Buccafusca

con Antonio Conte, Guenda Goria, Salvatore Buccafusca, Francesco Sala, Mimmo Lovoi, Marco Blanchi

regia Giancarlo Fares

Scene e costumi Fabiana di Marco

Aiuto Regia Viviana Simone

Foto di Scena Stefano Piacenti

Ufficio stampa Rocchina Ceglia




Teatro Cyrano

via Santa Maria Mediatrice 22 – Roma.

Dal 7 al 10 dicembre

Giovedì e sabato ore 21.00 –

venerdì e domenica ore 18.00

Biglietti Poltronissima 20€ Ridotto 15€

Poltrona 15€ - Ridotto 10€

III Settore 8€ - Ridotti 5€

Info e prenotazioni

Lun-Mer-Ven ore 17:00 - 20:00

348.1012415

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol