Passa ai contenuti principali

Il Pataffio - da Luigi Malerba


TEATRO SALA VIGNOLI
presenta

Il Pataffio

da Luigi Malerba

adattamento e regia di Simone Ruggiero

Associazione culturale Drakkar

Con
Sebastian Gimelli Morosini, Chiara Bonome, Andrea Carpiceci, Federico De Luca, Ezio Passacantilli, Emiliano Pandolfi, Chiara David, Ilario Crudetti

musiche Marco Raoul Marini

25-26 novembre 2017

Prosegue la seconda stagione del Teatro Sala Vignoli con lo spettacolo Il Pataffio, il 25 e 26 novembre 2017.

Sinossi

Il Marconte Berlocchio di Cagalanza («marconte» è una delle tante invenzioni malerbiane e non è altro che «una via di mezzo tra marchese e conte») riceve in dote, sposando la sgraziata contessa Bernarda, il fatiscente castello di Tripalle. Giunto a destinazione, con il suo sgangherato seguito, trova i villani del posto, guidati dal capo villaggio Migone, in una situazione disperata, tanto inadeguati ad essere comandati quanto lo è il Marconte ad esercitare il proprio potere. Il cibo scarseggia, i soldati non si reggono in piedi e Berlocchio impara a sue spese cosa vuol dire essere un capo, in un susseguirsi di situazioni grottesche dove, con l’inganno e la manipolazione, mostrerà la sua vera natura di despota, spingendo il popolo a ribellarsi.

Lo spettacolo

Dopo il debutto, lo scorso Agosto, in anteprima nazionale, sul palcoscenico della XXIV edizione del Festival del Teatro Medievale e Rinascimentale di Anangni, torna in scena al Teatro Sala Vignoli del Pigneto, a Roma, Il Pataffio, adattamento dal romanzo di Luigi Malerba.

Vicinissimi al compimento dei 40 anni dalla prima pubblicazione di una fra le più irriverenti opere della nostra letteratura, il giovane regista Simone Ruggiero sceglie il racconto, ambientato in un indefinito Medioevo, di una sgangherata e divertente lotta di classe contro il capriccioso potere del Marconte Berlocchio di Cagalanza e porta in scena, per la prima volta, gli strampalati personaggi di questa storia. Giocando con una lingua che mescola un osceno dialetto romanesco ad un maccheronico e demistificato latino, il genio malerbiano ci racconta di un mondo dominato dalla fame e dal torpore culturale che sul palco conserva tutta la sua energia e comicità.

“Poche altre volte mi è capitato di ridere così tanto alle prese con un romanzo quanto leggendo Il Pataffio” racconta il regista Simone Ruggiero “Ma allo stesso tempo nella cinica ironia di Malerba ho trovato l'espressione di un'urgenza che è propria della mia generazione. È come se la vicenda dei poveri abitanti di Tripalle ci dicesse di smetterla di cercare un potere nel quale identificarci e, piuttosto, usare il nostro ingegno per costruirci futuro”.
------------------------
Il Pataffio

da Luigi Malerba

25 e 26 novmebre 2017

adattamento e regia di Simone Ruggiero

Associazione culturale Drakkar

con Sebastian Gimelli Morosini, Chiara Bonome, Andrea Carpiceci, Federico De Luca, Ezio Passacantilli, Emiliano Pandolfi, Chiara David, Ilario Crudetti

musiche Marco Raoul Marini

scene e costumi Giulia Pagliarulo e Marika Argentini

scenografie Giorgia Visani



Teatro Sala Vignoli

Via Bartolomeo D’Alviano, 1

25-26 novembre 2017

sabato ore 21.00, domenica ore 16.30

Biglietti: Intero 15,00 euro - Ridotto 12,00 euro

Tessera associazione euro 3,00

Cell: 3711627502

Biglietteria www.etes.it

www.teatrosalavignoli.it

teatrosalavignoli@gmail.com



Campagna Abbonamenti

Abbonamento a 10 spettacoli escluso Edda Ciano

95 euro + tessera

se ti abboni entro il 31 ottobre 2017 85 euro + tessera

Abbonamento a 6 spettacoli a scelta escluso Edda Ciano

60 euro + tessera.

Particolari convenzioni e ridotti con Cral e Associazioni contattando

teatrosalavignoli@gmail.com

Prenotando attraverso la mail prenotazione@teatrosalavignoli.it si potrà avere biglietto ridotto a 12,00 euro

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol