Passa ai contenuti principali

“L’accompagno di papà” esordisce al Martinitt.

Sul palco del Martinitt è al debutto una commedia dolce-amara condita da tanta ironia, un tocco di romanticismo e un pizzico di mistero. Tre personaggi al bivio che vedono la strada nell’assegno di invalidità di un anziano. Ma l’invalido dov’è finito? A portarla in scena, dal 21 aprile all’8 maggio, una compagnia di doppiatori che per una volta... ci mettono la faccia.




Sarebbe da chiudere gli occhi e riconoscere negli attori in scena voci familiari del piccolo e grande schermo –come quella di Michael J. Fox in Ritorno al Futuro e del vicino di casa Simpson, tra i tanti doppiati per esempio da Teo Bellia- ma noi invitiamo invece caldamente il pubblico ad aprirli bene gli occhi e godersi uno spettacolo inedito, con bravi interpreti. Una compagnia di doppiatori che ci mette la faccia e porta in scena uno spettacolo fresco e agrodolce, al debutto assoluto. Un quadro di disagio sociale, ispirato a un fatto di cronaca, in cui un giovane saccopelista, sua sorella manovratrice e un medico in fuga dalla famiglia mettono gli occhi sull’assegno d’invalidità di un moribondo, tra l’altro misteriosamente sparito nel nulla. Dove sarà finito l’anziano? Finale… da brividi!

L’ACCOMPAGNO DI PAPA’ è una commedia scritta e diretta da Roberto Marafante, con Alessandra Bellini, Gianluca Cortesi e Teo Bellia.

“L’accompagno” non è soltanto un’espressione garbata da dire a qualcuno che sta camminando da solo… E’ anche la contrazione di “assegno di accompagnamento”, un sostegno economico che lo Stato concede alle persone con un alto grado d’invalidità. Questo assegno fa comodo a Lucia, giovane donna divorziata e licenziata, per sé e per il suo vecchio genitore con il quale condivide ormai casa e pensione. Fa comodo al dottor Mario Magnesio, burocrate, cui Lucia si è “concessa” per sveltire le pratiche. Fa comodo però anche al fratello di Lucia, Gino, che, tornato a casa da Berlino, non ha più voglia di tentare la fortuna all’estero e vorrebbe sistemarsi. Insomma, tutti sperano di vivere ancora sulle spalle del vecchio genitore… che però non si trova. Un giallo divertente che fine avrà fatto papà? Le ipotesi sono tante…

Info e prenotazioni:
TEATRO/CINEMA MARTINITT

Via Pitteri 58, Milano - Tel. 02 36.58.00.10 - Parcheggio gratuito.

Orario spettacoli giovedì-sabato ore 21, domenica ore 18. Il sabato anche alle 17.30.

Biglietteria: lunedì 17.30-20, dal martedì al sabato 10-20, domenica 14-20.

Ingresso: 20 euro, ridotto 16 euro. Abbonamenti a partire da 80 euro per 12 spettacoli.




Il Martinitt

Un giovane teatro dai grandi numeri (40.000 spettatori lo scorso anno e 1700 abbonamenti in 5 stagioni) che crede davvero nei nuovi talenti di casa nostra, tanto da riservare loro il suo palcoscenico in esclusiva e da aver indetto il concorso “Una Commedia in cerca d’autori”, dedicato ad autori tra i 18 e i 40 anni. Riflettori sempre puntati anche sulla danza. E ora c’è anche il cinema di quartiere!

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

COPPÉLIA - balletto in tre atti

Martedì 11 Aprile 2017 ore 20,45 - Teatro Manzoni NUOVO BALLETTO CLASSICO direzione artistica Cosi - Stefanescu in COPPÉLIA balletto in tre atti musica di Léo Delibes Coreografia di Marinel Stefanescu Maitre du ballet Liliana Cosi Scene di Hristofenia Cazacu Costumi di Marinel Stefanescu

CALENDAR GIRLS ritorna al Teatro Manzoni

Dal 21 al 26 Febbraio 2017 TEATRO MANZONI AGIDI e ENFI TEATRO  presentano ANGELA FINOCCHIARO e LAURA CURINO CALENDAR GIRLS di TIM FIRTH basato sul film Miramax scritto da JULIETTE TOWHIDE & TIM FIRTH Traduzione e adattamento STEFANIA BERTOLA Regia CRISTINA PEZZOLI