Passa ai contenuti principali

In primo piano

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

“Io mangio precario” - on line monologo di Massimo Sconci


Il video, tramite il linguaggio satirico, punta a sensibilizzare l'opinione pubblica sul problema disoccupazione.
È online il nuovo monologo di Massimo Sconci dal titolo “Io, Mangio Precario”, da lui scritto, diretto e interpretato. Il video è targato MU.SP.A.C. (Museo Sperimentale d’Arte Contemporanea), una realtà che in Abruzzo è da sempre importante punto di riferimento per il sostegno di attività artistiche e creative che coinvolgono e favoriscono la collaborazione tra giovani.

“L’idea mi è venuta quel giorno in cui, preso dalla fame, nella mia condizione di attore precario avrei comunque mangiato solo scatolette di tonno per almeno due cene” spiega l'attore. “Ho pensato anche alla condizione comune dei miei coetanei. So bene come in molti siano assaliti da difficoltà economiche ben più gravi delle mie e come le vacanze estive divengano per loro un traguardo sempre più difficile da conquistare.”

Il progetto, attraverso il linguaggio della satira, propone di sensibilizzare ulteriormente l’opinione pubblica sulla sempre più grave mancanza di posti di lavoro per i giovani in Italia. Il video è anche un supporto ai ricercatori precari del Consiglio Nazionale delle ricerche (CNR). Quest'ultimi, uniti in un corteo funebre, hanno protestato lo scorso 17 Maggio contro i tagli ai fondi per chiedere “finanziamenti e stabilizzazione di tutto il personale degli enti di ricerca”.

Alle riprese c’è Giovanni Sfarra, regista appena diplomato in Reportage Audiovisivo presso il Centro Sperimentale di Cinematografia (sede Abruzzo). Mentre nella coda finale troviamo un piccolo cameo a sorpresa di Francois Ndayambaje, giovanissimo musicista aquilano.



Commenti

Post più popolari