Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

RITORNANTI: recital tratto da Spiritilli - Rondò - Cartesiana



Spazio Teatro NO’HMA Teresa Pomodoro
Stagione 2017/2018
Passione: fuoco della vita
presenta

ENZO MOSCATO
in

RITORNANTI

recital tratto da Spiritilli - Rondò - Cartesiana

Mercoledì 13 e Giovedì 14 Dicembre 2017

Inizio spettacolo ore 21.00

con
ENZO MOSCATO

e con GIUSEPPE AFFINITO

Regia ENZO MOSCATO

Produzione Compagnia Teatrale di Enzo Moscato e Casa del Contemporaneo

Mercoledì 13 e Giovedì 14 Dicembre (ore 21) lo Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro continua ad esplorare i diversi linguaggi scenici dedicati alla Passione, tema portante della stagione 2017/2018, ospitando un artista grandissimo quale è Enzo Moscato, autore, regista e interprete che continua a dimostrare un'instancabile forza di commuovere e di frugare la vita più nascosta in noi.

Enzo Moscato, considerato il capofila di quella «nuova drammaturgia napoletana» sviluppatasi negli anni Ottanta con un teatro scritto e interpretato in forme coraggiosamente inconsuete, sarà protagonista e regista di “Ritornanti”, recital nato da un composit di brani e letture tratte da tre testi dello stesso Moscato: Spiritilli, Rondò e Cartesiana.

Ritornanti è un titolo preso a prestito da Anna Maria Ortese, che con questo nome descrive i folletti, gli spiritilli, che abitano la città di Napoli; ma sta anche a significare il ritorno ossessivo degli stessi temi. È, secondo le parole dell'autore, un modo di portarsi dietro “le proprie masserizie ideologiche e grammaticali”, perché “nessuna parola già detta andrebbe abbandonata mai, in teatro. Nessun movimento, nessun gesto, nessun respiro, già vissuti, dovrebbero essere considerati finiti, de-finiti, esautorati. Morti”

Ritornanti offre uno straordinario appuntamento con l’arte drammaturgica raccontando storie a metà tra il fantastico e il grottesco, narrate con una lingua che è un “babelico incrocio di vari idiomi, napoletano, francese e spagnolo”.

Una vera occasione per il pubblico milanese di assistere ad uno degli spettacoli più fortunati di Enzo Moscato, tra le voci più significative del teatro italiano di oggi, inventore di una lingua arcaica ma allo stesso tempo modernissima, un plurilinguismo tutto suo che lo hanno imposto all’attenzione della critica e del pubblico di tutto il mondo.

*************************************


INFORMAZIONI AL PUBBLICO

SPAZIO TEATRO NO’HMA TERESA POMODORO | via Andrea Orcagna 2 – 20131 Milano


Ingresso libero e gratuito con prenotazione obbligatoria

Infoline: 02.45485085 / 02.26688369 (dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 18.30)


Commenti

Post più popolari