Passa ai contenuti principali

In primo piano

L’Associazione Culturale “Manuel Frattini” PRESENTA “APPUNTAMENTO CON …”

                            L’ Associazione Culturale “Manuel Frattini”   PRESENTA   “APPUNTAMENTO CON …” PRIMA DATA 14 marzo 2021 ore 16.00   Tra le iniziative che l’Associazione Culturale “Manuel Frattini” intende promuovere, sono state inserite alcune giornate di studio con artisti e performer che mettono a disposizione il loro tempo e la loro professionalità per sostenere il cammino di crescita dei talenti nell’ambito delle discipline che fanno del Musical uno tra gli spettacoli da palcoscenico più completi. Nonostante le ormai note regole che limitano gli incontri di persona, l’Associazione Culturale “Manuel Frattini” non si arrende e vuole esservi ancora vicina in attesa di tempi migliori.

TEMPI MATURI - di Allegra de Mandato


5 e 6 Maggio - Alta Luce Teatro

Tempi Maturi

di Allegra de Mandato

con Emanuele Arrigazzi

Raccontiamo la paura e l’eccitazione di vivere sempre alla ricerca di un obiettivo da perseguire, nella consapevolezza che “ciascuno ha soltanto una storia. Scriverete la vostra unica storia in molti modi. Ma tanto ne avete una sola.”(Elizabeth Strouth)

Un monologo che racconta una vita, in cui realtà e finzione s’interseca così come il mondo della bicicletta e la nostra storia contemporanea, la paura di non farcela e le scorciatoie, il bisogno di esistere in una società che si dimentica tutto quello che fagocita.

Un’ora di corsa, la resistenza e l’equilibrio, il sudore e il rumore incessante dei pedali sui rulli, una performance che è soprattutto una storia, la storia di un uomo che racconta non solo se stesso ma tutti quelli che ha incontrato, un piano inclinato tra il doping come metafora e la bicicletta come arte di manutenzione della vita.

Lo sport è un’allegoria mostrata in movimento, una storia che accompagna un’esistenza emblematica non tanto in sé ma come presenza costante del dubbio che noi non siamo tanto chi ci ama ma chi amiamo, non tanto quello che facciamo ma chi incontriamo, la concentrazione dell’atto di pedalare in scena dà la forza della distrazione come pericolo o forse come unico modo per sentirsi veramente vivo.

Le imprese di grandi eroi smascherano il dubbio lacerante di chi racconta di una mancanza di talento, di una sindrome dell’impostore, di una costante paura ossessiva di annoiare, ecco allora che la drammaturgia corre tra il filo dei pedali, sudore, stanchezza, euforia, una sintesi tra finzione e realtà, bisogni e ferite, paura di giudizio e volontà di mollare quando si è all’apice e non in mezzo alle lacrime della disfatta, nel sapore della vittoria e non del fallimento, con la medaglia d’ora e non di cartone.

L’economia che si mangia i risparmi, le pensioni che spariscono, il rischio del far figli, il folle volo della precarietà, una corsa che senza freni racconta quello che ci riguarda di più, laddove l’atto atletico diventa una parte per il tutto.


Alta Luce Teatro
Alzaia Naviglio Grande 192 - 20144 Milano
Info e prenotazioni: 348.7076093 - alt@altaluceteatro.com
Prezzi: 13 euro con tessera associativa (costo 2 euro. Valida per la stagione 2016/2017)
Orario spettacolo: ore 21. A seguire brindisi con gli artisti

Commenti