Passa ai contenuti principali

CONNETTETE IL CUORE INSIEME A PINOCCHIO!


Avete mai pensato come potrebbero essere i personaggi delle favole ai giorni nostri? In quale ambiente vivrebbero? Come sarebbero collocate le loro avventure?

Certo non sono domande che ti poni tutti i giorni, ma io me le sono poste sabato scorso, dopo aver visto uno spettacolo delizioso: "Pinocchio - Cuor Connesso". Una rivisitazione del classico di Collodi, ideata e diretta da Chiara Noschese.

Un testo frizzante, dinamico, scorrevole, che punta a regalare una nuova storia dando nuova luce agli elementi che hanno sempre caratterizzato la favola di Pinocchio.

Una chiave vincente per arrivare ai più piccoli, ma anche agli adulti ve lo posso assicurare, è stata l'idea di mettere in scena elementi della quotidianità di tutti e rapportarli alla vita di Pinocchio, di Geppetto (che qui si chiama Geppy) e del Grillo Parlante.

In che senso? Geppy non è un falegname ma un ingegnere che vuole dar vita al suo robot Pinocchio per non sentirsi più solo ed è in contatto con una grande azienda per produrre la sua idea e aiutare le persone sole. Beh... in realtà Geppy proprio solo non è, ma lui non lo sa! Grillo Parlante vive con lui da sempre ma non è in grado di vederlo e sentirlo.

Le tentazioni che attireranno Pinocchio sono nella rete, nel grande e complesso mondo di internet, il paese dei balocchi virtuale. Non voglio dire altro sulla storia perchè è da scoprire a teatro.


In scena 3 artisti. Raffaella Alterio, un grillo parlante intelligente, attento e che nutre un grandissimo affetto per il suo Geppy. Un'interpretazione molto dolce e rassicurante che, in questo testo, è fondamentale. Antonio Speranza è Geppy, un personaggio ben costruito con ironia e semplicità, che coinvolge emotivamente lo spettatore.
Mario Acampa è Pinocchio. Un' interpretazione molto originale e fresca arricchita dalle espressioni divertenti di Mario che hanno catturato il pubblico in sala. E poi... Chiara Noschese che dona la sua voce alla preziosissima fata.

Il messaggio importante che arriva a grandi e piccini, è un messaggio d'amore, dell'importanza dei valori che a volte perdiamo di vista ma che sono sempre vicino a noi. La famiglia, l'unione di chi si vuole bene, indipendentemente che sia una famiglia tradizionale o no, è fondamentale per crescere, ad ogni età. Ascoltare i propri sogni e crederci sempre! 

“When you wish upon a star…”Quando si desidera qualcosa, con tutto il cuore, si chiede ad una stella di realizzarlo e quel sogno si avvererà”.

Accompagnate i vostri figli a vedere questo spettacolo e connetete il cuore!


Al Teatro Nazionale CheBanca! fino al 14 gennaio 2018

PINOCCHIO – Cuor Connesso

Testo e regia - Chiara Noschese
Regia associata - Roberto Bani

Cast

Pinocchio: Mario Acampa
Geppy: Antonio Speranza
Grillo parlante: Raffaella Alterio

INFO E PREZZI 

Sabato pomeriggio ore 15.30 - Domenica mattina ore 11.00 

Sono previste su richiesta repliche infrasettimanali per le scuole. 

Da gennaio 2018 lo spettacolo potrà essere rappresentato direttamente nelle scuole adeguatamente attrezzate che ne faranno richiesta.


Prezzi

Per le repliche del weekend:

32€ Poltronissima VIP 
28€ Poltronissima 
24€ Poltrona

Per le repliche scolastiche infrasettimanali 10€ 

Prevendite 

Info per acquisto biglietti:

www.teatronazionale.it - www.ticketone.it


Biglietteria Teatro Nazionale CheBanca!

Via Giordano Rota 1 - 20149 Milano 

Aperta da martedì a domenica dalle ore 14.00 alle ore 19.00

Infoline Tel. 02 00640888 orario 15:00 - 18:00 da mercoledì a sabato

Per gruppi min. 10 pax: 02/00640859 - 02/00640835 b2b@stage-entertainment.com 









Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol