GRAN CONSIGLIO (Mussolini) - Tom Corradini in scena a Torino.

07:55

24 luglio 1943

IL MONDO LO RITENEVA UN CLOWN
LUI PENSAVA DI ESSERE UN GENIO

GRAN CONSIGLIO
(Mussolini)


Spettacolo comico-storico
scritto e interpretato da TOM CORRADINI

Selezionato per il Performance Award
PRAGA FRINGE FESTIVAL 2105

Sabato 20 febbraio 2016 ore 22:00
Caffè della Caduta
Via E. Bava, 39, Torino

Info e prenotazioni: 011. 5781467 info@teatrodellacaduta.org

Ingresso gratuito con offerta libera a fine spettacolo

Un viaggio nella mente complessa di un leader politico - ammirato persino da Winston Churchill che arrivò a definirlo “il più grande legislatore vivente” - che voleva diventare il re d'Europa ed è finito per esserne il giullare.

24 luglio 1943 – Il Gran Consiglio del Fascismo si riunisce per discutere la deposizione di Benito Mussolini. Rinchiuso all'interno del suo studio di Palazzo Venezia, il Duce ricorda come il destino lo ha condotto, partendo da umili origini ad essere il capo supremo dell'Italia. Un'incredibile parabola che avrebbe ispirato l'ascesa al potere di Adolf Hitler e trascinato un uomo che si credeva un genio alla totale disfatta militare, risultando, agli occhi di tutto il mondo, un ridicolo clown, Il ritratto di un uomo autoritario e determinato, ma anche sentimentale e profondamente umano, che si rivela, intimamente, nel suo momento di maggiore vulnerabilità.

Attore, scrittore e clown, Tom Corradini ha studiato all'Atelier Teatro Fisico di Philip Radice (metodo Lecoq) e ha affinato le sue capacità clownesche con Palo Nani e Philippe Gaullier. Si è esibito con i suoi spettacoli in Italia, Regno Unito, Germania e Repubblica Ceca.

Link alla recensione su Il Giornale di Vicenza:
www.tomcorradini.it




You Might Also Like

0 commenti