"How to succeed..." e borse di studio alla STM!

16:38


Giovedì 25 maggio al Teatro Coccia di Novara andrà in scena in due repliche, alle ore 17.30 e alle ore 21.00, “How to Succeed in Business (Without Really Trying)”, lo spettacolo di fine corso dei diplomandi attori della STM - Scuola del Teatro Musicale. Il musical sarà diretto da Francesco Marchesi, con i testi e le liriche italiane di Andrea Ascari, le coreografie di Ilaria Suss e la direzione musicale di Massimo Fiocchi Malaspina.

Lo spettacolo segna la fine del percorso degli allievi del Corso Triennale per Attori del teatro musicale le cui prossime ammissioni si svolgeranno il 13 maggio, il 6 giugno e il 9 settembre.
Quest’anno, grazie all’aiuto di sostenitori privati, sono state istituite borse di studio fino ad un valore di 30.000 euro a sostegno dei nuovi iscritti al primo anno. Tutte le informazioni si trovano sul sito www.scuolateatromusicale.it Per prenotarsi alle ammissioni è sufficiente inviare una email all’indirizzo segreteria@scuolateatromusicale.it

Lo spettacolo chiude un anno particolarmente felice per la STM - Scuola del Teatro Musicale, unico Performing Arts Center italiano ad avere la sede all’interno di un Teatro di Tradizione, che dopo Next to Normal ha prodotto con successo di pubblico e critica il musical Green Day’s American Idiot. Entrambi gli spettacoli, diretti da Marco Iacomelli, torneranno in scena dal Teatro della Luna di Assago (MI) a partire dal 19 ottobre.

“How to Succeed in Business (Without Really Trying)" è un musical di Frank Loesser e libretto di Abe Burrows, Jack Weinstock e Willie Gilbert, tratto dall'omonimo romanzo di Shepherd Mead. Il musical, che ha vinto il Premio Pulitzer per la drammaturgia e sette Tony Awards tra cui miglior musical, racconta del giovane e ambizioso J. Pierrepont Finch che, con l'aiuto del libro “How to Succeed in Business Without Really Trying", fa carriera da semplice lavavetri a direttore della World Wide Wicket Company.

“How to Succeed in Business (Without Really Trying)" è presentato in Italia grazie a uno speciale accordo con Music Theatre International (MTI).

You Might Also Like

0 commenti