Passa ai contenuti principali

Masterclass con West End star Fra Fee - Roma 10 e 11 Febbraio


Reduce dal successo oltremanica con The Ferryman (Gielgud Theatre) di Jez Butterworth, la star del West End Fra Fee sarà a Roma per una Masterclass di due giorni organizzata dalla MotusArti A.S.D. (www.motusarti.it) che verterà sullo studio dell’interpretazione dei brani di repertorio musical e della tecnica vocale utilizzata dai maggiori performer del west end. 

Diplomato alla Royal Academy of Music nel 2009, Fra Fee calca i più importanti palchi del West End, debuttando come Billy Kostecki nel cast di Dirty Dancing (Aldwych Theatre); tra le sue interpretazioni principali quella di Marius in Les Misérables (Queen’s Theatre), Candide in Candide (Menier Chocolate Factory), Amiens in As you Like it (National Theatre); nel 2012 è Courfeyrac nel colossal Les Misérables diretto da Tom Hooper. Fra Fee link: www.frafee.com 

Programma della masterclass: 

Cosa rende così particolare il compito di un attore di musical? Esattamente questo - “acting through song”, ovvero l’interpretazione delle canzoni: l’abilità di trasmettere in modo naturale e convincente il percorso emotivo di un personaggio, rispettando allo stesso tempo la musica e i testi scritti dal compositore e librettista. Nei due giorni di workshop verrà affrontato lo studio di brani di ensemble da Les Misérables e brani dal genio di Stephen Sondheim che serviranno ad esplorare l’aspetto interpretativo delle canzoni. 

Ci sarà anche l’opportunità per tutti i partecipanti di eseguire dei brani di musical theatre di loro preferenza, sui quali saranno guidati da Fra che fornirà consigli su come portare in vita la performance. A tal fine sarà richiesto ad ogni partecipante la preparazione di due brani di repertorio musical sui quali si desidera lavorare: sarà obbligatorio portare con se gli spartiti dei propri brani scelti. Non sono necessarie le basi musicali; un pianista sarà a disposizione per l’intera durata della masterclass. La scelta dei brani, purché in inglese e di repertorio musical, è libera: possono essere brani da preparare in vista di un’audizione, oppure che presentino delle sfide vocali e interpretative da affrontare, o semplicemente dei brani di proprio gradimento. 

La masterclass, condotta interamente in inglese, verrà tradotta simultaneamente. 

Link al trailer della mastrerclass: https://player.vimeo.com/video/244649906

Come iscriversi: Per informazioni su iscrizioni e costi contattare la MotusArti all’indirizzo motusarti@libero.it. Sarà inoltre possibile assistere alla masterclass come uditori. Per garantire sufficiente tempo di attenzione individuale, il numero dei partecipanti è strettamente limitato. Le iscrizioni chiuderanno il 10 Gennaio 2018. 

PER INFORMAZIONI: 

MotusArti A.S.D. Telefono: 3928088371 
motusarti@libero.it 
www.motusarti.it 
www.facebook.com/Motusarti 
www.twitter.com/motusarti

SEDE DELLA MASTERCLASS: 

Centro Professionale delle arti NOVADANZA 
Via degli Abeti 35/b 00172 Roma 
www.novadanza.eu

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol