SHHH NON LO DIRE A NESSUNO - Fiaba distorta di una principessa moderna

07:53

Roma, Teatro Studio Uno/Sala Specchi
via Carlo della Rocca, 6

26 – 29 gennaio 2017 ore h 21 – domenica h 18

SHHH NON LO DIRE A NESSUNO


Fiaba distorta di una principessa moderna ancora in costruzione

Scritto, diretto e interpretato da Ludovica Bei




Torna in scena al Teatro Studio Uno Ludovica Bei con una nuova commedia da lei scritta e diretta, Shhh non lo dire a nessuno – Fiaba distorta di una principessa moderna ancora in costruzione. Lo spettacolo è in scena dal 26 al 29 gennaio.

Shhh non lo dire a nessuno è la fiaba distorta di una principessa moderna, come suggerisce il sottotitolo. Un anno; il 1990. nasce la principessa della nostra fiaba. Nello stesso anno si giocano i Mondiali, vince la Germania dell’Ovest.

In questa fiaba distorta la principessa è risentita per il modo in cui è stata organizzata la sua storia e chiede spiegazioni circa alcune scelte prese.

Si sviluppa un "dialogo" a senso unico, surreale e ironico, che riflette in maniera critica e sarcastica sull'attuale stato delle cose. A confronto i ragazzi degli anni 90’ con la generazione dei padri e delle madri cercando di capire, con l’occhio ingenuo che solo una principessa della Disney può avere, quanto questa continua evoluzione li stia sostenendo o comprimendo.

A far da guida una bambina normale con la sua famiglia, le sue credenze, le prime volte, le rivelazioni. Attraverso sfide, prove, antagonisti cattivi, mostri, formule magiche, l’eroina della pièce attraverserà con coraggio gli ultimi anni del ‘900.

Come ogni Principessa che si rispetti, ad accompagnarla nel suo viaggio, il fidato Aiutante Magico cantautore Nico Maraja, che non solo sosterrà e aiuterà la protagonista ma l’ammonirà, impersonando la voce della coscienza che cerca di orientare le scelte della principessa. Sarà anche il musicista che renderà l’atmosfera incantevole, con canzoni anni 90’ e musiche originali.

NOTE DI AUTORE

Decido di scrivere questo testo perché credo ci sia sempre di più la necessità di guardare le cose da un altro punto di vista, con un occhio più ingenuo e di conseguenza più critico.

L'occhio vigile di questo quadro è un personaggio ingenuo e per lo più vittima di una società che regala l'ipotesi di grandi aspettative e la certezza di grandi delusioni.

Sicuramente tramite questa storia vorrei raccontare il senso di inidoneità che attraversa la mia generazione. Una generazione a cui sono esplosi il computer, internet, i social network tra le mani e non sa più ne parlare né comunicare in rete. Una generazione goffa, che si trova alla guida ma forse non è pronta.

Ludovica Bei
-----------------

Teatro Studio Uno

Biglietto 10€

Tessera associativa gratuita

Info e prenotazioni teatro:

349 4356219
Ufficio stampa teatro: Eleonora Turco - 329 8027943

info.teatrostudiouno@gmail.com

www.teatrostudiouno.com



You Might Also Like

0 commenti