Passa ai contenuti principali

ProjectScuola - III Edizione


"ProjectScuola-III Edizione"- al Teatro Cometa Off dal 20 novembre la rassegna teatrale dedicata agli studenti, a cura dell’Associazione Ariadne – Teatro A 

Al via, dal 20 novembre 2017, la rassegna Project Scuola in scena al Teatro Cometa Off, che vedrà allestito ogni mese uno spettacolo. Giunta alla sua terza edizione la kermesse ha l’obiettivo di guidare bambini e ragazzi alla conoscenza del teatro, avvicinandoli alla letteratura e alla storia. Un modo per far riflettere i giovani su tematiche sempre più attuali: dalla violenza sulle donne, al bullismo; dall’emancipazione femminile al ricordo dell’olocausto. Si vuole così contrastare la crisi della cultura, dello spirito, della società.

La rassegna - ideata e realizzata dall’Associazione ARIADNE - Teatro “A”, diretta dalla regista Valeria Freiberg, che nasce con il patrocinio dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - vuole essere uno spazio innovativo e rivoluzionario; nasce dal desiderio di trasformare una stagione teatrale tradizionale in un forum artistico fra i giovani artisti e il pubblico dei giovani per interrogarsi - tramite l’arte del Teatro - sulla sintesi tra arte classica e arte contemporanea, sulla formazione del pubblico del futuro.

Project Scuola coinvolge tutte le scuole, da quelle dell’infanzia agli istituti superiori di secondo grado. Per gli studenti sono stati ideati percorsi diversificati per fasce d’età per favorire un'azione estesa e capillare capace di interagire attivamente con tutto il territorio provinciale, nazionale.

Si parte con la pièce “Suona solo per me”, in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Lo spettacolo - tratto dalle opere letterarie degli scrittori russi Razumovskaja e Erofeev – è proposto, al Teatro Cometa Off, dal 20 al 25 novembre 2017 ed è diretto dalla stessa Valeria Freiberg e con esso si dà il via a flusso continuo di pensieri, di immagini che sonda l'impalpabile umano in tutte le sue sfumature. Forte d'argomenti e di profondità il primo appuntamento della rassegna non manca di poesia, perfino nei momenti più critici per esprimere non solo le problematiche di una realtà confusa che ci circonda, ma soprattutto la bellezza del teatro contemporaneo ancora da scoprire.

Afferma la regista: “Il teatro è luogo d’arte, pensiero e creazione. Ma soprattutto di dialogo con i ragazzi che ha la funzione di favorire l’integrazione e la comunicazione con spunti culturali e artistici. Il nostro obiettivo è l’apertura a nuovi linguaggi artistici, nuove forme espressive, all’incontro di generi differenti, alla contaminazione di diverse forme di spettacolo”. 
-------------------------

TEATRO COMETA OFF

Via Luca della Robbia, 47

Orario del botteghino: dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 a inizio spettacolo.

Cellulare: 348- 6952550

E'mail: associazioneariadne@gmail.com

Il prezzo del biglietto: 12 euro intero - 10 euro ridotto


"Suona solo per me"


dal 20 al 25 Novembre

Alle ore 10 e 11.30



"La regina delle nevi"

dal 18 al 22 Dicembre




"Ascolta Israele"

dal 23 al 26 Gennaio




"Remarque-Tre camerati"

dal 12 al 15 Febbraio




Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol