Passa ai contenuti principali

EVENTO SPECIALE - SALOTTO PER POCHI INTIMI


L'Associazione Culturale Teatro Trastevere
presenta

L'EVENTO SPECIALE

SALOTTO PER POCHI INTIMI


format di reading-poetico musicale

Martedì 14 Novembre ore 21:00

Con: Matteo Mingoli, Valerio Carbone, Roberto Scippa e Alfonso Canale

incursione poetica di Francesca Castro

TEATRO TRASTEVERE Via Jacopa de’ Settesoli, 3 00153 Roma
Ingresso: 8 euro

“Cosa accade quando quattro poeti, un idealista, un cinico, uno strutturalista e uno sciamano si incontrano, si conoscono e si vivono in viaggi che li trasportano fuori di sé, lontano, su parole e strade sconosciute e dimenticate, in auto, in treno, in quel divano che ne prende le fattezze e che, con un pizzico d’immaginazione, può divenire addirittura una Astronave?”

Nasce Salotto per pochi intimi, un format di reading-poetico musicale dove le parole d’ordine sono ascolto, sensazione, condivisione, diversità e predisposizione alla meraviglia ai suoi brividi di paura e bellezza. Un progetto dai mille volti, in continua evoluzione, nato con l’idea di portare la poesia nell’intimità delle case, dei loro salotti, della loro convivialità, di rubare di nascosto al tempo che scorre, un momento, un istante, un pezzetto, per fermarsi, oltre i significati, nel senso che a volte ci nascondiamo. Ideata da Matteo Mingoli, Valerio Carbone, Roberto Scippa e Alfonso Canale nel 2016, quest’esperienza letteraria e musicale, che ben si adatta anche alla dimensione teatrale, trasporta i presenti in sensazioni, immagini, differenti punti di vista, attraverso queste quattro voci che s’intersecano, si distinguono e si contraddicono.

« strade scorrono strade di bianco tracciate e occhiali da sole e baci abbracci carezze cazzate metti un disco il cielo si apre ascolta l'asfalto il blues il traffico autogrill di vento sbadigli e stirarsi di gatti riparti chi guida io sto davanti gesti gentili genitali stretti per portabagagli mai grandi abbastanza e bagni occupati vociare risa zaini chitarre bottiglie parole francesi divani di pelle tappeti e specchi notti di whisky note di rum e strade salite discese labirinti di scale i locali più belli sono le case stanze di luci spendiamo la notte s'affaccia mattina è troppo vicina poi scappa di nuovo su strade bagnate magliette e caffè occhiali da sole ed è nuvoloso e la noia che mai non ci prenda scappiamo filiamo guidi chiunque ma andiamo per strade nuove facce capelli arruffati dita unte polvere lidi vulcani di stelle che siano lontani eruzioni erba acre e gomme da masticare chilometri benzina stanchezza nonsense ancora andate ancora ritorni profili migliori e piccole poche parole al buio in sussurro che restano addosso e canticchiano amico ti dico per noi ancora cento per noi ancora cento per noi ancora cento di questi giorni torniamo partiamo ci siamo »

Alfonso Canale: classe 1991, nel 2014 pubblica Alfonso Canale écrit e Miroirs con la casa editrice francese Les nouvelles éditions de la francographie. Nel 2015 pubblica la raccolta poetica Miroirs/Specchi (Albatros Il Filo). È redattore per YAWP: Giornale di Letterature e Filosofie con cui partecipa all’antologia L’urlo barbarico (2017, Le Mezzelane). Sta lavorando alla raccolta Non belle parole.

Valerio Carbone: classe 1985, nel 2010 fonda la casa editrice Edizioni Haiku, con cui pubblica il racconto “La confusione chiara” (2010), la silloge Lode a Mishima e a Majakovskij (2011) e Il mercante d’acqua (2015), romanzo di formazione in ambiente sci-Fi. Nel 2017 pubblica la raccolta poetica Ordalia. Trentatré liriche di rinascita (Prospero Editore) e l’antologia Il fantastico mondo di Fruitore Di Nonsense (Edizioni Efesto).

Matteo Mingoli: classe 1986, nel 2013 pubblica Bagatelles: Pensieri di un uomo innamorato dell’immagine di sé stesso nell’atto di scrivere pensieri (Anima Grande Edizioni). Il racconto Frisco viene pubblicato nell’antologia “Memoracconti3” (Edizioni Memori, 2014). Nel 2017 pubblica la raccolta poetica I poeti hanno volti deformi (Casa Utòpia in collaborazione con Edizioni Haiku).

Roberto Scippa: classe 1980, nel 2012 pubblica Vagando Dentro, un album di tredici brani dalle atmosfere folk-blues. Nel 2015 esce il disco Canzoni d’emergenza (Astral Records, distribuzione Master Music/Believe Digital), caratterizzato da sonorità più elettriche e preceduto dal singolo Piccole rivolte quotidiane. Dal 2007 suona con i Burning Bright, tribute band dei Doors. Sta lavorando al suo terzo album.

TEATRO TRASTEVERE
Via Jacopa de’ Settesoli, 3
00153 Roma Ingresso: 5 euro

per info e prenotazioni:
335-6874664-328-3546847-333-3744114
info@teatrotrastevere.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol