Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

Eleonora Mazzotti al Teatro Borsi di Prato


Il 30 novembre Eleonora Mazzotti sarà al Teatro Borsi di Prato con “Venti, Trenta, Quaranta QUANDO LA RADIO CANTA”, spettacolo di teatro-canzone che ripercorre la storia della radio, dalla sua nascita al primo dopoguerra. Con lei sul palco il cantante-attore Mirco Rocchi e il pianista Luca Bonucci.

Giocando sulla contrapposizione “interprete classico - rivisitazione contemporanea”, i due cantanti-attori affronteranno una carrellata di brani selezionati tra gli innumerevoli prodotti in quella che è stata una vera epoca d'oro per la radio.

Invenzione modernissima del genio italico, strumento di propaganda del Regime e soprattutto mezzo di diffusione della musica italiana, la radio con le sue canzoni parlava di tutto: del “pinguino innamorato” suicida per amore, delle belle gambe femminili che “piacevano di più”, mentre sgambettavano in bicicletta, del dolore per la distruzione della guerra e della speranza di rinascita di un popolo.

Eleonora Mazzotti e Mirco Rocchi giocano, con brio e leggerezza, con questi materiali storici, che sono prima di tutto bellissime canzoni, supportati dalla tastiera del versatile Luca Bonucci. E se è vero che le canzoni sono lo specchio di un popolo ecco che assieme alle melodie (di volta in volta struggenti, brillanti, divertenti o swing) arrivano frammenti di Storia, quella grande e quella minuscola, in uno spettacolo di che farà scoprire ai giovani gioielli musicali inaspettati e riporterà alla mente qualche toccante souvenir agli spettatori più adulti.

Commenti

Post più popolari