Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

Il Ribelle - Liberamente tratto da “Trattato del Ribelle”, Ernest Jünger



AVVISO AI SOCI

L'Associazione Culturale Teatro Trastevere
in collaborazione con Florian Metateatro Centro di Produzione Teatrale
presenta

Il Ribelle

di Leonardo Rossi

Liberamente tratto da “Trattato del Ribelle”, Ernest Jünger 


2-5 NOVEMBRE 2017
Teatro Trastevere a Roma

Regia e Cura Musicale Gian Marco Montesano

con Umberto Marchesani

con la partecipazione di Oscar Strizzi


“Lui è lì, dentro una stanza.
Circondato dalla musica.
Una musica celestiale lontana, ma così vicina; lui si interroga, si scava, si fa del male.
Ma potrebbe trovarsi anche dentro una trincea, fumando una sigaretta, appoggiato a un muro decrepito, con il fango fino alle ginocchia.
Lui siamo noi, siete voi, sono io o sei tu.

Siamo tutti.

Lui è un ribelle.

Un ragazzo che ha preferito scegliere una vita da mangiare sul confine del giorno e della notte.

Una vita spesa sul limite dell’aurora o del tramonto.

Lui potrebbe essere un soldato, o uno studente, un milite o un adolescente, un sacerdote o un operaio.”

Elezioni, politica, sessualità, estremismo, femminicidio, ma anche solitudine, rancore e speranza:

questi i temi ricorrenti e portati in scena da Gian Marco Montesano nel suo Il Ribelle, di Leonardo Rossi, intensamente interpretato da Umberto Marchesani.

Nella pièce tutto viene preso a fatto a pezzi, sondato con delicatezza per essere osservato in controluce e finalmente compreso: gli scontri generazionali, gli scontri finti, gli scontri dialettici e anche conflitti erotici, “umani e molto umani”, sono tutti gli elementi che questo Ribelle, senza età e senza tempo, lancia sul pavimento per cercare di leggerne le profezie.

Alla fine trionfa la figura dell’anarca, un re, un modello, un operaio del mondo che lo costruisce nel silenzio della foresta, ascoltando una musica che viene da lontano e che lo proietta ancora più in là. Altra protagonista dello spettacolo è la musica che torna e ritorna dall'inizio alla fine, una musica che ci offre un Ribelle che è un sollievo, un istante di pace e di sicurezza.

Cosa ne verrà fuori, si potrà capirlo ascoltando con attenzione le parole e la musica.

Perché non c’è significato più intimo e profetico di una parola che si lega a una nota.
-------------------

Il Ribelle

di Leonardo Rossi

Liberamente tratto da “Trattato del Ribelle”, Ernest Jünger 


2-5 NOVEMBRE 2017

Teatro Trastevere, via Jacopa de'Settesoli 3, 00153 Roma

orari: martedì-sabato h 21.00, domenica h 17.30

contatti: 06.5814004 info@teatrotrastevere.it



Commenti