Passa ai contenuti principali

A settembre arriva Dance Explosion 2017: al Martinitt esplode la danza “contagiosa”


Dal 16 al 23 settembre il nostro palco torna a vibrare. Dei passi ma anche dell’entusiasmo di incredibili ballerini che si scatenano in spettacoli di danza davvero unici. La fortunata rassegna Dance Explosion, fedele al suo nome, ancora una volta dà voce al linguaggio universale del corpo e propone una danza che coinvolge e travolge ogni tipo di pubblico. Nella locandina della terza edizione, 4 spettacoli di grande impatto. Biglietti acquistabili anche online, possibilità di mini-abbonamenti liberi a 40 euro per 3 spettacoli. 

Sta diventando un’ottima abitudine quella di venire al Martinitt non solo per la prosa. Il nostro pubblico variegato apprezza sempre più l’appuntamento ormai consolidato con la danza, quella universale, che parla al cuore di tutti e tocca le corde di ognuno. Da qualche anno infatti, quelli del Martinitt emozionano non più solo a colpi di risate ma anche a passo di danza… Dal 2015 addirittura con un’intera, graditissima rassegna. A inaugurare in bellezza la nuova stagione di quello che è ormai polo culturale a tutto tondo –teatro, cinema e vetrina delle nuove tendenze in fatto di danza- sarà infatti di nuovo la rassegna DANCE EXPLOSION, in calendario dal 16 al 23 settembre prossimi. In locandina 4 spettacoli dal respiro internazionale e dal linguaggio universale, selezionati per un pubblico vasto ed eterogeneo, dall’appassionato al semplice curioso, dall’esperto al neofito, dai senior ai junior.

Fedele allo spirito che l’ha animata fin dalla prima edizione, la rassegna è anche questa volta all’insegna della vivacità e dà voce a diversi linguaggi corporei e a vari generi, dalla danza neoclassica a quella dinamica, passando per quella contemporanea e persino per l’arte circense. La parola d’ordine è una sola: scatenare una vera e propria esplosione di energia sul palco e sincero entusiasmo in platea.

Ecco il cartellone di Dance Explosion 2017.


16 settembre – ore 21

E’ COSI’ LONTANA L’AMERICA? Compagnia Giovanni Lampugnani

Ad aprire la rassegna, una scorpacciata di tip tap e modern jazz. Uno spettacolo interamente ballato e cantato, che esplora i rapporti artistico-musicali intercorsi tra Italia e America dal 1900 al 1960. Tra un passo e l’altro di danza, si staglia l’America dei Bulli & delle Pupe contrapposta alla leggerezza dello Swing italiano e poi irrompe il ritmo elegante e inimitabile di Fred Astaire e Ginger Rogers. Si continua con Carosone e Buscaglione, Caruso, Sinatra e Modugno.
“E’ così lontana L’America?” cerca di sposare melodia e ritmo, coreografia e drammaturgia in una sintesi originale, ricca di sfaccettature umane e di aneddoti storici messi in scena con sincerità, ironia e calore. La sua trasversalità lo rende godibile per pubblici di tutte le età.


17 settembre – ore 21

DRONE Compagnia Drone Dance Company

Il movimento nella danza contemporanea non è solo bellezza. E’ emozione allo stato puro, che dona vibrazioni in grado di elevare il corpo umano a un’astrazione superiore. Dona di te ciò che vuoi che vedano e non ciò che per convenzione vorrebbero vedere… Siamo esistenze omologate, siamo convogli emozionali sotto stretta sorveglianza. Globalizzazione emotiva, che grazie all’istinto lentamente evapora, libera la nostra pelle dal controllo supremo trasformandoci in velivoli liberi, privi di pilota e alla ricerca di nuove mete e nuove suggestioni.


22 settembre – ore 21

TRILOGIA D’AUTORE Compagnia Venezia Balletto

Uno spettacolo diviso in tre parti, attraverso le quali Sabrina Massignani esprime la sua ricerca coreografica e la sperimentazione, l’esigenza, il bisogno naturale che muove il suo desiderio creativo, fusione e contaminazione tra il balletto classico e la danza contemporanea. Un punto fermo nella sua visione della danza come un’arte omnicomprensiva, in cui si riconosce in una prospettiva globale fatta di forme e stili diversi per riscoprire le inesauribili potenzialità del corpo danzante puro.


23 settembre – ore 21

THE BEST OF LIBERI DI… 10 anni di acrobazie fra le nuvole Compagnia Liberi Di

Performance aeree mozzafiato, coreografie acrobatiche dinamiche e gag esilaranti sono il mash-up perfetto delle esibizioni di maggior successo di Liberi Di… Qui presentate in uno spettacolo che ripercorre le tante produzioni teatrali coreografate negli ultimi 10 anni sotto la direzione artistica di Davide Agostini.

Acrobatica, Circo e Teatro Danza sono gli stili con cui il cast, appena tornato con successo da una tournée negli USA, ci racconta l’evoluzione delle nostre esistenze. Dal concepimento ai sentimenti che suscitano le stagioni, dagli episodi quotidiani visti in chiave ironica, alla ricerca di qualcosa che possa dare un senso alla vita… L’incanto con cui si vive lo spettacolo porterà con estrema ironia lo spettatore adulto a sorridere e i bimbi di tutte le età a sognare divertendosi!

Info e prenotazioni:

TEATRO MARTINITT

Via Pitteri 58, Milano - Tel. 02 36.58.00.10

www.teatromartinitt.it, info@teatromartinitt.it

Orario spettacoli: ore 21.

Biglietteria: lunedì-sabato 10-20, domenica chiuso.

Ingresso: 22 euro, ridotto 16 euro. Miniabbonamento libero a 40 euro per 3 spettacoli.
















Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol