SPAMALOT - Risate in musical. VISTO PER VOI.

18:32


Uno degli spettacoli è più attesi della stagione teatrale 2017/2018. Una nuova storia da aggiungere al panorama del musical italiano. Sto parlando di SPAMALOT DEI
MONTY PYTHON'S, prodotto da Lorenzo Vitali e Teatro Nuovo di Milano.

Per la prima volta in 40 anni si portano in scena i Monty Python in italiano, impresa che, per chi conosce questo tipo di comicità, sa benissimo che nella nostra lingua potrebbe risultare non facilmente comprensibile. Ma Rocco Tanica, grande appassionato del gruppo, ha fatto un lavoro eccellente sia nei testi che nelle liriche, donandoci uno spettacolo divertente e pieno di ritmo dall'inizio alla fine. 




Lo ammetto, non conoscevo i Monty Python. E' mia abitudine non andare mai a cercare filmati di uno spettacolo che non conosco prima di vederlo in italiano, ma cerco solo informazioni sulla storia dello spettacolo.



Monty Python's Spamalot è una commedia musicale di Eric Idle, con le musiche dello stesso Idle e di John Du Prez. È una parodia della saga di Re Artù e dei suoi cavalieri in cerca del Graal. È basata sul film dei Monty Python, Monty Python e il Sacro Graal, film scritto, diretto e interpretato dal gruppo comico inglese durante una pausa tra la terza e la quarta serie del loro popolare programma televisivo Monty Python's Flying Circus. Il primo film del gruppo, E ora qualcosa di completamente diverso, era un insieme di sketch dallo show televisivo; questo, invece, è un film a basso costo basato su un soggetto.

La prima a Chicago, nel 2004, vede David Hyde Pierce come Robin, Hank Azaria come Lancillotto, Tim Curry come Artù e Sara Ramírez come la Dama del Lago. In scena a Broadway dal 17 marzo 2005, con la regia di Mike Nichols, ha vinto 3 Tony Award tra le 14 candidature, tra cui quello al miglior musical della stagione 2004–2005.Monty Python e il Sacro Graal (Monty Python and the Holy Grail) è un film commedia del 1975.



Risultato? Uno spettacolo straordinario! Un testo scorrevole, brani meravigliosamente orecchiabili, simpatiche e divertenti coreografie firmate dal grande Valeriano Longoni, i coloratissimi costumi di Lella Diaz, le scenografie di Giuliano Spinelli, e un cast di altissimo livello. Ho dimenticato qualcuno? No, tranquilli, a lui arrivo dopo... 

Elio è perfettamente nella sua parte, cucita addosso come la sua armatura, non si può dire nulla: presenza, simpatia, recitazione e voce impeccabili.

I suoi singolari cavalieri? A dir poco meravigliosi nelle loro caratteristiche che giocano intorno ai loro ruoli a ritmo incalzante tra le risate del pubblico che non si lascia sfuggire nemmeno una battuta.

Non si può però non notare l'unica protagonista femminile dello spettacolo: la Dama del Lago. Straordinaria Pamela Lacerenza! Voce meravigliosa e incantevole presenza scenica per un personaggio fondamentale per Re Artù. Un grande talento di cui, sono certa, sentiremo parlare molto.


Ognuno, su quel palco, dimostra grande talento e professionalità, senza distinzione. Un gruppo perfetto sotto ogni punto di vista: Andrea Spina, Umberto Noto, Giuseppe Orsillo, Filippo Musenga, Thomas Santu e Luigi Fiorenti.
Grande bravura anche nell'ensemble che merita uno scrosciante applauso: Michela Delle Chiaie, Greta Disabato, Federica Laganà, Maria Carlotta Noè, Simone De Rose, Daniele Romano, Alfredo Simeone e Giovanni Zummo.

E cosa dona a un musical il tocco di magia in più? La musica dal vivo!!!
Sotto la direzione del mitico
Maestro Angelo Racz, l'orchestracz impreziosisce lo spettacolo nota dopo nota, e sono la colonna portante di ogni quadro: 
Ezio Allevi (polistrumentista), Luca Bettolini (chitarra1), Marco Campagna (batteria), Angelo Racz (direzione musicale e tastiera1), Stefano Damiano (tastiera2), Claudia Campolongo (tastiera3), Daniele Catalucci (basso), Marcello Ronchi (tromba), Pietro Spina (trombone), Alessio Zanovello (reed1)



Mettere in scena uno spettacolo richiede un grande lavoro sul palco e dietro le quinte. Un lavoro di precisione e di tanta, tanta passione. E, in questo caso, tutto questo si è realizzato con la direzione di un grande artista come Claudio Insegno.
Negli ultimi anni, Claudio ha diretto sempre musical di grande successo di pubblico e critica, mettendo a disposizione degli spettacoli tutta la sua esperienza professionale e umana, e tutta la passione che ci vuole per fare questo mestiere. E i risultati si vedono.
Mai tralasciare nulla in un allestimento, dall'attenzione dovuta ai protagonisti, ai piccoli dettagli di contorno di una scena. Questo è Spamalot!

Durante la presentazione in conferenza stampa è stato detto che Spamalot non è uno spettacolo dove si esce dalla sala e si riflette... si ride e basta. Concordo in pieno su questa affermazione ma trovo che un piccolo e allegro spunto di riflessione ci sia eccome con la bellissima Always look on the bright side of life.

Andate a teatro! Quando ci sono musica e risate, si torna a casa con il cuore felice!





SPAMALOT IL MUSICAL
dei Monty Python


Con Elio

Regia di Claudio Insegno

Testo e Liriche: Eric Idle

Musiche: John Du Prez

Traduzione e adattamento: Rocco Tanica

E con:

Pamela Lacerenza, Andrea Spina, Umberto Noto, Giuseppe Orsillo, Filippo Musenga, Thomas Santu, Luigi Fiorenti

Ensemble: Michela Delle Chiaie, Greta Disabato, Federica Laganà, Maria Carlotta Noè, Simone De Rose, Daniele Romano, Alfredo Simeone, Giovanni Zummo

Direzione Musicale: Maestro Angelo Racz

L'orchestra:
Ezio Allevi (polistrumentista), Luca Bettolini (chitarra1), Marco Campagna (batteria), Angelo Racz (direzione musicale e tastiera1), Stefano Damiano (tastiera2), Claudia Campolongo (tastiera3), Daniele Catalucci (basso), Marcello Ronchi (tromba), Pietro Spina (trombone), Alessio Zanovello (reed1)

Coreografia: Valeriano Longoni

Scene: Giuliano Spinelli

Costumi: Lella Diaz

Disegno Luci: Alin Teodor Pop

Disegno Audio: Edoardo Priori

Foto di Gabriele Giannini e Gianluca Colombo

Ufficio stampa: Rocchina Ceglia




TEATRO NUOVO DI MILANO

Dal 17 novembre 2017 al 6 gennaio 2018

ore 20.45 – domenica 15.30

per info e prenotazioni tel. 02.794026


You Might Also Like

0 commenti