LO SGUARDO OLTRE IL FANGO - LA RAGAZZA N°65738

21:34


MUSICA IN - VERSI
PRESENTA

LO SGUARDO OLTRE IL FANGO 
DRAMMA MUSICALE


LA RAGAZZA N°65738

Lo sguardo oltre il fango, liberamente ispirato a “Il bambino con il pigiama a righe”, nel 2017 ha registrato grande successo di critica e di pubblico a Roma, con tutte le date sold-out al Sala Uno Teatro (Piazza San Giovanni in Laterano). E’ stato inoltre presentato in Umbria, con la data evento a Passignano sul Trasimeno, e in Puglia, con due spettacoli al Teatro Forma di Bari.

Il 16 ottobre scorso è andato in scena per la prima matinée nazionale all'Istituto Magistrale Statale Giordano Bruno di Roma presente la dottoressa Sandra Terracina, presidente del Progetto Memoria.

Lo spettacolo tornerà in scena nel 2018 a Roma, nella settimana della ricorrenza del Giorno della Memoria presso il prestigioso Teatro di Villa Torlonia - Teatro di Roma, Teatro Nazionale direttore Antonio Calbi, dal 24 al 26 gennaio, con il Patrocinio dell’Assessorato alla Crescita Culturale di Roma Capitale e, per la serata della prima, con il patrocinio della Presidenza della Camera dei Deputati.

Importante la collaborazione dell’accademia di Musical MTDA, diretta da Manuela Mazzini.

Fra le novità del 2018, la partecipazione di Stefania Fratepietro, fantastica performer del Musical italiano, nel ruolo di Ada Köller, del bravissimo Luca Notari nel ruolo del Tenente Schwarz e della talentuosa Giulietta Rebeggiani nel ruolo di Elsa.

Nel cast spicca anche il nome della violinista Monica Canfora.

Il musical, nato da un'idea del Maestro Simone Martino e del poeta Lorenzo Cioce, si sviluppa in due atti, attraverso testi tratti da documenti storici, con dialoghi dalla forte presa emotiva e con la trama di un'intensa colonna sonora. Tra gli scopi dello spettacolo ci sono sia la sensibilizzazione sulla vicenda dell’Olocausto sia la riflessione sempre attuale sull'integrazione possibile fra mondi apparentemente divisi da un muro invalicabile.

Il cast è formato da 12 artisti che si esibiranno live accompagnati da un violino solo.

MUSICHE: SIMONE MARTINO

LIBRETTO: LORENZO CIOCE - SIMONE MARTINO

REGIA: GIOVANNI DEANNA

SUPERVISIONE ARTISTICA: ANDREA PALOTTO

TRAMA

Ziva è una ragazza ebrea polacca di undici anni, deportata con la sua famiglia in un campo di concentramento durante la seconda guerra mondiale. Incontra il coetaneo tedesco Peter, figlio del comandante SS del lager. Tra i due nasce una forte sintonia che si trasforma in amore e annienta ogni differenza e lascia spazio solo al sogno di una vita condivisa fra disperazione e uno sguardo verso il futuro.

CAST:

ZIVA Żeleński: Margherita Rebeggiani

PETER KÖLLER: Gabriele Trucchi

ADA KÖLLER: Stefania Fratepietro

COLONNELLO HANS KÖLLER: Paolo Gatti

ILDE KÖLLER: Sharon Alessandri

KRAMER: Giovanni De Filippi

TENENTE SCHWARZ: Luca Notari

GABRIEL Żeleński: Michelangelo Nari

AGNESE: Giulia Di Turi

ANNA: Julie Ciccarelli

Elsa: Giulietta Rebeggiani

Bastian: Lorenzo Bernardini


ARCHI DAL VIVO

Violino: MONICA CANFORA

STAFF: 

ASSISTENTE ALLA REGIA: FEDERICO NELLI


ASSISTENTE DI PRODUZIONE: CARMELA BELLOFATTO

SCENE: FABRIZIO DEL PRETE

COSTUMI: RITA PAGANO

TECNICO DEL SUONO: VITO RUSSO

TECNICO LUCI: PIETRO FRASCARO

GRAFICA: LETIZIA GALLI

FOTOGRAFA: BENEDETTA RESCIGNO







You Might Also Like

0 commenti