Inaugurazione Festival TORINODANZA 2016

15:14

TORINODANZA FESTIVAL 2016

6 settembre - 3 novembre

INAUGURAZIONE FESTIVAL TORINODANZA 2016 con uno dei più grandi coreografi contemporanei, Ohad Naharin, che presenterà lo spettacolo TRE creato per la compagnia israeliana Batsheva Dance Company.

Teatro Regio di Torino, 6 settembre


Martedì 6 settembre 2016, alle ore 21.00, al Teatro Regio di Torino, il coreografo israeliano Ohad Naharin inaugurerà Torinodanza Festival con Tre, spettacolo creato per la compagnia israeliana Batsheva Dance Company: opera in tre pezzi che si basa sui principi della tecnica “Gaga”. Lo spettacolo è presentato in collaborazione con l’Ambasciata di Israele in Italia ed è inserito in MITO SettembreMusica.

Corpi che si muovono con la precisione delle spade dei samurai. Gambe, braccia e schiene che si stendono e flettono creando forme nello stesso istante in cui le distruggono. Sensualità plastica e chirurgica dei gesti che lascia negli occhi il desiderio che la danza non finisca mai.

Tre di Ohad Naharin è una creazione in tre pezzi del 2005 creata per la Batsheva Dance Company, la compagnia israeliana di cui è coreografo e direttore artistico. I danzatori si muovono secondo i principi di “Gaga”, che si basa sulla comprensione individuale del corpo e dei suoi limiti e invita a trascenderli liberando agilità, personalità e connessioni metafisiche.

Il risultato è sorprendente: la qualità del movimento esprime valori ed emozioni che diventano bellezza inafferrabile e inaspettata che incolla i sensi al palcoscenico per 60 minuti.

Nel primo quadro, Bellus, l’intera compagnia crea una sinfonia umana sulle Variazioni Goldberg di Bach eseguite da Glenn Gould, articolando una serie di sequenze a onda. Gli impulsi partono dai piedi che creano un suono nella terra e che vibra nei corpi generando il movimento.

I passi rispondono alla musica riempiendo i vuoti sonori fra virtuosismi e sorprese.

Humus è un intenso unisono, ipnotico e incantatorio, tutto al femminile su musica di Brian Eno, la cui forza sta proprio nel creare un unico organismo perfettamente sincronizzato che si sposta in zone diverse dello spazio, riempiendolo tutto. La forza del corpo di ballo non annulla la potenza dei singoli gesti ma la moltiplica all’infinito.

Chiude lo spettacolo Secus, il pezzo più lungo, in cui la coreografia diventa un disegno geometrico mosso da un eclettico miscuglio musicale pop ed elettronico. Si compone sotto i nostri occhi increduli un alfabeto umano fatto di corse, assoli, gesti tersi e puliti, duetti interrotti, che, attraverso calci precisi e improvvisi, sinuose disarticolazioni delle anche, torsi che si piegano in tutte le direzioni come gomma da plasmare, esprime emozioni e sentimenti puri senza diventare sentimentale. Gioia, vulnerabilità, paura, innocenza, confusione e rabbia tessono una tela armonica e dinamica che oscilla fra delicatezza ed esagerazione. Il percorso non idealizza mai uomini e donne ma li racconta nel loro essere profondamente umani. Lo spettacolo risuona negli spettatori lasciati liberi di interpretare un lavoro affascinante e multidimensionale. Lasciando il teatro si sentono vibrare, come un’eco, lo stupore e la meraviglia. (Scheda tratta dal programma di Torinodanza 2016).

In occasione del debutto dello spettacolo Torinodanza collabora con NOD - Nuova Officina della Danza nel presentare, dal 3 all’8 settembre al Teatro Regio – Sala prove, Intensive Gaga Torino, un workshop per danzatori professionisti e studenti di danza over 18 con la direzione artistica di Shani Garfinkel: “full intensive days” di linguaggio Gaga, metodologia e Repertorio Naharin condotti da danzatori della Batsheva Dance Company. Nell’ambito di questa collaborazione il 5 settembre, alle ore 21.00, al Cinema Massimo verrà proposto il film-documentario Mr. Gaga di Tomer Heymann, preceduto, alle ore 20.00, da un incontro con Ohad Naharin e Tomer Heymann. Presentato al BFI London Film Festival 2015, all’International Documentary Film Festival di Amsterdam e al Festival dei Popoli 2015, Mr. Gaga racconta la vita e l’arte di Ohad Naharin.
---------------------------------------

Teatro Regio [ durata 60’ ]

6 settembre 2016 - ore 21.00

TRE

Coreografia Ohad Naharin

luci Avi Yona Bueno (Bambi)

costumi Rakefet Levy

sound design & editing Ohad Fishof

musiche:

Bellus: J.S. Bach, Goldberg Variations, esecuzione Glenn Gould

Humus: Brian Eno, Neroli

Secus: Chari Chari - Favorite Final Geisha

Show, Kid 606 - Flutter + Rayon - Mount Carmel

(mix: Stephan Ferry), AGF - Ambient Trust,

Chronomad (Wahed), Private Birds - You Stop,

Fennesz - On; Rajesh Roshan - Na Tum Jano Na Hum, Seefeel - Me, Brian Wilson and

The Beach Boys - You’re Welcome

foto: Gadi Dagon

Prima mondiale (“Shalosh”) - 12 febbraio 2005, Suzanne Dellal Center, Tel Aviv, Israele

Produzione Batsheva Dance Company

Spettacolo inserito in MITO SettembreMusica e presentato in collaborazione con l’Ambasciata di Israele in Italia




INFO: Tel. 011 5169555 – Numero verde 800235333

Teatro Regio – Piazza Castello 215, Torino

Biglietti: Intero € 20,00 - Ridotto € 17,00 - Under 35 € 12,00 - Under 14 € 5,00

Biglietteria del Teatro Stabile di Torino | Teatro Gobetti - via Rossini 8, Torino - dal martedì al sabato, dalle ore 13.00 alle ore 19.00. Domenica e lunedì riposo.

Riapertura Biglietteria venerdì 2 settembre 2016.

Vendita on-line: www.teatrostabiletorino.it - www.torinodanzafestival.it

Info: info@torinodanzafestival.it


Esclusivamente per gli spettacoli Tre, Fenêtres, Sylphidarium, Barons Perchés i biglietti sono venduti anche dalla Biglietteria di MITO Settembre Musica, via San Francesco da Paola 6, Torino. Telefono 011 01124777 - smtickets@comune.torino.it – www.mitosettembremusica.it




You Might Also Like

0 commenti