Matteo Setti torna sul palco con FREDDIE is BACK

11:53

Matteo Setti torna sul palco con il suo primo amore, Freddie is Back, dedicato al re indiscusso del rock, Freddie Mercury. 

Prima di tornare a vestire i panni di Gringoire, il poeta di Notre Dame De Paris, l’Opera Popolare di Riccardo Cocciante, che lo porterà in giro per l’Italia con più di 90 date, Matteo sarà in scena con Freddie is back, nella stagione del Teatro OutOff di Milano, il 1° e 2 marzo 2016. 

Si tratta del nuovo spettacolo della Katherine Dance Company, che, oltre a Matteo, si comporrà di sei ballerine, le quali, con i loro i talenti, ricreerano, in versione odierna, la forza e la potenza che caratterizzavano i Queen nelle loro performance live. Freddie Mercury, con la sua personalità istrionica ed eccentrica, sarà dunque al centro di uno spettacolo che mette insieme le sue diverse anime artistiche: la melodia struggente, il ritmo trascinante, la coreografia visionaria. 


Per Freddie ogni concerto era uno spettacolo teatrale. Caterina Buratti con questo lavoro s’ispira all’energia, alla follia e all’estro di questo artista geniale che, grazie alla straordinaria voce di Matteo Setti, artista con grande esperienza dei palchi internazionali e protagonista in produzioni come Notre Dame di Paris, Casanova e Rent e le ballerine della Katherine Dance Company, fanno rivivere il suo mito leggendario. 

Per creare uno show travolgente Caterina e Matteo hanno scelto alcuni tra i brani più famosi di Freddie Mercury come: “One Vision” “We will Rock you” e “Bohemian Rapsody”. Quattordici canzoni, dove il canto e la danza si alternano per creare una sinergia travolgente. Una voce fuori campo che racconterà al pubblico chi era Freddie con materiale raccolto dalle sue interviste. 

I costumi di Freddie is back saranno curati da Daniela Dallavalle, anima creativa, stilista del bello, designer dell’armonia e artista poliedrica che si esprime attraverso la pittura, il disegno, le installazioni, la poesia, la body art e la moda. Lo spettacolo sarà un viaggio multisensoriale: oltre alla musica di Freddie, la danza ed i costumi particolarissimi, sarà accompagnato dai Profumi di Angela Laganà, azienda cosmetica con oltre 75 anni di esperienza, che porterà in teatro “scenografie” olfattive ed emozionali. 


Biglietto Intero: 30 euro 

Biglietto Under 25: 20 euro 

Katherine Dance Company: 

Teatro OUTOFF via Mac Mahon, 16 20155 Milano tel. 0234532140 http://www.teatrooutoff.it/

Ideazione: Caterina Buratti e Matteo Setti 
Regia Coreografica: Caterina Buratti 
Produzione esecutiva: Giovanni Rho 

Ballerine Katherine Dance Company: Stefania Fiandanese, Alice Corti, MariaCaterina Mambretti, Alessia Verdini,Viola Vicini e Arianna Cunsolo
----------------------------------------------------------------------
CATERINA BURATTI

Caterina Buratti nasce a Milano e inizia a ballare all’età di sette anni. Sostiene con successo gli esami della Royal Accademy of Dancing conseguendo il livello Advance. Terminato il Liceo Artistico, è ammessa alla scuola di musical Laine Theatre Arts ad Epsom (Londra) dove nel 2000 si diploma a pieni voti in Professional Dance & Professional Theatre Performing. 

Nei tre anni di studio in Inghilterra, si perfeziona nei diversi stili di danza jazz, danza contemporanea e danza classica, improvvisazione, canto e musical theatre. Inizia a lavorare a Londra in diversi spettacoli e musical, tra cui “Life”, “First you dream” e come ballerina solista nel musical “Peter Pan” per la regia di Alan Choen. Successivamente entra a far parte del musical “All That Jazz” e inizia così la sua collaborazione con André De La Roche come solista e prima ballerina. 

Caterina lavora in vari spettacoli e viene scelta come prima ballerina per la serata Pubblitalia-Mediaset all’Auditorium Ranieri III di Montecarlo, ballando su musiche interpretate dall’Orchestra sinfonica della Scala di Milano. Viene successivamente coinvolta da David Parson per far parte di una sua produzione al termine della quale parte per Hong Kong, dove, sotto la regia di Marco Acerbi, fa parte dello spettacolo jazz con musiche di Sandro Cerino. Danza inoltre in importanti programmi televisivi Rai e Mediaset come: “Festivalbar”, “Controvento”, “Un ponte tra le stelle”, “Viva”, “MTV”, “Compagnia bella”, “Scherzi a parte” e “Zelig Circus” con Claudio Bisio. 

È prima ballerina in serate di gala, tra le quali quelle dell’uscita in Italia del film “Kill Bill” ed “I Pirati dei Caraibi”, oltre a convention, sfilate di moda e videoclips. Durante la sua carriera artistica, Caterina ha avuto l’opportunità di esprimersi con coreografi come Parson, De La Roche, Barbara Evans, Phil Winston, Gerry Zuccarello, Sebastiano Coppa, Kledi Kadio, Valeriano Longoni, Anna Larghi, Marco Acerbi, Daniel Tinazzi, Loredana Zucchi e tanti altri. 

Nel Gennaio 2011 fonda la compagnia Katherine Dance Company insieme a Giovanni Rho e crea lo spettacolo “Dance Fusion” che debutta nel mese di Febbraio 2011 a “Danza in fiera” a Firenze, dove viene presentata come coreografa emergente. Dal 2011, proprio come coreografa della compagnia, crea diversi spettacoli tra cui “Dance Fusion Revolution”, “Out of Love”, “55 minuti” e molti altri. Ha inoltre coreografato in vari teatri italiani, tra i quali: Teatro Manzoni di Milano, Teatro Out Off di Milano, Palazzo di Mantova, Teatro Ciro Menotti di Milano, Teatro Alfieri di Garfagnana. 

Con lo stesso incarico, collabora al festival di Moncalvo, alla campagna pubblicitaria 2014/2015 di Tatras con evento alla Vogue Fashion Night e nelle serate al Magna Pars, alla Borsa Valori di Milano e in vari eventi con Matteo Setti. Nel novembre 2013 viene scelta per il 50° anniversario del Calendario Pirelli coreografando i brani interpretati dal Tenore Vitto- rio Grigolo e presentati da Kevin Spacey. Da (indicare mese e anno) è al lavoro con Matteo Setti per la creazione del nuovo spettacolo “Freddie Is Back” che debutterà al teatro Out Off di Milano nel marzo 2016.
---------------------------------------------------
GIOVANNI RHO 

Giovanni Rho nato e cresciuto a Milano, è passato da una carriera come art director al mondo del teatro. Nell’estate del 2007 si trasferisce a New York dove studia alla prestigiosa Tish Accademy, dipartimento di NYU e successivamente si diploma presso The American Musical and Dramatic Accademy. Ha co-fondato la scuola di Musical SingSmart ActSmart con Kathy Morath e Christopher Stephens ed è ora membro della compagnia teatrale The Artists Crossing fondata da Judith Blazer. 

Al momento, la sua vita lavora- tiva si divide tra Milano e New York. Dal 2011 è produttore esecutivo degli spettacoli della Katherine Dance Company dove scrive il suo primo play “Out of Love” e collabora come coautore dei testi per tutti gli altri spettacoli. Scrive inoltre la parte lirica originale per la produzione di “55 minuti”. Nel 2015 intraprende un progetto come voce solista, con Marco Evans, componendo e producendo il brano “Expensive”. Il video (visibile su youtube) ha coreografie di Caterina Buratti e regia di Michele Rho. Tra Ie sue performaces teatrali preferite: Day Dreaming (New York), Den Of Thieves (New York), Channeling Doris Day (New York), Lucky Stiff (New York), Hotel Savoy (New York), Dance Fusion (Milano), 55 minuti (Milano). In televisione e al cinema è comparso in Ugly Betty, Gossip Girl, Rescue me, Sex & the City 2 e molti altri.
---------------------------------------------------
MATTEO SETTI

Matteo Setti Abituato ad ascoltare fin da piccolo i cantautori italiani, Matteo Setti si innamora veramente della musica solo quando nel 1991 scopre i Queen: fonda così una cover band, Radiogaga, con la quale ottiene i primi successi nelle piazze italiane. 

Durante uno di questi live, viene contattato da Nicoletta Mantovani che lo incoraggia a soste- nere il provino per Rent, (opera che ripropone in chiave rock la Bohème di Puccini, in scena da anni a Broadway, e prodotta in Italia da Luciano Pavarotti). Matteo diventa così il protagonista del musical mentre, con lo pseudonimo Matt Land, incide per il mercato giapponese una trentina di brani dance che ottengono grande successo di vendite seguite da un tour in terra nipponica. 

La sala d’incisione e l’esibizione con artisti di fama internazionale sono un’esperienza formativa importante che ha come risultato l’approdo al musical Notre Dame de Paris. Dopo sette mesi di selezioni severissime, alle quali partecipano circa duemila aspiranti, viene scelto per il ruolo di Gringoire, poeta narratore e interprete di uno dei brani a tutt’oggi più amati: Le Temps des Cathédrales. 

La sua interpretazione è intensa, coinvolgente e indimenticabile. Rimane nel cast principale dell’opera fino al 2009 con 600 repliche all’attivo per poi proseguire con il ruolo di Giacomo Casano- va in “Casanova, Amori ed inganni a Venezia”, prodotto dall’Espace Pierre Cardin che, dopo Parigi, lo porta all’Opera di Atene e presso lo storico Teatro Cremlino di Mosca. Nel 2011 Matteo viene scelto per dare voce a “Non abbiate paura”, brano che celebra la beatificazione di Papa Giovanni Paolo II, trasmesso in oltre 60 paesi durante la veglia per la Beatificazione del Pontefice. 

Nel 2013 gli Stati Uniti scoprono questo artista talentuoso e versatile che sta iniziando a percorrere, ancora una volta, una strada differente: lo swing. Nel mese di dicembre, debutta alla Cutting Room di New York, seguita dal Catalina Jazz Club di Hollywood. Forte dei successi ottenuti, insieme a musicisti fedeli collaboratori di interpreti come Mark Knopfler, Frank Sinatra, Lady Gaga, Elvis Presley e Alicia Keys, incide a Nashville il suo nuovo album (prodotto da Fred Mollin) “If”. Uscito in agosto 2014, è stato presentato in un grande show registrato a Los Angeles e trasmesso da numerose stazioni del network americano PBS (90 milio- ni di telespettatori). 

Un album, questo, nel quale Matteo esplora tutte le sue sfumature vocali e interpretative, unendo la sua passione americana al grande amore per l’Italia attraverso i brani della più bella tradizione internazionale. Le tracce, infatti, vedono, tra le altre, “Nel blu dipinto di blu di Modugno, “Caruso” di Lucio Dalla, affiancate da “Eleanor Rigby” dei Beatles, “Skyfall” di Adele, “Locked out of Heaven” di Bruno Mars e “That’s Life” resa celebre dal grande Frank Sinatra. Non mancano due inediti, “My World is Burning” e “Is There Love After You” scritto da Jimmy Webb, songwriter che ha segnato pagine della musica internazionale portate al successo da Barbra Streisand, R.E.M., Donna Summer e Joe Cocker.
----------------------------------------------
Scaletta Freddie is Back 

It’s a beautiful Day Long Version 
One Vision 
A Kind Of Magic 
Mother Love 
I Want to Break Free 
Another One Bites The Dust 
Forever 
Love of my life 
Too Much Love Will Kill You 
Flash 
I'm going slightly mad 
Bohemian Rhapsody 
Bijou 
We Will Rock You 
We Are The Champions



You Might Also Like

0 commenti