Passa ai contenuti principali

SOTTO IL SOLE L'OSCURITA'


AVVISO AI SOCI

L'Associazione Culturale Teatro Trastevere in collaborazione con La Compagnia Teatrale Artigianale I Cani Sciolti
presenta

SOTTO IL SOLE L'OSCURITA'

dal 12 al 17 Dicembre 2017 Teatro Trastevere

Testo e Regia Luca Pastore
ispirato a "La Svastica Sul Sole" di P.K. Dick

con
Dimitri D'Urbano, Luca Laviano, Claudio Filardi, Ludovica Avetrani, Miriam Messina, Matteo Antonucci, Martina Caronna

Musiche originali Mattia Yuri Messina
Costumi Ludovica Avetrani , Martina Caronna
Assistenza tecnica Matteo Antonucci

"... A un membro del Partito non è consentito spostarsi di un millimetro dalla linea fissata, neanche in questioni del tutto irrilevanti. Cio' che le masse pensano o non pensano incontra la massima indifferenza. A loro puo' essere garantita la libertà intellettuale proprio perché non hanno intelletto. Ho imparato che Se coinvolgi le persone su un livello vitale e importante, risponderanno. Con la vita se necessario. E voi siete tutti coinvolti a livello vitale..." cit. Ministro Mifune

La Nuova Produzione Artistica di Luca Pastore, che torna al Teatro Trastevere dopo il successo di "Club 27" della scorsa stagione, prende spunto dal Libro di Philip K. Dick "La Svastica sul Sole", in cui l'autore ipotizza un futuro dispotico che vede la Germania Nazista vincitrice della seconda guerra mondiale, trionfo grazie al quale instaurerà un Regime totalitario nel mondo, dividendosi con il Giappone il dominio su Asia ed Americhe. Ed è proprio qui che troviamo le prime differenze tra lo spettacolo ed il libro stesso. La Germania ha vinto la guerra. Non è alleata solo del Giappone ma anche e sopratutto della Russia, costituendo di fatto un nuovo regime Nazi-Comunista.

Siamo nel 2023 e tutta la vicenda prende il via quando alla morte del nonno, Grande Gerarca Nazista, Martha Himmler trova un video che teoricamente non dovrebbe esistere. Sconvolta dalla visione del video, cerca delle risposte nel regime prima e nella ribellione poi. Troverà chi la vorrà aiutare, chi la ostacolerà e chi cercherà di negarle l'evidenza.

La scena è riempita della magnificenza del Reich. Tre torri che sovrastano tutto e tutti: lo sguardo del Fuhrer che si estende su tutto ciò che lo circonda.

Una realtà storica ricostruita attraverso giochi di luce, musiche, uso di costumi, e sopratutto di Proiezioni video integrate all'interno della storia stessa. Le divise sono "ricostruite" con uno sguardo al futuro, rese meno militari e più vicine ad abiti di tutti i giorni.

Una esperienza TOTALIZZANTE a tutti gli effetti, che farà vivere al pubblico il peso di un Nuovo ed Agghiacciante Regime.

"...Noi non abbiamo il mondo ideale, come vorremmo che fosse, dove la moralità è semplice perché semplice è la conoscenza. Dove ognuno puo' fare cio' che è giusto senza sforzo perché riconosce l’evidenza. In qualche altro mondo probabilmente è diverso. Meglio di così. Esisteranno chiare alternative fra bene e male. Non queste oscure commistioni, queste mescolanze, senza gli strumenti adeguati per distinguerne le componenti..." cit. Martha Himmler
----------------------------------------------
SOTTO IL SOLE L'OSCURITA'

dal 12 al 17 Dicembre 2017

Teatro Trastevere
via Jacopa de' Settesoli 3, 00153 Roma

lun-sab: 21:00 / dom: 17:30

info@teatrotrastevere.it
www.teatrotrastevere.it
#ilpostodelleidee
https://www.facebook.com/teatrotrastevere/

costo del biglietto:

intero 12 euro + 2 euro di tessera associativa

ridotto 10 euro + 2 euro di tessera associativa


Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol