Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

JEANNE VALOIS - L’INTRIGO DELLA COLLANA



La vera storia della cattiva di Lady Oscar

JEANNE VALOIS

L’INTRIGO DELLA COLLANA

I Vip di Versailles del 1700 al Teatro Pime

Sabato 2 dicembre alle ore 20.45, presso Teatro Pime, Via Mosè Bianchi 94, Milano (Metropolitana Lotto), andrà in scena – in data unica – lo spettacolo Jeanne Valois – L’intrigo della collana, scritto e diretto da Thomas Centaro. Occasione importante della proposta della spettacolo è il 45° anniversario dall’uscita del manga Versailles No Bara e del 35° dalla prima messa in onda italiana dell’amatissimo cartone animato Lady Oscar.

Jeanne Valois – L’intrigo della collana è uno spettacolo storico-drammatico di prosa, in due atti, che tratta la vita della Contessa ladra, responsabile del crollo della monarchia e dello scoppio della Rivoluzione francese.

Lo spettacolo è un nuovissimo allestimento fedele all’epoca storica che utilizza scenografie digitali e musiche moderne per avvicinare il pubblico ad una pagina di storia a tratti sconosciuta ma che si fonda sul binomio “potere e amore” che nonostante i secoli rimangono alla base della società odierna.

La storia viene umanizzata superando i concetti didattici di “date” e di “eventi” lasciando spazio ai ricordi della protagonista, così come li ha sviluppati nelle sue memorie: pagine sfogliate, dimenticate, anche insabbiate di una parte così importante di storia che difficilmente i film e i libri documentano in modo fedele.

“Jeanne Valois – L’intrigo della collana” è uno spettacolo scritto nel 2004 da Thomas Centaro. Il regista firma la sceneggiatura e la regia di “Jeanne Valois – L’intrigo della collana”, riducendo 23 anni di narrazione in due atti suddivisi in 38 scene, utilizzando un cast giovane per la prima parte, dal 1770 al 1780, e un cast adulto nella seconda fino al 1793, con particolare cura alla somiglianza tra gli interpreti.

Le musiche di scena sono tutte attuali, e sottolineano la modernità delle situazioni e la complessità psicologica dei personaggi, creando un forte contrasto tra lo sfondo storico, i preziosi costumi e il linguaggio immediato che consente agli spettatori di godere appieno di uno spettacolo scorrevole e accattivante.

La protagonista è la controversa Jeanne Valois, vissuta nella seconda metà del XVIII secolo: una giovane astuta, ambiziosa e spregiudicata, che rifiutando la sua condizione di estrema povertà compirà una scalata sociale diabolica, provocando uno scandalo ricordato come l’intrigo della collana che concorrerà allo scoppio della Rivoluzione Francese. La vicenda presenta il periodo tra il 1770 e il 1793, non esclusivamente sotto un punto di vista storico, ma con un cocktail di intrecci familiari, di amori, tradimenti, delitti e intrighi di corte, ponendo tutti i protagonisti uno contro l’altro in un gioco pericoloso e distruttivo che coinvolgerà tutte le figure più vicine sia a Jeanne Valois che alla regina Maria Antonietta, raccontando un’importante pagina della storia che ancora oggi fa discutere per i tanti interrogativi e lati oscuri.

Thomas Centaro, studia recitazione e doppiaggio al Centro Teatro Attivo di Milano, e approda alla regia dopo diverse esperienze come attore di teatro e speaker pubblicitario. Nel 2001 scrive l’opera prima “Non Siamo una Favola?”, nel 2003 porta la sua storia preferita sul palco del Teatro delle Erbe di Milano, “Il Mago di Oz”, e nel 2004 scrive “Jeanne Valois – L’intrigo della collana”. Dividendosi tra televisione, doppiaggio, tv ed eventi, torna al teatro dal 2009 riproponendo i suoi testi, e nel 2012 porta in scena “Le Notti Bianche” di Dostoevskij. Dal 2013 passa dalla prosa al teatro musicale e trasforma un progetto ambizioso in realtà, scrive più di 50 canzoni e propone per la prima volta al pubblico il musical parodia, “L’Odissea – Una vera Troyata”, nel 2015 nasce “Kitsch Me Licia”, il musical anni ’80 tratto dalla serie animata giapponese Kiss Me Licia, e nel 2016 produce il suo primo musical inedito “Reset”.

Sito ufficiale www.thomascentaro.com.

Prevendite: Circuito Vivaticket, online e presso i punti vendita autorizzati.
Biglietti: Intero, €uro 18.00 + prevendita – Ridotto, €uro 16.00 + prevendita – Promo gruppi a partire da €uro 16.00 + prevendita (a partire da 12 persone).
Info: www.thomascentaro.com/jeannevalois


Commenti