Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

Grande Guerra - 100° anniversario - Ensemble Spirale Armonica


CHE GRANDE GUERRA
Oratorio per Soprano, Contralto, Voce recitante ed Ensemble Spirale Armonica 
Direttore Andrea Palmacci 
Musica: Daniele Scaramella 
TEATRO DI VILLA TORLONIA 
DOMENICA 17 SETTEMBRE 2017 ORE 19:00 

Nel panorama romano ricco di sollecitazioni culturale si vuole offrire una riflessione sul mondo della composizione contemporanea, che si accompagni alla meditazione e confronto con la più grande avanguardia connotante il nostro Paese: il Futurismo, e la sua visione positivista della Grande Guerra, sottolineando come si sia rivelata promessa tradita di rinnovamento per divenire l’urlo straziato e malinconico della giovane avanguardia, che vide la morte intorno a se fino ad arrivare ad esserne travolta. 

Lo spettacolo nasce da un’idea di Andrea Palmacci e Daniele Scaramella in occasione del 100° anniversario della Prima Guerra Mondiale. Alla produzione di un componimento musicale originale si accosta un libretto costituito da stralci di lettere di giovani soldati dal fronte e di testi di grandi poeti tra futurismo ed ermetismo: C. Rebora, E. Montale, G, D’Annunzio, G. Pascoli, B. Mussolini, Luigi Boneschi. L’Opera è composta da un Preludio strumentale, 8 scene e finale. 

L’esecuzione è in forma di Oratorio con contemporanea proiezione di video tratti da repertorio di documenti storici inerenti la Prima Guerra Mondiale e spezzoni di filmati futuristi. In apertura di spettacolo verrà eseguito il brano “Al crepuscolo” di G. Verrengia, anche quest’ultimo ispirato alla Grande Guerra. 

Esecutori: Soprano Sofya Yuneeva 
Contralto Eva Maria Ruggieri 
Voce recitante Emanuele Gamba 
Flauto Annalisa Sorio 
Clarinetto Margherita Ramirez 
Sax Marcos Palumbo 
Fisarmonica Riccardo Pugliese 
Violino Daniele Scaramella 
Violoncello Paolo Andriotti 
Percussioni 1 Claudio Piselli 
Percussioni 2 Giuseppe Piraino 
Pianoforte 1 Federica Posta 
Pianoforte 2 Andrea Feroci 
Direttore Andrea Palmacci 
Regia di Emanuele Gamba 
Musica di Daniele Scaramella 
Elaborazione testi di Luigi Boneschi 
Montaggio video di Emanuele Gamba 

Ingresso 5 euro con prenotazione obbligatoria allo 060608 a partire da 7 giorni prima dell’evento.

Commenti