Intervista a Vittorio Matteucci - Direttore artistico del M.I.P. Musical in Progress

15:22


Un grande artista amato dal pubblico e dalla critica che da ottobre 2017 sarà il direttore artistico del M.I.P. Musical in Progress, il corso di perfezionamento per performer che è giunto al suo quarto anno accademico. Sto parlando di Vittorio Matteucci.
Una squadra di docenti di altissimo livello che propone un’offerta formativa innovativa ed in linea con i maggiori centri di formazione internazionali. 
Perchè iscriversi al MIP? Leggete le parole di Vittorio.


Quando da piccolo ti chiedevano cosa volevi fare da grande, cosa rispondevi?

Rispondevo il maestro d'asilo perchè ho sempre avuto una grande passione, sarà per questioni di DNA, per l'insegnamento e per stare con chi è più piccolo, vederlo crescere... e quindi niente di meglio del M.I.P. ora!!!

Anche tu ovviamente sei stato allievo. C'è un insegnante in particolare che ricordi per esperienza positiva o anche negativa?

Io sono stato allievo delle scuole tradizionali e tutte le mie esperienze teatrali e musicali sono sul campo, sono sempre stato un praticone! Sicuramente tutti i miei insegnanti in un modo o nell'altro, mi hanno segnato oltre che insegnato. Forse l'ultimo, il docente di letteratura italiana all'università, che era un leopardista, il Professor Cesare Galimberti, è stato il più determinante, tanto è vero che con lui poi mi sono laureato.




Direttore artistico del Musical In Progress 2017/2018. Qual è l'obbiettivo principale del nuovo Anno accademico?

Come è sempre stato, creare un gruppo di ragazzi e ragazze in grado di competere sui palcoscenici d'Italia e, perchè no, anche europei... e perchè no anche oltre oceano. Mettere in grado questi ragazzi di poter recitare, cantare, ballare... tutto quello che c'è da fare per essere competitivi.

Abbiamo già detto in svariate occasioni che questo mestiere comporta tanti sacrifici e tanto studio e, per riuscire a portare avanti il proprio obbiettivo, bisogna avere un certo tipo di carattere. Un insegnante, oltre al lavoro tecnico, Come aiuta un allievo a migliorare questo aspetto?

Il lavoro di un insegnante non è tanto quello di insegnare le cose tecniche, certo quelle servono e sono importanti, ma è quanto quello di forgiare un carattere. Quanto io dico competere non parlo di competizione in quanto io devo arrivare primo, ma di essere sicuri di loro stessi, di avere forza, coraggio, carattere... il bravo insegnante è quello che riesce a forgiare un carattere, a fare in modo che i ragazzi si sentano sicuri, certi dei propri talenti e delle proprie possibilità e che sappiano anche quali sono i propri limiti per poter fare leva su quelli. Questo è l'insegnante!




Perchè iscriversi al MIP?

Per tutti questi motivi che ti ho detto. Perchè è una scuola professionale, perchè ti dà una preparazione, perchè gli insegnanti sono di altissimo livello. Io conosco chi insegnerà in questa scuola e hanno una vera e propria passione... hanno i numeri e i crediti per poter fare quello che vogliono fare. Purtoppo ci sono molte situazioni dove le persone non hanno i crediti e si improvvisano insegnanti, e scuole che non hanno proprio le basi. Oltre agli insegnanti qualificati al MIP abbiamo la struttura e un teatro interno... ed è tutto davvero bello! Vi aspettiamo!!!


Bando scaricabile a questo link https://goo.gl/MaUqJC



BIOGRAFIA:

Prosa: "Il malato immaginario", "American pictures", "La Marcolfa", "Provaci ancora Sam", "Tredici a tavola", "Arsenico e vecchi merletti", "Pyx", "Verso l'abisso di Chicago" (di quest'ultima opera firmata Ray Bradbury è anche autore della colonna sonora)

Autore delle colonne sonore di "Quanto costa il ferro", "Il mistero del mazzo di rose".

Autore della parte musicale delle tre fiabe "Pinocchio" , "Cenerentola" e "Il vestito nuovo dell’Imperatore".

E' autore della colonna sonora di due documentari sul Veneto diretti da Nicola Vegro e, insieme ad Angelo Boccato, del commento musicale alle immagini del cd-rom "Arcipelago" per la rivista Airone.

Stagioni 93/94 e 94/95 cantante della band di “Buona Domenica” condotta da Gerry Scotti e Gabriella Carlucci

Estate 1995 "Super" sempre con Gerry Scotty (cantante)

Autunno 1995: "Medicine a confronto" per Retequattro con Daniela Rosati. (cantante)

"La sai l'ultima" (edizione 95/96 Barale-Scotti) (cantante)

50 puntate di "Ciao Mara" la trasmissione quotidiana condotta da Mara Venier e terminata nel Dicembre '97. (cantante)

1997:_I duetti con Linda Wesley dal musical Gloria registrati per la Warner Bros. nel cd "Film soundtrack n.5" di Rodolfo Matulich.

Per la Walt Disney ha prestato la voce nello spettacolo che precedeva la proiezione di "Hercules" al teatro Sistina di Roma, ha cantato la canzone "George Re della giungla" nell'omonimo film e doppiato, per la parte cantata, il personaggio di Yao in “Mulan” (1998).

Risale al settembre ’98 la partecipazione al "memorial" per Lucio Battisti in diretta da piazza del Campidoglio come corista della "Demo Band" di Demo Morselli,

Nel ruolo di arrangiatore e cantante, la notte di "Trenta ore per la vita" (1999) .

E’ del febbraio ’99 la sua partecipazione a “La canzone del secolo” di Pippo Baudo con la grande orchestra del maestro Caruso.

Nelle stagioni ’99 e 2000 è voce solista, con la Demo Band, al “Maurizio Costanzo show”.

Nel maggio 2000 partecipa nel ruolo del “cantante pop” all’opera “Lego” di Nicola Campogrande diretta dal M° Maurizio Dini Ciacci, presso il Teatro Nuovo di Verona (produzione “Pocket Opera Italia”).

Sempre con Pocket Opera in collaborazione con Opera Barga è “Il Tribuno” di Mauricio Kagel (13 agosto 2000, Teatro dei Differenti di Barga). Per queste ultime due opere, consulta il sitowww.iperv.it/pocketopera .

Il I luglio 2000 diventa Giuda in “Jesus Christ Superstar”.

Nel mese di ottobre del 2000 è impegnato come baritono ne “l’Opera delle filastrocche” di Gianni Rodari musicata dal grande Virgilio Savona e diretta ancora dal maestro Maurizio Dini Ciacci; con lui la soprano Sabrina Tortora.

Nel marzo 2001 debutta nella parte del perfido arcidiacono Frollo in “Notre Dame de Paris”; incide anche due cd, uno in studio, uscito a dicembre del 2001, uno live, registrato all’Arena di Verona, così come il DVD, usciti entrambi nel dicembre 2002.

Ancora, il 4 settembre 2003 è protagonista della diretta televisiva dell’opera su Rai uno sempre dall’Arena di Verona, evento musicale dell’anno.
Per maggiori informazioni sull’opera si consiglia di visitare il sito www.notredamedeparis.it ewww.notredamefansclub.it.

Nell’ottobre 2003 debutta nel ruolo di Scarpia nella “Tosca, amore disperato” di Lucio Dalla (Arena di Verona 23 e 24 settembre 2004)
Vedi anche www.toscamoredisperato.it ewww.toscafansclub.it.

Nel gennaio 2005 è, con la Big Band di Paolo Belli, una delle quattro voci soliste nella fortunatissima trasmissione “Ballando con le stelle” condotta da Milly Carlucci.

Nel marzo 2006 debutta nel ruolo di protagonista nel musical “Dracula” musicato dalla P.F.M., scritto da Vincenzo Incenzo, diretto da Alfredo Arias e prodotto da David Zard. Vedi anche www.draculaoperarock.it.

Nel novembre 2006 è protagonista in teatro dell’atto unico di Antonello Belluco (autore e regista del film Antonio, guerriero di Dio) “Stregati per la vita”.

E’ stato docente della cattedra di canto moderno per 10 anni presso la scuola di musica George Gershwin di Padova e attualmente tiene corsi e seminari di canto, interpretazione, recitazione e arte scenica in generale.

Nel 2007 ricopre il ruolo di Anselmo giovane nella fiction, per Rai Uno “Liberi di giocare” al fianco di Isabella Ferrari e Pierfrancesco Favino.

Nel novembre 2007 debutta nel ruolo di Dante ne “La Divina Commedia – Opera” del compositore Mons. Marco Frisina. Vedi anchewww.ladivinacommediaopera.it.

Nel maggio 2008 nel contesto di Mediastars – premio tecnico della pubblicità – XII edizione, si classifica al primo posto e riceve il Premio Specialstar per l’Interpretazione per il filmato “NQCItaly, storia di un’idea” (v. www.mediastars.it).

Nell’agosto 2009 ritorna a vestire i panni del perfido Scarpia in una nuova ed arricchita edizione (la messa in scena si fregia della partecipazione dell’Orchestra Festival Puccini”) di “Tosca amore disperato”, ottenendo un enorme consenso al Gran Teatro all’aperto Giacomo Puccini a Torre del Lago, all’Arena di Verona e, con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali, al Teatro degli Arcimboldi a Milano. Si segnala la trasmissione di “Tosca” su Rai Uno il 3 giugno 2010 in prima serata.

Nel dicembre 2009 a Mazara del Vallo gli viene assegnato il Premio Scena al “Premio Salvo Randone 2009 – Oscar del Teatro”

Il 18 aprile 2010 nel corso del I Galà della musica padovana gli viene assegnato il Premio S.I.A.E. per aver dato voce e passione al musical italiano.

Nel giugno 2010 interpreta il ruolo de L’Innominato ne “I Promessi Sposi” di Pippo Flora e Michele Guardì. Prima mondiale allo stadio di San Siro il 18 giugno 2010.
Messa in onda su RAIUNO il 1° settembre 2010.

Nel dicembre 2010 debutta come autore teatrale e regista con “Pierina e il lupo – storia di violenza, coraggio ed amicizia”, un balletto per orchestra e voce recitante (voce recitante: Vittorio Matteucci, coreografie: Gabriella Furlan Malvezzi, musiche originali: Federico Malaman).

Nell’ottobre 2013 debutta nel ruolo di padre Capuleti nella produzione di David Zard “Romeo e Giulietta – ama e cambia il mondo”, di Gerard Presgurvic, per la regia di Giuliano Peparini.
Prima mondiale dall’Arena di Verona ripresa in diretta dalle telecamere di RAIUNO.

Nel marzo 2016 ritorna a ricoprire il ruolo di Frollo in una speciale riedizione dell’opera di Cocciante “Notre Dame de Paris” con tutti i protagonisti del debutto di ben 14 anni prima. Alla fine del tour trionfale l’abbraccio dell’Arena di Verona, nel settembre 2017, dopo quasi 300 repliche sempre tutte esaurite.

You Might Also Like

0 commenti