Debutto in Prima Nazionale per POLVERE DI STELLE - TRA PASSATO ED ETERNITA’.

08:36

Walters Produzioni con MDC 
presentano 

POLVERE DI STELLE 
TRA PASSATO ED ETERNITA’ 

Commedia musicale di Sandro Querci 

PRIMA NAZIONALE TEATRO POLITEAMA PRATESE 
Sab. 21 NOVEMBRE ore 21.00 Dom. 22 NOVEMBRE ore 16.00 

con 
SADRO QUERCI, ALBERTA IZZO, FABRIZIO ANGELINI, SILVIA QUERCI, PIERO DI BLASIO, SERENA CARRADORI, GABRIELE DE GUGLIELMO, CAROLINA CIAMPOLI 

ORCHESTRA DAL VIVO 
Direzione e Pianoforte CLAUDIO BIANCHI, Clarinetto e Sax GABRIELE DROVANDI - Batteria LORENZO INNOCENTI Trombone SIMONE PUGGELLI - Tromba ANTONIO SAMMAURO 

Ragazze Variété 
Virginia Buti, Valeria Citi, Camilla Gai, Valentina Rugi 

Coreografie RICCARDO BORSINI 
Assistente coreografo FABIO MONTI 
Assistente di produzione GIUSEPPE DI FALCO 
Organizzazione Avv. BARBARA GUALTIERI 
REGIA SANDRO QUERCI
POLVERE DI STELLE TRA PASSATO ED ETERNITA’ 

La nuova commedia musicale di Sandro Querci con un cast d’eccezione. Debutta al Teatro Politeama Pratese il 21 e 22 Novembre 2015 il nuovo spettacolo musicale di Sandro Querci prodotto da Walters produzioni con MDC. Sabato 21 e domenica 22 novembre il Teatro Politeama Pratese ospiterà il debutto di “Polvere di Stelle - tra passato ed eternità” la nuova commedia musicale inedita scritta e diretta da Sandro Querci. A condividere il palcoscenico con l’attore e regista fiorentino, un cast d’eccezione del mondo del teatro musicale italiano: Alberta Izzo, Fabrizio Angelini, Silvia Querci, Piero di Blasio, Serena Carradori, Gabriele De Guglielmo e Carolina Ciampoli. A firmare le coreografie è Riccardo Borsini, Caposaldo della Compagnia della Rancia avendo partecipato a 15 anni di allestimenti come ballerino e capo balletto. Lo spettacolo si inserisce nel percorso artistico-cultural-letterario che Sandro Querci porta avanti da anni. 

Alberta Izzo e Sandro Querci 
SINOSSI
Si apre con un teatro “vuoto” e il regista che sul palco sta dando direzioni tecniche per uno spettacolo iper tecnologico: troppo tecnologico. Il "teatro" si ribella, …e irrompe la compagnia "Ricciòli-Bijuox" : siamo catapultati nel 1943, durante le prove delle Rivista "Anche il cielo". La Compagnia è la tipica da rivista e o avanspettacolo: capocomico, soubrette, comici, musicisti. Una bomba esplosa vicino al teatro genera un black out, gli attori si ingegnano con candele, creando così un' atmosfera da commedia dell'arte, e tra spunti comici esilaranti, aguzzano l'ingegno: con una bicicletta, cavo elettrico e le lampadine che formano la passerella per i ringraziamenti finali, creano un impianto elettrico a "dinamo" in modo da ricominciare l'allestimento dello spettacolo. 

Nell’avvicendarsi delle situazioni si svelano i caratteri dei comici, tra drammi e risate, canzoni, balletti e passerelle. Tra moti d'orgoglio, cedimenti, ed imprevisti colpi di scena, giungeremo ad un epilogo inaspettato. Polvere di Stelle è uno spettacolo "rotondo", nel quale la drammaturgia si serve di tutte le tinte della tavolozza, tragedia, commedia, dramma, musica, canzone e ballo. Un trionfo di ilarità con i tipici spunti in stile anni '40, ivi compresi gli spettatori in platea che contestano "i numeri troppo succinti". Lo spettacolo prende unicamente spunto dal solo soggetto della pellicola con protagonista Alberto Sordi (Compagnia di varietà durante il secondo conflitto mondiale), ma poi zigzaga ed altalena tra poesia e comicità traendo l’ispirazione e tenendo fede ai fatti e agli aneddoti narrati dal nonno e dal padre di Querci. Proprio il nonno (Alberto Querci) fu protagonista nel 1939 assieme ad un debuttante Alberto Sordi nella rivista "In campagna è un'altra Rosa". Canzoni e temi musicali straordinari e intramontabili, nazionali ed internazionali come Ma le gambe, Stardust, Ma l'amore no, Il tango delle capinere, Bambina innamorata, Amapola, In the mood, Night and day, e molti altri.


UNA PRODUZIONE ‘GREEN’

Questa nuova produzione inaugura una novità nel campo teatrale italiano. Infatti, è realizzata interamente in applicazione del GEA - Green Entertainment Act, il disciplinare che contiene tutti i principi e gli accorgimenti necessari per la realizzazione di film o di uno spettacoli teatrali a basso impatto ambientale; accorgimenti che possono essere facilmente "misurati" attraverso il rating previsto, che mutua il sistema delle lettere (AAA, BBB..) normalmente utilizzato per stabilire la salute economica degli Stati. 

INFO 

produzionewalters@gmail.com 
www.facebook.com/polverestellepassatoeternita 

Sab. 21 NOVEMBRE ore 21.00 Dom. 22 NOVEMBRE ore 16.00 
Teatro Politeama Pratese - Via Garibaldi, 33/35, Prato 
Tel. +39 0574 603758 - Fax +39 0574 445580
teatro@politeamapratese.com 

Biglietti acquistabili presso la biglietteria del teatro e su circuito regionale teatro e su circuito regionale BoxOffice Toscana e sul sito www.boxol.it
-----------------------------------

POLVERE DI STELLE Tra passato ed etenità COMMEDIA MUSICALE DI SANDRO QUERCI

Sandro Querci
Era la stagione teatrale 1938-39 ed un appena diciottenne Alberto Sordi veniva scritturato per la prima volta in una Compagnia di rivista, la assai nota Mario Ricciòli-Nanda Primavera, lo spettacolo in scena titolava "Ma in campagna è un'altra rosa". Entrava in punta di piedi, nel ruolo dello stilè, ovvero, colui che ai finali di tempo accompagna la la soubrette al proscenio spargendo sorrisi. In quella Compagnia cantante solista era un trentaduenne Alberto Querci, interprete affermato e vedette nazionale tanto da incidere in esclusiva per "La voce del padrone". Ebbene, il più giovane Sordi ed il più esperto Querci al debutto nazionale al Teatro Brancaccio a Roma furono messi in camerino assieme; fin qui niente di straordinario. 

Ma si sa, i romani hanno sempre la battuta pronta, tant'è che un macchinista in vena di spirito, alla porta del camerino appose la seguente scritta, GUERCI E SORDI, anziché QUERCI-SORDI. Prontamente i due "Albertoni" appiccicarono un biglietto sottostante: FATE LA CARITA'... Da qui parte il "Polvere di stelle-tra passato ed eternità" di Sandro Querci, dai racconti del nonno, del padre, dagli aneddoti sentiti narrare, respirati, dalle lacche rosse in vinile delle prove delle Compagnie di rivista negli anni '40, dai dischi a 78 giri, dal teatro del quale è stato spettatore sin' dall'età di 3 anni, fino ad essere catapultato in scena all'età di 6 anch'egli in una celebre rivista di varietà nel 1977. Non si resti fuorviati dal titolo che richiama il celebre film del 1972, la Commedia Musicale in questione si ispira soltanto ed unicamente dal soggetto (Compagnia di rivista durante il secondo conflitto mondiale), il resto è completamente, totalmente inedito. 

Sandro Querci prende spunto da vita vissuta, dallo smisurato archivio di famiglia che comprende 1814 tra copioni trascritti e manoscritti (molti anche con i tagli ed i timbri della censura dell'epoca), 329 incisioni tra bobine, vinili ed audiocassette, per non parlare di foto e video, tutto digitalizzato in più di 6000 "files" (parola che stride col tema di cui stiamo appunto parlando). ci racconta Sandro Querci <... nonno cantava, mia madre pure, mio padre poi canta ancora, senza contare mia sorella Silvia sempre in tour e prossimamente all'Arena di Verona e l'altra sorella Virna anche, poi io ed ora pure il nipote Leandro che gira il mondo cantando...> aggiunge <...pensi un po', in casa abbiamo avuto un merlo indiano per 16 anni e cantava "Parlami d'amore Mariù"...> e conclude <...l'ispirazione e la guida aggiungerei, è sempre stata la famiglia che a sua volta mi ha educato all'amore per il Teatro e per l'arte insegnandomi il rispetto per la professione ed un sano disincanto. Il nonno Alberto mi diceva sempre:- Sandrino impara l'arte e mettila da parte. Lo sapeva che con il Teatro "si mangia poco", alla fine però preferisco essere "magro ma IMPOLVERATO".
------------------------------------------------------

Walters Produzioni presenta 

POLVERE DI STELLE TRA PASSATO ED ETERNITA' 

Commedia musicale di Sandro Querci 
Liberamente ispirata al soggetto di Ruggero Maccari, dal film di Alberto Sordi, Bernardino Zapponi, Ruggero Maccari 

CON 
SADRO QUERCI ALBERTA IZZO FABRIZIO ANGELINI SILVIA QUERCI PIERO DI BLASIO SERENA CARRADORI GABRIELE DE GUGLIELMO CAROLINA CIAMPOLI 

ORCHESTRA DAL VIVO Direzione e Pianoforte CLAUDIO BIANCHI, Clarinetto e Sax GABRIELE DROVANDI, Batteria LORENZO INNOCENTI, Trombone SIMONE PUGGELLI, Tromba ANTONIO SAMMAURO 

Coreografie RICCARDO BORSINI 
Assistente coreografo FABIO MONTI 
Ragazze Variété Virginia Buti, Valeria Citi, Camilla Gai, Valentina Rugi 
Assistente di produzione: GIUSEPPE DI FALCO 
REGIA SANDRO QUERCI 
---------------------------------------------------------------------
Un teatro vuoto, il regista sul palco sta dando direzioni tecniche per uno spettacolo iper tecnologico; troppo tecnologico. Il "teatro" si ribella, irrompe infatti la compagnia "RicciòliBijuox" e ci troviamo catapultati nel 1943, durante le prove delle Rivista "Anche il cielo". La Compagnia è la tipica da rivista e o avanspettacolo: capocomico, soubrette, comici, musicisti. Scoppia un bombardamento, una bomba esplosa vicino al teatro, genera un black out. In principio gli attori si ingegnano con candele, creando così un'interessante atmosfera da commedia dell'arte, quindi tra spunti comici esilaranti, aguzzano l'ingegno e con una bicicletta, cavo elettrico e le lampadine che formano la passerella per i ringraziamenti finali, creano un impianto elettrico a "dinamo" e possono ricominciare l'allestimento dello spettacolo. 

Fabrizio Angelini
Si svelano così i caratteri dei comici, tra drammi e risate, successivamente vedremo lo spettacolo provato poco prima pronto e confezionato, con scene, costumi e tanto di passerella; ma non avrà buon esito... Continua la guerra, aumentano le paure, la voglia di reagire. Tra moti d'orgoglio, cedimenti, ed imprevisti colpi di scena, giungeremo ad un epilogo inaspettato. Spettacolo "rotondo", nel quale la drammaturgia si serve di tutte le tinte della tavolozza, tragedia, commedia, dramma, musica, canzone e ballo. Un trionfo di ilarità con i tipici spunti in stile anni '40, non mancheranno gli spettatori in platea che contesteranno "i numeri troppo succinti".

Silvia Querci
SPETTACOLO TOTALMENTE INEDITO, che prende unicamente spunto dal solo soggetto (Compagnia di varietà durante il secondo conflitto mondiale), poi zigzaga ed altalena tra poesia e comicità prendendo sì spunto e tenendo fede a fatti, aneddoti narrati dal nonno, dal padre di Querci. Nonno che appunto fu protagonista nel 1939 assieme ad un debuttante Alberto Sordi nella rivista "In campagna è un'altra Rosa". 

Canzoni e temi musicali straordinari e intramontabili, nazionali ed internazionali come Ma le gambe, Stardust, Ma l'amore no, Il tango delle capinere, Bambina innamorata, Amapola, In the mood, Night and day, e molti altri. Cast d'eccezione, attori, cantanti, performer che calcano le scene di tutto il mondo da anni con ruoli protagonisti: 

ALCUNI BREVISSIMI CV DEI PROTAGONISTI 

Alberta Izzo ("Hello Dolly" regia Fabrizio Angelini, "Grease" protagonista nel ruolo di Sandy, "Buona sera" a fianco di Gigi Proietti, "W Zorro il Musical, "Bulli e pupe" per la Compagnia della Rancia, ecc. Anno 2005 "Premio Roma è arte" Miglior attrice per il musical Grease) 

Fabrizio Angelini (Regista e performer dal CV infinito, citiamo solo "Servo per due", "Aggiungi un posto a tavola", "Mamma mia", "Tutti insieme appassionatamente", "La bella e la bestia", "Aladin il musical", "Robin Hood", "Cabaret", "Sette spose per sette fratelli", ecc. Premio IMTA nel 1999 e nel 2000, Premio Broadway World nel 2013) 

Silvia Querci (Cantante di livello mondiale, "Pinocchio" il musical dei Pooh, "Giulietta e Romeo" di R. Cocciante tour mondiale, vincitrice del Festival della Canzone Italiana New York, "Mina vagante", "Giulietta e Romeo" regia G. Peparini produzioni Zard tour mondiale). 

Piero di Blasio (Performer e regista,“Ciao amore ciao” Premio Italia Music Award sezione off come Miglior spettacolo, “Shrek”, "Alta Società”, “Hairspray” , "Taxi a due piazze", ecc). 

Serena Carradori (per 5 anni Sandy in "Grease" con la Compagnia della Rancia, in "Mamma mia", per la Stage Italia, Clara ne "Il cappello di paglia di Firenze", ecc). 

Gabriele De Guglielmo (Nel 2006 è direttore d’orchestra e coro in tre spettacoli - “Dedicato a Mozart”, “I miserere”, “Magnificat". Nel 2009 è in “Gran Varietà” con Manuel Frattini. Nel 2012 è direttore musicale in “Tutti Insieme Appassionatamente” ed il ruolo di G. Von Trapp. Dal 2013 protagonista in "Aggiungi un posto a tavola). 

Carolina Ciampoli (“Nunsense - il musical delle suore!” - Suor Uberta -, “Tutti insieme appassionatamente”, -Maria-, “Fantasmi a Roma”. Dal 2013 è Clementina, protagonista in “Aggiungi un posto a tavola” - 6a edizione ufficiale) 

SANDRO QUERCI Nipote d’arte (il nonno negli anni ’30-’40 incideva per La voce del padrone) e figlio d’arte (il padre incideva per la Cetra e faceva parte della compagnia Dapporto -Ave Ninchi, così come la madre cantante) calca il palcoscenico dall’età di sei anni, infatti debutta come cantante in un celebre varietà. 

Attore, cantante, autore, regista, al suo attivo 31 spettacoli di prosa, 13 musical, 6 films, 10 regie teatrali, 2 regie cinema. Compositore, collabora negli USA alla produzione dei CD: Sensibile, Pienso en mi suenos, Volo via per la Rap Opera Records. Inizia con la prosa a 16 anni nell’Amleto di Shakespeare con un cast europeo. Tra i lavori più importanti: 1998 Atreus, Premio Magna Grecia ed Iliona. 1999 Troilo e Cressida di W. Shakespeare con Antonio Latella. Nel 2000 debutta a Parigi al Theatre des Italiens insieme a P.Villoresi, M.Wertmuller e R. Scarpa in La locandiera di Carlo Goldoni, sempre nel 2000 Due in altalena di W.Gibson regia G.Becherelli. 

E’Noè nel melologo L’Arca di Noè con l’Orchestra Rai di Torino. Nel ‘02 è Tuttabirra in Bulli e Pupe per la Compagnia della Rancia con Serena Autieri, Marina Massironi, regia di Fabrizio Angelini. Dal ‘03 al ‘05 è Versinin in Tre sorelle regia M.Panici con la strepitosa compagnia Argot composta da V.Ciangottini, A. Attili, S.Budri, S.Basile. Meraviglioso il debutto all’ Olimpico di Vicenza in Alcesti con G.Pambieri, M.Venturiello, M.Esdra, con la regia di W. Pagliaro. Nel ‘05 con M.Paiato e B. Armando Il dilemma del prigioniero. L’ anno successivo è Shlomo ne Il custode dell’acqua con M.Donadoni. Tebaldo in Romeo e Giulietta. Lisistrata nel triennio 2004-5-6. 

Con V.Incontrada è protagonista in Alta società di Cole Porter regia di M.R.Piparo, prenderà parte con il cast del musical suddetto alla trasmissione “Tournée”, 36 puntate su sky. Anno 2008, co-protagonista in Masaniello il musical, regia Tato Russo. 2010 musical Hair spray. Nel biennio 2009-2010 è Franceshino De’ Pazzi nell’ Opera Musical Il principe della gioventù di Riz Ortolani con l’impareggiabile regia di Giuliano Peparini. Nel 2012 ancora protagonista nel testo di prosa di Luca Scarlini “La paura e la musa". 2013 Nel Musical “L’acqua cheta” del quale è anche regista. 2014 Protagonista e regista della commedia musicale "Il cappello di paglia di Firenze". 

Premio speciale per il teatro Premio nel 2010 come miglior autore-attore al Festival nazionale del cinema-teatro-tv per lo spettacolo Da Te a Me del quale è autore e ne cura anche la regia. Premio La Rocca nel 2011, stavolta come miglior attore. Premio Nazionale Italive 2014 come miglior Regista Italiano per Il cappello di paglia di Firenze. Cantante solista in vari concerti di musica classica per il M° Riz Ortolani , La grande musica per il cinema con Ennio Morricone, Ryuichi Sakamoto, Nicola Piovani, Riz Ortolani. Casting ed acting coach, in “Romeo e Giulietta” Ama e Cambia il Mondo, DAVID ZARD produzioni, debutto Arena di Verona, attualmente in tour mondiale. 
-------------------------------------------------------------------
Polvere di Stelle - tra passato ed eternità è la prima produzione italiana green, realizzata secondo i criteri di ecosostenibilità del GEA - Green Entertainment Act. 
COREOGRAFIE RICCARDO BORSINI Caposaldo della Compagnia della Rancia avendo partecipato a 15 anni di allestimenti come ballerino e capo balletto. Assistente e/o coreografo in molti spettacoli di successo, tra gli ultimi: “Il borghese gentiluomo” regia massimo Venturiello, “L’acqua cheta”, "Il cappello di paglia di Firenze". Organizzazione Avv. Barbara Gualtieri

You Might Also Like

0 commenti