Passa ai contenuti principali

Sono nato per volare


Uno spettacolo evento per ricordare una delle pagine più buie della nostra storia

Il Teatro Kopó Brindisi e PTK (Produzioni Teatro Kopó) presentano Sono nato per volare di e con Giuseppe Arnone, in scena sabato 14 ottobre alle 21 e domenica 15 alle 17:30. Nel 2014, lo spettacolo ha vinto i Festival “Confronti Creativi” e “Nuove Entità Teatrali”.

Una famiglia, composta da madre e tre figli, aspetta di imbarcarsi per Palermo dall’aeroporto di Bologna. Siamo nel giugno del 1980. L’aereo ritarda di due ore. In quel lasso di tempo, Vincenzo Diodato, che ha solo 7 anni, ricorda le vacanze di Natale trascorse in Sicilia, la terra di origine della famiglia. La terra dove sta per fare ritorno. La sua mente si popola di immagini, di colori, di suoni e di sapori. C’è la nonna che prepara il suo piatto preferito, vale a dire la caponata. E poi le arancine, altra pietanza simbolo della tradizione culinaria locale. 

Ci sono le fiabe che alimentano l’immaginazione e una nostalgia struggente, i parenti, l’estate e soprattutto il richiamo delle radici di una terra calda e ammaliante. Il piccolo Vincenzo culla dentro di sé un sogno, di cui rende tutti noi partecipi. “Da grande” – dirà – “voglio fare il pilota … Sono nato per volare.” Alle 20.08, l’aereo bianco e rosso decolla. Si inabisserà poco dopo nelle acque del nostro mare, il Mediterraneo. Vincenzo, sua madre, la sorellina e il fratello Giuseppe di 10 anni (‘la luce dei nostri occhi’) entreranno a far parte delle 81 vittime della strage di Ustica. 

Con Sono nato per volare, Giuseppe Arnone, attore da sempre impegnato nel teatro civile, affronta una delle pagine più buie e più dolorose della storia d’Italia. Dopo 37 anni dal quel disastro, infatti, non è stata ancora fatta piena luce sulla dinamica dell’incidente, sulle eventuali responsabilità interne e su presenze non autorizzate nel nostro spazio aereo. Questa pièce merita di essere vista perché scuote le coscienze dall’oblio, perché fa ridere e commuove, perché utilizza una varietà straordinaria di registri linguistici dove italiano e siciliano si avvicendano, senza che quest’ultimo ostacoli la comprensione da parte del pubblico. In fondo, il sogno di Vincenzo Diodato è il nostro sogno: vivere in un Paese libero da trame e segreti, un Paese finalmente libero di volare.

Giuseppe Arnone, attore, intraprende la carriera artistica nella sua terra, in Sicilia, dove porta in scena un testo di Savino Lorefice, intitolato Piazza della Vergogna. Nel 2003, al Piccolo di Catania, si esibisce nel Faust, spettacolo acclamato dalla critica. Si trasferisce poi a Siena per continuare la formazione teatrale, prendendo parte ad uno stage di Marcel Marceau e ad uno di Emma Dante. Nel 2013 porta al Kopó di Roma lo spettacolo Il coraggio fa…90 e da quell’incontro nasce un’ininterrotta collaborazione. L’anno dopo, nello stesso teatro, debutta Sono nato per volare, ottenendo ottimi riscontri da parte del pubblico e della critica 
---------------------------------


Teatro Kopó Brindisi

Piazza Crispi, 42

72100 Brindisi

Tel.: 3482118504

Website: http://www.brindisi.teatrokopo.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

BROADWAY CELEBRATION - I GRANDI SUCCESSI DEL MUSICAL IN CONCERTO SPETTACOLO

                                                                  Tour 2021/22 BROADWAY CELEBRATION I GRANDI SUCCESSI DEL MUSICAL IN CONCERTO SPETTACOLO Rocky Horror Show, Jesus Christ Superstar, Rent, Mamma Mia! Sister Act, Les Misérables, Cats, Hairspray, Hair, Grease, Evita, The Phantom of the Opera… PRESENTA UMBERTO SCIDA Una produzione Marco Caselle, Alex Negro per Palco5. I due fondatori uniscono la loro ventennale esperienza nel settore del Musical il primo, e nel Gospel internazionale il secondo, per dar vita ad una serata imperdibile con un cast di 24 performer e musicisti per i grandi successi del Musical. 10 sono i performer di fama nazionale che compongono la sezione dei solisti, accompagnati da una band d’eccezione e supportati da altrettanti coristi. Non sarà un semplice concerto, ma una esperienza di storytelling attraverso parole e canzoni, come insegna il teatro di Broadway. La serata, infatti, verrà raccontata da Umberto Scida, già noto in tutto il Paese

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio