Passa ai contenuti principali

In primo piano

NASCE L' ASSOCIAZIONE STEFANO D'ORAZIO

                                                           Ad un anno dalla scomparsa di uno dei più amati artisti italiani   NASCE L’ASSOCIAZIONE STEFANO D’ORAZIO   UN PROGETTO RIVOLTO A GIOVANI ARTISTI DI TALENTO   «Vorrei poter contribuire ad accendere degli entusiasmi e delle attenzioni verso qualcuno che meriti una storia di successo fortunata come la mia» Stefano D’Orazio     Ad un anno dalla scomparsa di un grande artista, che insieme ai Pooh ha fatto la storia della musica italiana nasce l’Associazione Stefano D’Orazio, un progetto rivolto a giovani artisti di talento. Lo scopo dell’Associazione è quello costituire un polo di eccellenza nel settore artistico-musicale-imprenditoriale, un’accademia di alta formazione professionale ed imprenditoriale per giovani artisti, quale strumento di integrazione sociale e culturale, con potenziale innovativo e di crescita per il sistema economico, occupazionale e sociale. Associazione Stefano D’Orazio si pone come obiettivo quello di organi

Roma Fringe Festival 2017 - Finale e Premiazioni il 21 settembre


Ospiti: Gabriele Mainetti e Lillo Petrolo

In scena i 3 finalisti del Roma Fringe Festival 2017, insieme ai corti del pluripremiato regista di Lo Chiamavano Jeeg Robot

A partire dalle 19.30, Villa Mercede, Via Tiburtina 113 – 115 (Zona San Lorenzo)

Il Roma Fringe Festival 2017 si concluderà il 21 settembre con una serata all'insegna del Teatro e del Cinema: a partire dalle 19.30 andranno in scena i 3 spettacoli più apprezzati da pubblico e critica di questa edizione, per poi proseguire con l’appuntamento cinematografico guidato da uno dei registi del momento, Gabriele Mainetti insieme a Lillo Petrolo, per finire con le premiazioni, che vedranno lo stesso autore di Lo Chiamavano Jeeg Robot assegnare il premio al vincitore.

Giunto alla sua sesta edizione, guidato da Davide Ambrogi, anche quest'anno il Fringe capitolino ha intercettato alcune delle più interessanti proposte teatrali indipendenti dello stivale, raccontando l'Italia sul palcoscenico, attraverso inedite versioni di grandi classici, veri e propri momenti poetici e nuove drammaturgie, con performance, visual art, comicità, non sense e teatro civile.

Tra i finalisti del Roma Fringe Festival 2017: Il Circo Capovolto del Teatro delle Temperie (Bologna) di Andrea Lupo e A Sciuquè, di Ivano Picciallo, Malmand Teatro/i Nuovi Scalzi (Barletta).

Insieme ai tre spettacoli finalisti, alle 22.30 salirà sul palco in compagnia di Lillo Petrolo (di Lillo e Greg) il pluripremiato regista di Lo chiamavano Jeeg Robot, Gabriele Mainetti, che presenterà una serie di corti in cui ripercorrere la sua poetica artistica dal poliziesco al noir, con Basette (2008 con Valerio Mastandrea, Daniele Liotti, Marco Giallini, Luisa Ranieri, Flavio Insinna, Lidia Vitale, Santa De Santis, Alessandro Tavanti), Tiger Boy (2012 con Francesco Foti, Lidia Vitale e Simone Santini), la serie di Ningyo (2016).

L'iniziativa è parte del programma dell'Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e si svolge con il Patrocinio delle Biblioteche di Roma.

Appuntamento con il Roma Fringe Festival dal 30 agosto al 21 settembre a Villa Mercede, Via Tiburtina 113 – 115 (Zona San Lorenzo). Ingr. gratuito, spettacoli 6 euro – 8 euro. Sconti con Bibliocard.

Media Partner: Periodico Italiano Magazine, Gufetto, Saltinaria, Media e Sipario, Persinsala, Recensito, La Platea, Roma Tre Radio - Radio ufficiale dell’Università degli Studi di Roma Tre”.

Per info e programma: www.romafringefestival.it

Commenti